Utente 551XXX
Ho letto su internet la "storia di Daniele " il quale dice di aver combattuto molto con questo disturbo e dopo parecchi anni ce l'ha fatta ad uscirne fuori attualmente sono 5 anni che non prende più medicinali e sta bene. Io volevo sapere se dopo una età che varia (50-55) il disturbo tende ad affievolire
Vorrei un vostro parere riguardante questo problema

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Già il termine "ce l'ha fatta a uscirne fuori" rivela una visione poco chiara del problema, ma soprattutto noi parliamo di medicina, le "storie" non fanno parte del metodo se non quando non si sa niente di un determinato fenomeno, e mai servono per trarre conclusioni.

Lei ha una domanda medica su questa questione medica ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 551XXX

Si quello che io volevo sapere se il disturbo ad una certa età tende ad affievolire nel senso che i sintomi sia depressivi che maniacali tendono appunto ad affievolire oppure no..questa era la domanda

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Non mi risulta. Il disturbo prevede periodi anche lunghi di remissione, così come forme continue. Alcune sue complicazioni sono cumulative (nel senso di rischio complessivo) con la durata del disturbo, il che significa che perdurano anche in età avanzata.
Certamente ci sono alcuni aspetti che sono tipici delle forme giovanili, tipo l'uso di droghe, e certamente il soggetto giovane può essere meno contenibile, ma questo è tutto.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it