Utente
Gent.
mi
Soffro di disturbo bipolare, sono in cura con resilient 1cp al giorno.
Dopo circa 5 mesi di fase depressiva, con continui pensieri suicidari, autolesionistici, con abuso di alcol e benzodiazepine, a seguito di un evento stressante sul lavoro, il mio umore è di colpo cambiato per circa venti giorni, ansia, angoscia, irritabilità, dormivo circa due ore la notte, con iperattività e euforia, spese folli, sempre la notte, ascoltavo musica ad alto volume, e mi dedicavo al giardinaggio e ad altre attività senza scopo, come girare intorno casa con la bici.
Sul lavoro vedevo le lettere scivolare sul monitor, sentivo e vedevo parti del mio corpo prendere fuoco.
Passati questi venti giorni mi è venuta la febbre alta con sintomi gastrointestinali molto intensi per circa una settimana, dopodiché l'umore è totalmente cambiato, è rimasta l'ansia, l'irritabilità, ma sono ritornati i pensieri suicidari e autolesionistici.

Indubbiamente è la prima volta che mi succede.

La mia domanda è abbastanza semplice, può una sindrome influenzale gastrornterica, far virare completamente l'umore?
Attualmente i miei livelli di litio sono scesi a 0, 4.

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Mi sembra comunque un decorso di fasi bipolari in continuità. Ha il litio basso, e comunque la fase precedente quella "euforica" non era depressiva, era mista (c'era uno stato di eccitamento corrispondente ai comportamenti impulsivi, con concomitanza di umore negativo).
Va rivista la cura. Anche perché se abusa di alcol l'efficacia del litio si riduce.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2] dopo  
Utente
Con il tempo ho imparato che quando sento ansia, angoscia e inizio a non dormire più come dovrei, c'è qualcosa che non va. Così uso alcol e benzodiazepine per cercare di ridurre questa fase. Purtroppo molti comportamenti "inadeguati" che ho descritto sopra mi sono fatti notare da chi vive con me o altre persone perché spesso non ricordo di averli, o comunque mi sembrano normali, cioè non sono depresso e gli altri non devono rovinare i miei momenti di gioia.
Però la mia domanda era: una forte influenza con febbre alta e grossi sintomi gastrointestinali, può placare momentaneamente lo stato maniacale e far cambiare l'umore ?

[#3]  
Dr. Paolo Carbonetti

28% attività
20% attualità
16% socialità
TERNI (TR)
VITERBO (VT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Gli stati febbrili possono indurre modificazioni dell'umore più in senso espansivo che depressivo. Gli autori del passato, che avevano modo, in assenza delle terapie attuali, di vedere stati febbrili prolungati, riportano spesso questo fenomeno.
C'è l'eccezione dei virus influenzali e para-influenzali, che dopo la fase acuta lasciano molto spesso stati depressivi, a volti lievi (venivano chiamati "esaurimento"), a volte anche gravi. Il covid-19 sembra non fare eccezione a questa regola. Questo accade anche in persone che non soffrono di disturbo dell'umore, e a maggior ragione si verifica in persone con l'umore instabile.
Concordo con il dottor Pacini sulla opportunità che lei faccia rivedere la sua terapia dallo specialista.
Dr. Paolo Carbonetti
Specialista in Psichiatra
Specialista in Psichiatria Forense
Viterbo-Terni-

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, non direi che esista questo effetto, anzi. Lo stato infiammatorio in generale è depressogeno, ma che sia antimaniacale non mi risulta.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"