Utente
Buongiorno gentili dottori.

Sono stata dallo psichiatra per un problema di pensieri ossessivi il quale mi ha prescritto una terapia con ssri, che ho cominciato.

Mi sono documentata sul disturbo ossessivo compulsivo per comprendere meglio di cosa si tratta.

Ho intitolato il post ossessioni interrogative perché ho questa tendenza a riflettere insistentemente su argomenti per i quali non si può mai avere una risposta certa.
Di qualsiasi natura, spesso esistenziali.

Quello che volevo chiedervi è semplice.

Le mie sono ossessioni pure?
O giá il fatto di rifletterci su per cercare risposte è da considerare una compulsione?

Perchè se così fosse allora le ossessioni pure senza compulsioni non esisterebbero, visto che chiunque ha un pensiero ossessivo in una certa misura ci riflette su.

So che ai fini del trattamento non cambia, e sto seguendo il trattamento prescritto, più che altro è per una comprensione del disturbo che mi affligge.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Il problema è che la domanda stessa appare essere un sintomo per cui è opportuno che non faccia operazioni mentali per ragionare su argomentazioni relative alla malattia.

La terapia deve essere seguita continuativamente e consentire i controlli periodici che permettono di gestire i sintomi restanti.


Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

https://wa.me/3908251881139