Utente 510XXX
Salve, sono in ragazzo di 23 anni e da circa tre mesi ho questa necessità di respirare profondamente. il tutto è cominciato dopo i pasti, con un enorme senso di pienezza (cosa che già mi accadde alcuni anni fa). pensando che fosse il solito problema decisi di mangiare regolarmente e di intensificare l'attività sportiva (pesistica), ma il problema si presentava sempre e solamente durante e dopo i pasti. una settimana dopo questo problema è diventato quotidiano, come se adesso respirare profondamente è necessario per vivere(se non lo faccio comincio ad avvertire una sorta di pesantezza al petto). premetto che ho effettuato in questi tre mesi numerosi ecg, visita cardiologia (aritmia sinusale con versamento assale destro), holter 24 ore nella norma,visita gastrointestinale con cardias beante e gastrite cronica per presenza di helicobacter(curato), spirometria(leggera forma di asma ma a detta dello pneumologo nulla a che vedere con il mio problema). numerosissimi rx al torace che hanno evidenziato un micronodulo parenchimale(una cicatrizzazione passata a detta dei medici). ecografia all'addome con organi perfetti(riscontrato solo un enorme quantitativo di meteorismo, che a detta del medico è di stato ansioso). diciamo che ho effettuato tutte le visite possibili ed immaginabili, sono stato ricoverato anche per circa 8 giorni (analisi del sangue nella norma, analisi tiroide con tsh 4.28 mentre gli ormoni sono nella norma). l'altro ieri ho rieffettuato l'ecografia addominale dove tutto è perfetto e dove non è stato riscontrato il meteorismo delle volte precedenti. il gastrointerologo ha detto che quasi sicuramente si tratta di colon irritabile (ogni qual volta mangio corro ad evacuare, le mie feci sono normali e si alterano a fasi di durezza a fasi dove le feci risultano essere morbide). Ho notato però che ogni volta che evacuo sento una debolezza forte che mi prende le braccia, le gambe e gli occhi. Non so se questo possa dipendere dall'ansia. sono stato sia da uno psicologo che da uno psichiatria ed entrambi mi hanno detto che non ho nessun problema a livello psicologico, mentre i medici che mi hanno visitato dicono che il mio problema è di natura prettamente ansiosa. premetto che questo è un periodo particolarmente brutto della mia vita dove si sono e purtroppo si susseguono una molteplicità di eventi particolarmente brutti. è anche vero che io fino a tre mesi fa ero un carattere che si lasciava scorrere tutto addosso, non mi preoccupavo assolutamente di quello che mi succedeva attorno, ed è anche vero che molti di questi eventi sono accaduti dopo l'inizio del mio problema. mi farebbe piacere ricevere un consulto su quello che posso fare e che non devo fare. la. settimana prossima inoltre avrò la visita con un dottore per analizzare la mia problematica a livello di stomaco intestino, con questo gonfiore che aumenta soprattutto dopo i pasti. nel mentre e nell'attesa di una risposta auguro a chi risponderà una buona giornata.

[#1] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Un disturbo ansioso con vari sintomi fisici non è assolutamente raro. non occorre un "problema psicologico" per svilupparlo, spesso in famiglia qualcuno ha sofferto di ansia o depressione (quindi c'è una predisposizione genetica), talvolta si tratta di sintomi dello spettro panico, talaltra del disturbo ossessivo.
Qui non possiamo fare diagnosi, ovviamente, ma un bravo psichiatra ben preparato sarà in grado di fare una diagnosi precisa, tranquillizzarla e consigliarle la cura adatta. Un farmaco da. assumere per qualche mese o una psicoterapia breve mirata.
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com

[#2] dopo  
Utente 510XXX

Innanzitutto grazie per la risposta. si, in effetti mio padre quando era più giovane ne ha sofferto. Quindi dottore, a prescindere dalla tac che effettuer per il micronodulo polmonare e per questo gonfiore lei mi dice di ri affidarmi ad uno psichiatra? perché a questo punto dovrei trovarne un altro visto che il precedente mi ha detto che non avevo nulla a che riguardo con problemi di ansia.

[#3] dopo  
Dr. Mario Savino

40% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2008
Direi di sì, se ne faccia consigliare uno in gamba
Mario Savino
medico
Specialista in Psichiatria
www.mariosavino.com