Utente 519XXX
Salve,
Sono un uomo di 58 anni, e ho iniziato circa 1 mese e mezzo fa una cura a base di sertralina (50 mg/giorno) per disturbi d'ansia cronica, peggiorati negli ultimi anni.

Qualche setimana fa, ho fatto delle analisi del sangue (che faccio annualmente) e nei risultati sono venute fuori delle carenze di alcune vitamine:
B9 (folati) - valore: 2,70 ng/mL (soglia min: 3,00 ng)
B12 - valore: 166 pg/mL (soglia min: 187 pg)
D - valore: 13,5 ug/L (soglia min: 21 ug)

Quale importanza clinica hanno questi valori in relazione al disturbo d'ansia?
Leggo in particolare gli effetti negativi sull'umore, e la sfera emotiva della carenza di vitamina D.

Infine ci sono controindicazioni nell'assumere insieme alla sertralina, eventuali integratori per alzare i livelli di queste vitamine?
Leggevo in questo stesso forum, di alcuni pazienti che hanno riscontrato problemi assumendo integratori di acido folico (nervosismo, tensione, aumento dei livelli d'ansia).

Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
VITERBO (VT)
TERNI (TR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Non solo può ma deve normalizzare i livelli di folati e di B12.
L'acido folico può disturbare il Sistema Nervoso Centrale (irritabilità, eccitabilità) solo in caso di forte sovradosaggio.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#2] dopo  
Utente 519XXX

La ringrazio per la risposta Dott. Carbonetti!

Perché è importante normalizzare i livelli dei folati e della B12?
Quale significato clinico hanno rispetto a disturbi d'ansia e depressione?

Grazie!