Utente 330XXX
Egr. Dottori,
Sono in cura a causa di un doc atipico con zoloft 50 mg e 0.5 di risperdal. Nell'ultima visita psichiatra v'è stata un aggiunta di prazene (30 gocce) alla sera. Purtroppo, nonostante siano trascorsi diversi giorni, non noto alcun effetto da parte dell'ansiolitico. Già in passato, alcune molecole (diazepam, bromazepam, halcion, lendormin ecc....) erano inefficaci, mentre altre (prazepam rp, ketazolam, lorazepam ecc....) erano molto efficaci. La domanda è questa: se le benzodiazepine hanno il medesimo meccanismo di azione, quale è la ragione per cui alcune non funzionano su di me? Vi è una ragione metabolica oppure è il doc a renderle inefficaci?

[#1] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Hanno potenza diversa, e proprietà non esattamente uguali, anche se complessivamente sono trattate come gruppo.
Come mai la sertralina è a dose così bassa ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 330XXX

Per.mo Dott. Pacini,
Riguardo il Suo quesito, lo psichiatra di riferimento ritiene che a questa dose i farmaci non creino fenomeni di dipendenza. Io, comunque, non mi sento bene. I sintomi non sono compensati, e l'ansia anticipatoria, l'evitamento fobico ecc....aumentano. Lei riceve anche a Roma?

[#3] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Dipendenda da che cosa ? Da sertralina e risperdal ? Non sussiste.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 330XXX

Purtroppo si, ritiene che le dosi minime di sertralina e risperdal siano utili per poterle abbandonare presto. Ieri sera, mentre rincasavo a piedi per il capodanno, ho dovuto affrontare una salita a piedi. Esito: tachicardia, capogiri e attacco di panico. Accanto a me una vecchietta di 87 anni che saliva quasi saltellando! Oggi ho inviato un messaggio al medico che mi risponde: evita le salite e controlla il battito. Mi sento un invalido. Le rinnovo la richiesta: visita solo in Toscana?

[#5] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"ritiene che le dosi minime di sertralina e risperdal siano utili per poterle abbandonare presto."

A parte che non è così, ma il discorso è proprio privo di senso anche se lo fosse. Chi ha stabilito che si debba abbandonare presto una cura ? E se così fosse, a che servirebbero dosi maggiori ? Per rendere il tutto più difficile ?

Un doc ha bisogno di una cura anti-doc, che si distingue per tipo di medicina e per dose. L'associazione di un farmaco neurolettico ha senso in forme particolari, ma come primo approccio è discutibile. Ma soprattutto, il ragionamento sulla dipendenza è veramente incomprensibile.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 330XXX

Pregiatissimo Dottore,
Lo psichiatra riteneva che la cura dovesse durare al massimo 6 mesi. Mi ha prescritto il risperidone perché sinergico allo zoloft, dicendomi anche che la consapevolezza del disturbo aiuta a controllarlo perché è cronico ed incurabile. Ogni 3/4 mesi mi fa sospendere il risperidone e puntualmente ricado. Ad ogni ricaduta sento di stare peggio, di avere più limitazioni e che il disturbo sia man mano più resistente. Può darmi qualche consiglio utile? Vorrei evitare di tornare sugli ansiolitici (veloci, ottimi ma non curativi)

[#7] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il risperidone non è sinergico per niente. La sinergia è intesa tra la dose semi-efficace di sertralina sul doc e l'aggiunta successiva di risperidone, a dosi non elevate.
Se invece stiamo parlando di una funzione del risperidone su un ridimensionamento dell'agitazione o dell'immedesimazione in acuto, può essere, però mantenere la setralina a dose piccola significa attendersi una non-risposta del doc alla fine, solo un iniziale ridimensionamento delle ossessioni.
Andrebbe chiarito cosa significa atipico: atipico in partenza perché concomitano altre diagnosi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#8] dopo  
Utente 330XXX

Egr. Dottore,
L' atipicità sarebbe determinata dal fatto che sarebbe presents un pensiero prevalente/ossessivo ma non compulsioni fisiche. Sostanzialmente ho pensieri fastidiosi/continui (se ad esempio devo volare, penso all'ansia del viaggio continuamente) ed un ansia latente che da fastidio e provoca insonnia. Non posso neanche affaticarmi troppo fisicamente perché se vado in debito di ossigeno, subentra il panico. Stessa cosa con il caldo estivo. L'alternativa prospettatami sarebbe efexor da 75 con xanax rp da 1mg. Ora, mi chiedo questo: il doc non risponde a dosi di antidepressivo mediamente più alte? Perché non è possibile curarlo in monoterapia come altre patologie? È necessario sospendere continuamente la cura?

[#9] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Forse il medico intendeva come dose iniziale di efexor quella, o anche in questo caso vige la legge della minima dose possibile ? (concetto diverso dalla minima dose efficace).
Non è che sia atipico, è solo un sottotipo in cui entrano di meno in gioco alcune terapie, perché non c'è un comportamento esterno visibile su cui si può agire, specie a livello psicoterapico. Cambia a volte la strategia, ma non vedo il nesso con l'impiego in prima battuta dell'antipsicotico sulla base di questo sottotipo.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#10] dopo  
Utente 330XXX

Purtroppo no, mi spiego meglio. Interpellato via whattsapp (Sarebbe disponibile per una visita di controllo solo tra 10 giorni) mi ha comunicato che per il mio disturbo ci sono 2 possibili terapie: zoloft da 50/100 con rispettivamente 0.5/1 di risperidone, oppure 75/150 di venlafaxina rispettivamente con 1/2 mg di xanax rp. Il tutto per mesi 6 dalla remissione dei sintomi. Non sono previste altre terapie. Solo psicoterapia, che onestamente non reputo utile perché si tratta di consigli che può darti chiunque (es: temi che guidando da solo possa subentrare il panico? Non sfidare i tuoi limiti. Al massimo fatti accompagnare). Capirà che sono in difficoltà

[#11] dopo  
Utente 330XXX

Gentile dott. Pacini,
Ormai sconfortato ho contattato, su indicazione del mio medico di base, una dottoressa psichiatra che riceve nella mia stessa città, la quale, dandomi appuntamento il prossimo lunedì, mi ha preliminarmente detto di interrompere il risperdal, visto che non ha effetti apprezzabili e di aggiungere en gocce (13 alla sera) per placare, nel frattempo, le sensazioni spiacevoli (basta un minimo di sforzo fisico per causare il panico). Successivamente, dopo avermi visitato, si stabilirà una diversaa terapia. Faccio questo tentativo, più che altro per la vicinanza geografica ma, se non dovesse andare bene, La vengo a trovare in Toscana perché vorrei un dottore con le Sue competenze tecnico/scientifiche, disponibilità, coerenza, padronanza della materia, empatia ed assenza di pregiudizio. Posso aggiornaLa sulla eventuale nuova terapia? Grazie

[#12] dopo  
Utente 330XXX

Egr. Dott. Pacini,
Torno adesso dalla visita con altro psichiatra il quale non concorda con la diagnosi di Doc ma ritiene sia presente uno stato di ansia generalizzata. La nuova terapia prescritta è Efexor 75 mg + xanax 1mg rp. Ritiene inoltre che i tentativi non riusciti con altri ssri dipendano da una resistenza fisica a queste molecole. Ha quindi ritenuto di utilizzare questi farmaci (l'efexor già lo avevo assunto con risultati migliori dello zoloft) perché potenzialmente più indicate e lo xanax rp perché stabile nelle 24 ore, gestibile con poco sforzo, adatto a scopi anche curativi nel lungo periodo, oltre ad essere meno portatore di dipendenza. Prossima rivalutazione tra 3 mesi. Non posso assumere stabilizzatori /antiepilettici per effetti collaterali gravi(reazioni allergiche al depakin.domani e al gabapentin). Pensa potrebbe essere una buona cura?

[#13] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Posso solo dirle che in generale la cosa che capisco poco è perché le dosi siano predefinite, in genere o c'è un motivo diagnostico, o ci si regola in corso d'opera.
Il fatto che nella sua storia le siano stati prescritti farmaci tipo stabilizzatori o antipsicotici non saprei come interpretarlo, non è certo la cura per un doc o un disturbo d'ansia di primo approccio.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#14] dopo  
Utente 330XXX

Egr. Dottore,
La prescrizione degli stabilizzatori è stata effettuata per agire sui recettori gabaergici evitando i meccanismi di assuefazione/dipendenza possibili con le benzodiazepine (in quei casi la diagnosi era di ansia generalizzata). Il penultimo psichiatra riteneva sussistere un doc e mi ha prescritto il risperdal perché agiva sul contenuto del pensiero (riporto letteralmente la sua spiegazione). L'ultimo psichiatra, ravvisando un dag e non un doc, ha ritenuto il risperidone inutile e prescritto lo xanax rp per i motivi di cui alla precedente replica. Non sussistono manie, psicosi, fai umorali, bipolarità o altro. Nel tempo i vari medici hanno cercato soluzioni diverse dalle benzodiazepine (le uniche che in associazione all'antidepressivo hanno sempre funzionato eliminando ogni tipo di fastidio, basti pensare che con efexor 75 e 15 mg di anseren ho vissuto 2 anni al top). Sarebbe gradito un Suo commento. Grazie

[#15] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ripeto, non vedo il senso di usare dosi non piene di antiossessivi per associarle ad altri farmaci con una funziona apparentemente marginale, o di potenziamento (che non si pone, perché si potenzia ciò che è già al massimo).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#16] dopo  
Utente 330XXX

Tenendo conto del fatto che la diagnosi è mutata, ritiene che la terapia con efexor 75 + xanax 1mg rp possa essere congrua? Riguardo i Suoi dubbi, onestamente non saprei cosa dirLe. Ho solo seguito le indicazioni di volta in volta ricevute.

[#17] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Efexor a quella dose è sotto la media efficace, per le diagnosi a cui è adatto. Ma questo lo abbiamo già detto, e poi non mi pare che sia mutata, ha appena confermato che è la stessa che aveva detto all'inizio.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#18] dopo  
Utente 330XXX

In questa fase di ansia molto forte, mi sono sottoposto ad una ulteriore visita psichiatrica presso un terzo psichiatra. Dag confermato, efexor 75 mg confermato, xanax 1 mg rp (solo al bisogno) e depakin 250 soluzione granulare (da utilizzare per il disturbo ansioso). Sto molto male, l'umore si è abbassato e l'ansia è aumentata. Sono effetti comuni? Il fatto di aver assunto una terapia antidepressiva precedentemente non mi pone al riparo dagli effetti peggiorativi iniziali e dell'attesa delle 4 settimane di latenza? Può il depakin determinare un peggioramento?

[#19] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Continuo a non capire la logica di queste aggiunte che non hanno apparentemente a che fare con la sua diagnosi, il fatto che le dosi siano contenute sotto i valori mediamente efficaci.

Gli effetti iniziali certo, sono variabili, quindi anche un peggioramento dei sintomi, sia per effetto del farmaco che non.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#20] dopo  
Utente 330XXX

Il dottore ritiene che il depakin sia preferibile all'ansiolitico poiché non crea assuefazione. Riguardo l'efexor, ma ha anticipato che può essere aumentato anche a 150, ma prima vuole stabilizzare i sintomi e ridurli. Ciò che mi preoccupa è l'umore che è andato giù in maniera preoccupante, mentre l'ansia resta alta (attacchi di panico se cammino con un passo leggermente più svelto). Mi sembra di essere invalido, mi creda.

[#21] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Va bene, i commenti sono stati fatti, non mi pare si aggiunga niente.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#22] dopo  
Utente 330XXX

Quindi bisogna sopportare....Mi creda non è facile.

[#23] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Questo lo discuta col suo medico, non è che qui le si dica che deve sopportare o meno, si fanno semplicemente osservazioni e commenti.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#24] dopo  
Utente 330XXX

Già fatto, mi dice che è un decorso normale e che non si può fare nulla. Ma il depakin non dovrebbe fare effetto subito?

[#25] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Qui torniamo al solito discorso. Stiamo ragionando su farmaci di non chiaro scopo rispetto alla diagnosi.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#26] dopo  
Utente 330XXX

Cerco di sintetizzare: con il.primo psichiatra ho utilizzato cipralex, daparox,remeron,trittico, efexor + benzodiazepine con diagnosi DAG. I dosaggi erano sempre al minimo e le cure non funzionavano smin assenza di benzodiazepine.
Secondo psichiatra: zoloft da 50 + 0.5 risperdal /xanax da 1rp con diagnosi DOC atipico. La cura funzionava finché era presente l'ansiolitico.
Terzo psichiatra: efexor 75 + depakin 250 in luogo della benzodiazepina con diagnosi di DAG. È la terapia che sta andando peggio, anche se si tratta di pochi giorni. Questo è tutto

[#27] dopo  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
PISA (PI)
VIGEVANO (PV)
ROMA (RM)
ALESSANDRIA (AL)
BRESCIA (BS)
LUCCA (LU)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non sto dicendo che non si capisca cosa ha riferito, dico che la terapia attuale l'abbiamo già commenta: dose inefficace di efexor più depakin aggiunto non è chiaro in che funzione rispetto alla diagnosi. Come si fa a fare previsioni su questo tipo di schema ? La dose inefficace si definisce tale perché non si prevede che funzioni, per esempio
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#28] dopo  
Utente 330XXX

Presumo che l'efexor sia a questa dose poiché all' inizio. Sul depakin non so cosa dire oltre a ribadire che sarebbe in sostituzione dell'ansiolitico. Ma più che stabilizzare, onestamente destabilizza