Ansia da panico

Buongiorno!
Per colpa di 3 eventi che mi hanno traumatizzato tanto (attacco di panico ad un'amica, ictus a mia zia e morte improvvisa della madre di un mio carissimo amico) per lo più nello stesso mese, mi hanno scaturito un'ansia da panico davvero TREMENDA che mi crea sempre tensioni in tutto il corpo e pensieri brutti, con conseguenza abbassamento dell'umore (ma non depressione)
Così il mio carissimo psichiatria mi ha prescritto la fluoxetina-ratiopharm (solubile) 20 mg 3 volte al giorno, poi largactil 25 mg 3 volte al giorno, xanax 1mg mattina e sera e trittico mezza compressa da 50 la sera.

Mi sento MOLTO assonnato e stordito e senza forze ma dice il dottore che è normale... però comunque mi ha detto ora di prendere xanax 0, 50 la mattina e 1 la sera Voi che dite?

Dopo quanto fanno effetto benefico?

Tornerò a vivere sereno senza ansia e paure generali?

Mi sento un po demoralizzato... Confortatemi vi prego
E un'altra cosa, ogni tanto mi spuntano macchie rosse (arrossamento) al petto che vanno e vengo ma senza ne prurito e bruciore, due volte è successo che ero in forte tensione mentre parlavo col mio psichiatra di questa situazione e me le son ritrovate persino fino alla pancia e quindi il professore ha dedotto che sia il mio stato attuale di forte ansia... però la cosa che mi turba è che mi compaiono (solo nel petto) anche quando mi sento più serena e meno in ansia, ad esempio quando esco con amici e provo certe emozioni mi spuntano (mi durano 5-10 min e poi se ne vanno). . . io penso che c'è qualcosa nell'inconscio che mi turba ma non sono tanto sicuro perché ancora devo contattare il mio dermatologo.
Comunque c'è che quando sono dentro casa non mi spuntano quasi mai... Sarà l'impatto con l'esterno che inconsciamente mi mette inquietudine?
anche se non me ne rendo conto...
Non credo sia un fatto di pelle ma qualcosa che da dentro me le scatena... Voi cosa pensate?
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 44k 998 248
Se è inquieto o non lo è non è inconscio. Inconscio significa se mai che il cervello è turbato a livello di cellule, elementi cellulari, circuiti specifici etc, con il risultato di essere comunque "in tensione", ma non in senso emotivo o che uno se lo senta, altrimenti lo sa, non è inconscio.
Oppure lo sa ma non capisce il motivo perché non le è evidente, ma questo è un altro discorso, non ne è consapevole.
Le macchie sono macchie, se emergono durante emozioni non è strano (il rossore del volto è tipico per esempio), ma se è un fenomeno nuovo magari va accertato.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini

Ansia

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto