Anedonia

Salve sono un ragazzo di 33 anni ed ho un passato di doc da contaminazione superato completamente ma adesso da circa un anno e mezzo ho notato un totale appiattimento emotivo ed una totale apatia in tutto e verso tutti, forse il processo è iniziato prima ma il suo sviluppo è stato lento e graduale, per fare un esempio ero un acceso tifoso ma ho iniziato a non esultare più dopo un gol della mia squadra poi ho iniziato a non vedere più le partite poi a non seguire più i risultati ed adesso non so nemmeno quando gioca la mia squadra, ho fatto il paragone del calcio ma può essere fatto per qualsiasi attività della mia vita che prima mi piaceva, ho una totale anaffettivita verso tutti compresi anche i miei familiari, nonostante tutto la cosa più brutta è il fatto che mi sento lucido ma spento in qualsiasi attività, niente mi emoziona niente mi appassiona, la scoperta della mia condizione di anedonia è avvenuta dopo il crollo totale della mia libido, ho fatto i controlli andrologici e sono risultati buoni, ma non ho più libido e non ho più eccitazione nemmeno in situazioni stimolanti, riesco ad avere una erezione manuale molto debole ma a livello cerebrale non avverto niente, raggiungo l orgasmo ma è un orgasmo soltanto fisico nel senso della eiaculazione ma anche in questo caso non provo assolutamente nulla sia a livello di piacere fisico sia a livello di piacere mentale, sembra di essere anestetizzato, se faccio l amore non provo assolutamente nulla, anche se bacio una persona non provo nulla come anche se mi accarezzano oppure se accarezzo qualcuno, la mattina mi alzo e mi chiedo che senso ha iniziare una nuova giornata senza un sogno, senza un desiderio, senza una passione, senza sentire la voglia di chiamare qualcuno, senza l esigenza di sentire un parente, senza la voglia di lavorare nonostante una laurea, senza la voglia di divertirsi, senza la voglia di amare qualcuno, senza la voglia di sapere quello che succede nel mondo, credo che questo sia uno dei mali peggiori in assoluto, che ti spegne il cervello, ti disintegra l animo, non ti fa più sentire una persona, ti trasforma in un mostro senza cuore e privo di sentimenti, per me andare ad una festa oppure ad un funerale è la stessa cosa non provo assolutamente nulla, non piango non rido non mi arrabbio non gioisco, non ho più interesse a fare nulla, questa è la mia vita, adesso prendo brintellix. . . prima ho preso zoloft e per un periodo anche xanax ed olanzapina ma senza nessuno risultato, ho cambiato tre psicoterapisti ho provato la psicoterapia familiare e la psicoanalisi ma senza nessuno risultato, l altra notte ho avuto anche un brutto attacco di panico in cui mi si è bloccato il braccio ed il cuore stava letteralmente scoppiando ed ho avuto vertigini, delle volte si succedono in testa delle idee e delle frasi confuse e scollegate tra di loro, passo le giornate buttato sul letto, sono demoralizzato perché è da un anno e mezzo che sto così, secondo voi si può fare qualcosa? Grazie
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.5k 1k 63
Attualmente assume una terapia adatta i suoi disturbi, l’importante è che essa sia al dosaggio terapeutico previsto.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
Utente
Utente
La ringrazio per la risposta, attualmente prendo da oltre un anno 10 mg di Brintellix, ma come vi ho detto non ho visto nessun miglioramento, secondo lei questo dosaggio è sufficiente ?
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41.5k 1k 63
Il dosaggio è insufficiente
[#4]
Utente
Utente
Grazie ancora
Disfunzione erettile

La disfunzione erettile è la difficoltà a mantenere l'erezione. Definita anche impotenza, è dovuta a varie cause. Come fare la diagnosi? Quali sono le cure possibili?

Leggi tutto