Utente 525XXX
Gentili Dottori,

Sono un ragazzo di 27 anni che sta passando un momento orribile.
La mia autostima è scomparsa completamente, nel mio futuro non vedo altro che morte, disperazione, pazzia e solitudine.
Ho paura che a causa della mia situazione fisica e psicologica non troverò mai nessuna compagna e rimarrò solo..
Ho ossessioni e sono estremamente depresso, mi sento brutto e deforme, sono isolato e sono stato rifiutato dalle persone a cui ero interessato, alcune in un modo che mi ha ferito moltissimo, o comunque messo sempre in secondo piano.
Non dormo, non mangio da giorni, sono preda di un terrore continuo, ho paura di finire i miei giorni in una comunità psichiatrica.

Vorrei uscirne, vorrei essere un ragazzo normale e sereno.. .

Vi chiedo a chi potrei rivolgermi, ci sono diverse figure e indirizzi terapeutici e io non ci capisco nulla, non saprei quale sarebbe il più indicato per i miei problemi, non saprei nemmeno se rivolgermi a uno psicoterapeuta donna o uomo, non saprei cosa aspettarmi, ho tantissima paura per il mio futuro.. .

Per favore, vi prego.. . aiutatemi, non ce la faccio più

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Gentile utente,

Uno psichiatra è una figura indicata. Lei è mai stato visitato per episodi simili in passato o altri motivi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#2] dopo  
Utente 525XXX

Gentile Dottor Pacini,
Sono stato in cura presso tre psichiatri diversi, diagnosi diverse.
Prima terapia con 200 mg di sertralina al giorno. Diagnosi di presunto DOC e depressione.
Seconda terapia con 10 mg di cipralex e trilafon (che ho dovuto smettere a causa dei costi e degli effetti collaterali), diagnosi cambiata in disturbo bipolare di tipo 2 commorbata con DOC e panico.
Poi si è messo in dubbio il disturbo bipolare perché i cambiamenti di umore non seguivano la ciclicità tipica del disturbo.

Attualmente sono a piedi, non sono seguito più da nessun psichiatra ma sono rimasto con cipralex 10 mg, ma è davvero acqua fresca...

[#3] dopo  
Utente 525XXX

Sarei interessato a fare una psicoterapia eventualmente... Può servire secondo Voi?

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Perchè quindi si poneva la questione sul professionista a cui rivolgersi ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#5] dopo  
Utente 525XXX

Perché Dottore cercando sui vari siti e annunci di psicoterapeuri ho visto che ognuno ha un approccio diverso: psicanalisi, psicoterapia dinamica, sistemico relazionale, cognitiva comportamentale ecc ecc
Non so cosa vogliano dire, così come non so se è meglio rivolgermi a un terapeuta maschio o femmina

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Io partirei da uno psichiatra. Il sesso non ha importanza così in partenza, a meno che non ci siano specifiche ragioni.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#7] dopo  
Utente 525XXX

Intende dire che devo farmi consigliare da uno psichiatra quale approccio psicoterapeutico intraprendere?

[#8]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Perché psicoterapico ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#9] dopo  
Utente 525XXX

Perché, basta solo la figura dello psichiatra?

[#10]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Perché, lo esclude a priori ? (a parte il fatto che uno psichiatra può anche essere psicoterapeuta, ma indipendentemente).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it

[#11] dopo  
Utente 525XXX

Gentile Dottore,

Non escludo a priori nulla, men che meno intendo negare l'utilità delle medicine.
Non sono un medico ma da ogni psichiatra che mi ha avuto in cura mi è stato sempre consigliato un percorso di psicoterapia. Poi io per mia pigrizia ho preferito non portarlo avanti.
Ma ora ne sento la necessità...

Ad ogni modo sono stato preso in cura qualche giorno fa da una nuova psichiatra e ora assumo Efexor 37.5 mg che andrò a aumentare gradualmente fino a 150 mg.

È ovviamente ancora presto per qualsiasi considerazione sulla efficacia.

I pensieri suicidiari sono però diminuiti, ma sono ancora ossessionato e intristito dal fatto di essere brutto e non piacere alle ragazze.

La sua collega mi ha inoltre consigliato una psicoterapeuta molto brava nel campo delle ossessioni che opera ad approccio cognitivo comportamentale.

Lei invece Dottore, come valuta la venlafaxina in un soggetto depresso, insicuro e ansioso?

[#12]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Il tipo di trattamento si indica in base alla diagnosi. Per la maggior parte delle diagnosi esistono opzioni farmacologiche, per alcune esistono opzioni psicoterapiche. Le psicoterapie non bersagliano solo e direttamente le diagnosi così come formulate da un medico, ma possono anche riguardare la gestione di alcuni aspetti specifici.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it