Utente
Buongiorno, mi sono accorta di avere un ciclo.
Passo una prima fase tranquilla in cui è presente del narcisismo (non saprei come definirlo) questo aumenta sempre di più nelle varie giornate fino a una escalation fino a diventare irritabile e paranoica (sono di mio sospettosa sempre) e mi vengono in mente pensieri antisociali, subito dopo per sette giorni mi sento triste.
Dipende anche dalla durata della fase paranoica e rabbiosa se più lunga, i giorni di tristezza durano solo 1/3 giorni.
Nei giorni di tristezza semplicemente piango e mi sento sola e provo molta vergogna.
Io ho un buon lavoro partime e sono al sesto anno di medicina con un'ottima media e in regola e pratico sport.
Ho pochissime amiche e non ho una relazione (ho avuto solo due fidanzati ma sono state relazioni non soddisfacenti) Mi sento sempre angosciata, nervosa, piena di rabbia e disprezzo e appunto sono sempre sospettosa e diffidente.
Cosa potrebbe essere?
Sto facendo anche dei test personologici per capire.

[#1]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
La descrizione è vaga e siccome sospetta qualcosa tende ad enfatizzare ciò che le sembra più opportuno.

Una visita specialistica può inquadrare la situazione in modo completo.



Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#2] dopo  
Utente
Non avere una vita sociale è patologico? La mia non è una scelta e che non trovo nessuno con cui uscire, idem non ho una relazione, niente di niente. Vivo di lavoro, studio, hobby e sport. Faccio molte attività per colmare il vuoto di non avere interezioni sociali. Al cinema ci andavo sempre da sola, idem al ristorante o nei pub, idem viaggiavo da sola all'estero( parlo al passato per il covid)

[#3] dopo  
Utente
Comunque io non ho condotte impulsive e sono astemia e non fumo. Faccio psicoterapia in un csm( boh non so nemmeno l'indirizzo) e non ho mai ricevuto una diagnosi. Stando ai vari psicologi che ho sentito non c'è nulla di anormale nel non avere amici o relazioni, e non averle mai avute. Io però mi preoccupo. Non mi hanno prescritto una terapia farmacologica. Non so perché alcune volte a voce mi hanno citato il Depakin, ma comunque mai stato prescritto. Pure da bambina ho ricevuto una prescrizione di serenase solo una volta( mai assunto) senza nessuna diagnosi dietro( ho visto la cartella clinica ed è vuota, senza diagnosi) Da bambina avevo dei problemi d'apprendimento per questo stavo in terapia. Ai miei genitori dissero che avevo un problema al cervello ma non le dissero cosa e non risulta nulla sulle carte. Assurdo.

[#4]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Non penso che gli psicologi le possano aver citato il depakin, diversamente la citazione ha lo stesso valore di qualsiasi altra cosa presente in giro, poiché senza competenze le prescrizioni non hanno alcun valore clinico.

Lei utilizza un racconto in cui enfatizza alcuni aspetti di sè che probabilmente le danno maggiormente pensiero rispetto ad altre cose.

Si segue una psicoterapia con una progettualità ed una diagnosi altrimenti si perde tempo.

O aveva o non aveva un problema di apprendimento, queste cose non nascono dal nulla.

Una visita psichiatrica può chiarire tutti questi aspetti senza ulteriori attendismi.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#5] dopo  
Utente
Ho una diagnosi di disturbo del linguaggio risalente all'infanzia. Non so che dirle, io mi sono rivolta a un csm, e li ho fatto la visita psichiatrica, e la psichiatra mi ha detto letteralmente" non ho la più pallida idea di cosa tu abbia, ti mando a fare psicoterapia" Sono due anni che faccio psicoterapia senza sapere niente, nemmeno l'orientamento. A un certo punto uso gli incontri come valvola di sfogo, per parlare visto che non ho una vita sociale. Adesso sto facendo una valutazione da un altro psicoterapeuta esterno con vari test tipo millon e altri. Comunque ho fatto varie visite psichiatriche, per un motivo e per un altro e non mi risultano mai annotazioni o altro. Tipo ho fatto la visita psichiatrica anche per la valutazione dei dsa e risulto avere la discalculia, ma comunque rientravo quasi nella normalità.

[#6] dopo  
Utente
Forse è normale non avere mai avuto amici e una relazione e sono io che mi faccio troppi problemi, non so. Comunque non è una mia scelta, proprio non riesco. Non noto vere difficoltà relazionali in realtà, mi sembra di interagire normalmente. Non capisco. Ora sto facendo dei test per i disturbi di personalità, anche se appunto non mi pare di avere propriamente problemi nel relazionarmi, forse sono sospettosa e provo spesso disprezzo e penso che gli altri mi dite ritengano inferiore( beh ma è normale pensarlo dato i miei continui tentativi di fare amicizia ecc che vanno a vuoto)

[#7]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
" non ho la più pallida idea di cosa tu abbia, ti mando a fare psicoterapia"

Veramente fantastico.
Voglio sperare che stia esagerando
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#8] dopo  
Utente
No, non sto esagerando. Comunque ho girato vari psicologi, tra cui l'ultima che mi sta facendo i test e anche lei è perplessa sulla mia situazione. Poi ho fatto delle visite psichiatriche indirettamente, per altri motivi e non mi è stato evidenziato niente( o almeno non mi è stato detto)

[#9] dopo  
Utente
Comunque sulla valutazione psichiatrica segnava: assenza di alterazioni del pensiero e asse timico nella norma. Poi c'era un riferimento al mio linguaggio, c'era scritto che era colto, mi sembra. Non so perché mi chiese se avevo vari amanti sia uomini che donne.

[#10]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Quindi non c'è nessuna diagnosi in questo momento.

I test non hanno significato diagnostico per cui potrebbe uscire qualsiasi cosa.

Il problema è capire perchè insiste nel voler ricevere una diagnosi piuttosto che pensare un percorso analitico che la può aiutare a decodificare queste sue problematiche personali.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#11] dopo  
Utente
Mi hanno detto solo che ho tratti narcisistici, ma è stato detto a voce. Unica cosa confermata da tutti, in pratica. L'unica cosa segnalata è la sospettosità e diffidenza ma non da diagnosi. Non so mi vengono i dubbi vista la difficoltà elevata nel relazionarmi.

[#12] dopo  
Utente
Diciamo che ho sempre la convinzione che chi mi sta intorno mi reputa inferiore e inadeguata. Tutto ciò mi provoca livore e angoscia perché vorrei essere apprezzata. Non mi sento riconosciuta nel mio valore. Ergo passo il tempo offesa e arrabbiata ma anche disgustata. Non riesco proprio a toglierlo questo pensiero, nonché il desiderio di essere ammirata e poi finisce che mi sento triste. La cosa mi si attiva molto pure con gli uomini perché non mi sento valorizzata. Sono tratti narcisistici? Mi hanno detto sì sì, anche se molti profani mi dicono che è impossibile che il narcisismo si manifesti così e mi confondo. Diciamo che io mi trattengo molto per non essere troppo sgarbata e risultare troppo arrogante, e così vado in confusione. Cioè mi dicono che non sono narcisista, io mi lascio andare, dico cose, poi se la prendono e dicono che mi credo chissà chi. Ma in realtà non faccio del male a nessuno, anzi sono molto educata e gentile e per bene.

[#13] dopo  
Utente
Solitamente mi sottolineo che interpreto male le parole e i gesti delle persone, che sono suscettibile e che do troppa importanza a come mi valutano gli altri. Dicono che sono sospettosa. Ma non so se il problema dipenda da tutto ciò.