x

x

Insonnia specifica

Buongiorno dottori,

Ho bisogno di un consiglio per la mia particolare forma di insonnia.


Da sempre, da piccolo, se devo svegliarmi la mattina presto, con tanto di sveglia etc, la notte non dormo.
Oggi sono un uomo (30 anni) e svolgo un lavoro su turni.
Normalmente, quando lavoro il pomeriggio, dormo bene (tranne rari casi di insonnia essendo un tipo molto apprensivo) ma tutto sommato dormo le mie 8 ore nel 90% dei casi.
Il problema, quello vero, è che quando mi tocca il turno di mattina - con sveglia alle 6 - è un dramma, un vero disastro.
Partendo dal fatto che non la prendo bene perché non sono già di mio un "mattutino", anzi, la mattina mi mette profonda tristezza e non mi piace l'idea che qualcuno (la sveglia) debba impormi il risveglio, di solito mi sveglio in maniera naturale. Detto ciò, il pensiero stesso di svegliarmi la mattina mi mette ansia, a volte metto la sveglia giorni prima e non so perché; forse ho impresso il ricordo della sveglia mattutina per brutti ricordi, tipo: visite dal medico, viaggi etc.
Fatto sta che non riesco a dormire.
Anche se sono sereno, magari ascolto un po di musica, e non ho particolari ansie il mio subconscio pensa, pensa, pensa e sopratutto pensa che non dormirà: è un pensiero constante.

In passato ho sofferto depressione, attacchi di panico etc. ma ne sono uscito da solo. Sono una persona molto razionale e lavoro molto e spesso su me stesso, sono autocritico e mi autoanalizzo ma questa cosa non riesco a risolverla, non sempre (sono rari i casi in cui dormo almeno 5 ore e mi sveglio alle 6).

La cosa inizia a diventare invalidante perché ogniqualvolta devo lavorare la mattina non dormo per 24 ore.
Faccio una vita sana, ho smesso do fumare 8 anni fa, faccio sport, non bevo e non mangio cibi spazzatura eppure non riesco ad avere il controllo su questa cosa, o forse, al contrario non riesco a non controllare questa situazione che dovrebbe essere naturale e non calcolata.
Qualche volta ho utilizzato, efficacemente, le gocce di tranquirit che però adesso non fanno più effetto, anzi, oltre a non dormire la mattina mi sento stordito e quindi non le utilizzo più.


Come posso risolvere definitivamente questa situazione?

Grazie mille.
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 36,5k 868 56
Un disturbo del sonno ha delle evidenze nel corso di disturbi d’ansia e dell’umore.

L’ipercontrollo va considerato un sintomo e non una soluzione efficace alle problematiche vissute.

Probabilmente l’idea di aver autogestito la situazione depressiva pregressa è una falsa credenza.

È utile una visita psichiatrica.

Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it


https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2]
dopo
Utente
Utente
Infatti credo che l'ipercontrollo sia un mio grande problema, come l'ipercalcolo. La cosa mi rende nervoso, soffro di ipersudorazione e nevrosi, sopratutto in pubblico. Lo nascondo bene ma in realtà credo sia legato anche all'insicurezza e al perfezionismo maniacale che mi aspetto da me stesso. Crede che questa mio modo di essere possa essere modificato con delle sedute? O sono aspetti caratteriali intrinseci di noi stessi?
Grazie.
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 36,5k 868 56
Innanzitutto va inquadrata la situazione in modo globale.

Sicuramente è opportuna una visita psichiatrica,

Diverso è il discorso delle sedute che nel suo caso può portare ad un peggioramento dei sintomi per la tendenza a tenere il controllo su tutte le cose.

Tutti gli aspetti vanno inquadrati.


https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno,

Ieri ho preso di nuovo 8 gocce di tranquirit per dormire ( di solito ne prendevo 3/4). Se le prendo solo quando ho il turno di mattina ,max una volta a settimana, possono comunque creare dipendenza o perdere efficacia ? Grazie

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio