Utente 767XXX
Salve a tutti e grazie in anticipo per eventuali risposte.

Assumo da 4 anni Entact per attacchi di panico e in particolare agorafobia (paura di guidare, paura delle altezze, paura di viaggiare).

Da un paio di mesi ho aumentato la dose giornaliera da 10 mg a 20 mg perché, dopo un periodo in cui sono stato molto bene, gli effetti sono diminuiti e sono ritornati i soliti problemi.

In realtà, però, l'aumento non ha dato i benefici sperati: due settimane fa ho avuto un attacco di panico in auto su una strada statale e mi sono dovuto fermare e farmi venire a prendere. La settimana scorsa, in treno, mezzo di trasporto che di solito non mi ha mai dato grossi problemi, sono stato molto male nonostante, come da indicazioni del mio medico, ho preso 20 gocce di Alprazolam un'ora prima di partire. (all'occorrenza)

Mercoledì dovrei riprendere il treno per lavoro, ma non credo di farcela.
Domenica prossima, inoltre, dovrei necessariamente tornare nella città in cui abito (adesso mi trovo da mia madre).

Il mio medico è in ferie e, contattato a mezzo mail, ritiene che la cura sia giusta e che non c'è bisogno di effettuare modifiche, ignorando di fatto che non stia funzionando granché bene, ultimamente. Sto cercando un altro specialista ma in attesa ho pensato di chiedere un confronto qui.

Anche se sto che non è corretto fare da sé, sto valutando di "estendere" l'alprazolam al giorno prima del viaggio (10 gocce mattino giorno prima del viaggio, 10 gocce sera giorno prima del viaggio, 10 gocce mattina giorno del viaggio, 10 gocce pomeriggio giorno del viaggio).

Grazie.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Tipicamente infatti il tranquillante è anti-agorafobico d'emergenza, non anti-panico preventivo. Quindi che un attacco possa comunque venire non è una contraddizione. Il farmaco preventivo degli attacchi dovrebbe essere l'entact. Se non pare funzionare, andrebbe valutato il cambiamento dell'entact.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 767XXX

Gent. Dott. Pacini, il suo discorso è chiaro.

Mi trovo, tuttavia, in una situazione di emergenza e mi chiedevo se e come l'aprazolam preso al bisogno mi poteva aiutare a stare meglio durante il viaggio.

Prenderlo per un paio giorni può servire a qualcosa anziché solo un'ora prima del viaggio?

Successivamente, plausibilmente dopo l'estate, valuterò il cambio del farmaco e l'ennesimo inizio di un percorso psicoterapico.

Grazie per la risposta.

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Capisco ma queste istruzioni pratiche non possono essere date tramite sito.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
Utente 767XXX

Ma se su questo sito non è possibile neanche ricevere un consiglio (la mia domanda, riferita all'Alprazolam "prenderlo per un paio giorni può servire a qualcosa anziché solo un'ora prima del viaggio?" era una domanda generica sul funzionamento di un farmaco, e non necessariamente, un'eventuale risposta, rappresentava un invito fatto all'utente ad assumere il farmaco in una maniera diversa da quella indicata dallo specialista) - in caso di "emergenza", in un periodo in cui il proprio medico non è raggiungibile...allora, mi chiedo: a cosa serve!!??

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non saprei, se lo chieda e lo chieda anche allo staff. Non è che può protestare su una cosa chiarissima nelle linee guida, e cioè che non si chiedono indicazioni su terapie da assumere.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#6] dopo  
Utente 767XXX

Gent. Dr. Pacini,
sono andato da un altro specialista e mi ha leggermente modificato la cura, rispetto a quella che attualmente seguo e che può leggere qualche post più in su:

- Entact 10mg 1 volta al dì di pomeriggio (quindi si passa da 20 a 10)
- Xanax 1mg RP 1 cp mattina, 1cp sera
- Tavor Oro all'occorrenza
- psicoterapia

E' da più di 10 anni che non assumo benzodiazepine, sono un po' spaventato. Vedo che lei si occupa di dipendenze...che può dirmi a riguardo? Posso stare tranquillo con questo dosaggio per 2-3 mesi, in attesa che la psicoterapia, si spera, faccia effetto? Sono tentato da prendere solo il Tavor all'occorrenza...ho molta paura, per quello che leggo in rete, della dipendenza.

Inoltre, volevo chiederle: sono stato in 3 farmacie ed è una 20ina di giorni che Tavor Oro non viene consegnato: che differenza c'è con Tavor normale?

[#7]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Cioè la modifica consiste nella riduzione della dose ? Non ci vedo un senso chiaro.
Il resto è solo il passaggio alla forma rp, ben venga, ma non so se questa è considerata una modifica vera e propria.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it