Utente 361XXX
Salve. Sono in cura da uno psichiatra e uno psicoterapeuta per ansia e dismorfofobia, di cui ho iniziato a soffrire da maggio 2014. Ho cambiato vari psichiatri e psicoterapeuti, ma adesso sto meglio. Sto seguendo una psicoterapia cognitivo-comportamentale, che non ho mai seguito prima e che sta dando i primi risultati (almeno per ora). Ma adesso veniamo al dunque. Seguo terapie psicofarmacologiche da maggio 2014, come detto prima, ma mio padre mi dice che gli psicofarmaci, presi troppo a lungo, possano causare danni al fegato o altri tipi di danni. Potete darmi delucidazioni in merito, per cortesia? Vi ringrazio.

[#1] dopo  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
I danni epatici da farmaco sono annoverabili percentualmente secondo quanto riportato nella scheda tecnica, non per l'assunzione prolungata.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
Dr. Francesco Saverio Ruggiero
http://www.francescoruggiero.it
http://www.psichiatra-psicoterapeuta.it