Utente
Salve, sono un ragazzo di 18 anni appena compiuti, prima di evidenziare il mio problema premetto di soffrire d'ansia e momenti di panico improvvisi, non molto frequenti quasi mai.

E anche di un problema dell'intestino, un po' di colite niente di che, però ho letto su internet che la dispnea potrebbe esser causa di allergie alimentari.

Il mio problema da un paio di giorni è quello di un respiro non soddisfatto, tendo a fare sbadigli e respiri profondi per soddisfare il respiro, talvolta non riuscendoci e dovendoci riprovare sempre di più.

Questo problema già mi sorse un'annetto fa, però non preoccupandomi andò via col tempo, era un periodo un poco preoccupante per me per la scuola avendo un paio di materie da recuperare ero sotto stress e in ansia, però fortunatamente dopo la scuola scomparve.

È da un paio di giorni che avverto questa sensazione, stamane appena alzato sentivo proprio il respiro forte, pesante all'inspirazione e subito sono andato nel panico, però poi mi sono calmato, però durante la giornata questi respiri forzati continuano
Chiedevo cosa potrebbe essere, la vostra risposta sarà sicuramente dovuta a fattori d'ansia, ma io pensavo, essendo ipocondrico questo COVID-19 penso ne sarete a conoscenza, anche perché i sintomi riguardano la respirazione, quelli iniziali e sono molto spaventato.

[#1]  
Dr.ssa Franca Scapellato

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
E' un disturbo molto comune che però va curato, perché le somatizzazioni ansiose rischiano di diventare croniche. Il virus non c'entra niente, dovrebbe farsi visitare da uno specialista in psichiatria per una diagnosi.
Franca Scapellato