Utente cancellato
Gentili medici

Sto assumendo da 14 giorni Gabapentin per un disturbo d'ansia associato a impulsivita' ed aggressività. Il mio curante mi ha riferito che ho un disturbo esplosivo intermittente e l'ansia predomina.
Gli antidepressivi sono stati provati ma sospesi per effetti collaterali sessuali.

Il dosaggio che assumo é 600 mg al giorno in due somministrazioni giornaliere.


Inizialmente i primi giorni ho avuto beneficio sia a livello d'ansia che impulsivita' e aggressività anche se il sonno era ed è disturbato con risvegli frequenti e poco riposante.

Già dopo una settimana i benefici sono iniziati a scemare ma non ci ho dato peso più di tanto.. . . però adesso noto un netto peggioramento o forse meglio dire un ritorno ai sintomi di base tanto che ho nuovamente ansia e impulsivita'/aggressività.
Tutto ciò é stato notato anche dai miei familiari.

Ho provato a contattare il mio psichiatra ma sembra non sia reperibile nel senso che non ha risposto né richiamato.

Quindi nell'attesa chiedo qui.


È normale quanto mi accade?
E sopratutto gabapentin è efficace nella vostra esperienza per disturbo esplosivo intermittente e ansia?

Grazie in anticipo

Cordiali saluti

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Un disturbo d'ansia associato a impulsività e aggressività però dà l'idea che la diagnosi sia da definire in maniera più precisa. Di solito i disturbi d'ansia non sono impulsivi.-aggressivi, a meno che non concomiti altro.
La dose di 600 mg in effetti sull'ansia è efficace spesso, ma sul resto no.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
565807

dal 2019
Gentile Dottor Pacini
La ringrazio per avermi risposto.

In effetti ho specificato che non ho una semplice ansia....
Il mio curante mi aveva riferito a voce che ho un disturbo esplosivo intermittente dato che ce anche una impulsivita'/aggressività insieme all'ansia.

Ho dato un occhiata alla prescrizione. E ce scritto che ho un "disturbo borderline di personalità".

Mi scusi Dottore ma avevo trascurato questo dettaglio.

Quindi 600 mg è un dosaggio basso per impulsivita'/aggressività o Gabapentin non é di prima scelta?

[#3]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quella fascia di dosaggio è quella sufficiente nel controllo dei sintomi ansiosi, e tipicamente i dosaggi efficaci nell'ansia sono inferiori a quelli anti-impulsivi. Però, se la diagnosi è anche di borderline (e quindi secondo alcuni di una forma bipolare), non è strano che un po' funzioni il gabapentin, e non sarebbe strano prendere in considerazioni altri medicinali per le stesse indicazioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#4] dopo  
565807

dal 2019
Gentile Dottor Pacini


Mi é stato dato Gabapentin in quanto più tollerato e leggero rispetto ad altri farmaci già provati nello specifico Depakin e Tegretol. Ho notato che gabapentin è molto più ansiolitico di quest'ultimi.

Sono riuscita ad entrare in contatto col mio curante che mi consiglia di insistere per almeno un mese al dosaggio di 600 mg. Lui pensa cha sia piu' l'ansia che mi provoca impulsivita'.

Sulla prescrizione la diagnosi è ansia generalizzata e disturbo borderline di personalità ma quest'ultimo lo classifica come disturbo di personalità più come una sfumatura caratteriale. Lui dice che è una forma leggera ed ha escluso un disturbo bipolare. Non ne ho proprio le caratteristiche.

Mi ha comunque detto che alla prossima visita valuterà se aumentare il dosaggio.

[#5]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Quindi farmaci anti-impulsivi e anti-bipolari erano stati già valutati, il che spiega anche meglio la scelta, solo che appunto come dosaggio è in genere un dosaggio "di aggiunta" a terapie come quelle che ha provato, più che una terapia a se stante.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it