Utente
Salve, vorrei condividere la situazione di sconforto che sto vivendo.
Da quest’estate ho sperimentato per la prima volta attacchi di panico.
purtroppo ho già esperienza con questi farmaci perché in età infantile visti mia madre soffrire gravemente di depressione e ho sempre visto questi farmaci come una cosa cattiva.
Premetto anche che io fumo cannabis da quando ero ragazzo e diciamo che da un lato mi ha sempre aiutato a spegnere il cervello quando i pensieri negativi negativi diventavano davvero intensi perché mi aiutava a spegnere il cervello per qualche ora mentre in alcuni periodi amplificavano la mia ansia.
Quest’estate persi il lavoro e dovetti tornare in Italia per via della crisi e tornai a vivere con mia nonna.
mi lasciai convincere da nonna ad utilizzare tranquirit per calmare leggermente lo stato d’ansia in cui vivevo.
Ricordo una sera in cui ho bevuto circa 10 gocce associate ad una previa assunzione d alcool, fumai una canna e da lì il tilt, panico puro con tremori e battito accelerato.
Fondamentalmente nella mia testa sapevo di non dover mixare ma che comunque mica sarei potuto morire, però appena fumai andai in panico.
Smisi di fumare erba e prendere gocce (che presi solo per qualche giorno).
Dopo circa due mesi ripresi a fumare ed onestamente le giornate andavano tranquille se non che io essendo uno sportivo da sempre cominciai a sperimentare durante lo sport una sensazione orribile che non mi permetteva più di correre per esempio 60 min perché ad un certo punto sarà stata la paura di star male andavo in panico totale.
Onestamente pensavo fosse il cuore quindi feci controlli ma il medico disse che ho un cuore perfetto (per fortuna) quindi capi che era panico.
Inizialmente questa sensazione era dopo un bel po di sforzo quindi comunque pensavo fosse il fatto che fumo molte/troppe sigarette.
All inizio erano 40min e stavo male, poi 10 e adesso sono arrivato a non poter praticamente più fare sport.
Ne parlai con un medico neurologo amico (ma parlai solo ed esclusivamente del panico durante lo sport) considerando che cominciai a sperimentare panico anche per esempio gocando ai videogiochi (per presunto malessere) lui mi prescisse frontal da 0.25 (che è in pratica xanax a quanto so).
Mezza la mattina e mezza la sera.
Dopo qualche giorno (questa vigilia di Natale) provai a fumare dopo mezzo bicchiere di vino ed andai totalmente nel panico assoluto per ore ed ore.
In quel momento non capivo più nulla e pensavo in maniera ossessiva di morire.
Adesso ho smesso sia di bere e non fumo più erba ma per adesso anche solo con le pillole sperimento molto più frequentemente nella giornata panico ed ansia.
cosa che prima capitava solo in determinate situazioni.
vorrei capire se la dose può essere un problema o.
Io voglio solo smettere con i farmaci e riprendere la mia solita vita senza affrontare la vita come sempre con alti e bassi ma senza panico.
Adesso prendo tre mezze da 0.25 al giorno e sett prossima da psicologo, grazie

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
"ma il medico disse che ho un cuore perfetto (per fortuna) quindi capi che era panico".

No ,questo per esempio è un pensiero da panico. Avere il cuore perfetto di per sé mica significa che tolto quello è panico. E' panico se mai perché ci sono i sintomi del panico, quelli mentali.

Se deve curarlo, il ruolo dei tranquillanti è marginale. Anche il ruolo della cannabis come scatenante è verosimilmente niente più che quello.
Quindi la questione è che si faccia visitare e indicare che tipo di cura è indicata, oltre a far confermare questa diagnosi, che al momento è semplicemente un'ipotesi (congrua con quello che poi racconta, ma questo non significa dare per scontato che sia così e sia l'unico aspetto significativo).
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"