Utente
Buonasera,
Sono una ragazza di 28 anni e sono in cura per DAP e anoressia nervosa.
Ho avuto circa 10 anni fa il DAP che ho curato con entact che ho continuato a prendere a dosaggio bassissimo fino a poco fino a che, a causa dell’anoressia, sno tornata in terapia e mi hanno prescritto sertralina.
Ho cominciato con 25mg al giorno e non ho avuto alcun effetto collaterale, dopo 2 settimane sono passata a 50 mg ma ho avuto una settimana iniziale di attacchi di panico, tremori, formicolii e ansia forte, ora sono passata a 75mg da 2gg ed ho un mal di testa molto forte che peggiora durante il corso della giornata.
All’evenienza (in caso di attacco di panico) prendo mezza compressa di tavor da 1mg, ma il mal di testa non passa.
Non so se è un effetto collaterale e passerà fra qualche giorno o devo preoccuparmi?
Inoltre non so se posso prendere contemporaneamente a questi farmaci (sertralina e tavor) eventualmente degli antidolorifici o ci sono delle interazioni.

Grazie mille
Saluti

[#1]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Prenota una visita specialistica
Il mal di testa può essere un effetto collaterale non correlato al panico, specie se è costante e non a crisi durante gli attacchi. Quando il farmaco inizia ad agire i sintomi possono peggiorare, per poi risolversi in 2-4 settimane, naturalmente ad una dose media efficace.
Le interazioni degli ssri tutti con gli antidolorifici non steroidei comprendono una rallentata coagulazione del sangue, di per sé non significativa se non ci sono lesioni sanguinanti o a rischio di sanguinamento, o malattie della coagulazione.

Non ho però capito perché se aveva risposto all'entact stavolta si è scelta una molecola diversa.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#2] dopo  
Utente
Salve,
Grazie della risposta, per risponderle:
Ho iniziato la cura con entact circa 8 anni fa (non ricordo il dosaggio) per poi ridurlo gradualmente ed eliminarlo, tuttavia sono arrivata a 5mg al giorno e non sono riuscita a smettere perché avevo paura degli effetti correlati (una volta avevo provato a smettere di punto in bianco ed avevo avuto molti effetti spiacevoli).. quindi ho continuato a prendere questa dose minima per 5-6 anni ed ormai credo non mi facesse alcun effetto. Quando sono tornata in terapia quest’anno la nuova terapista (a conoscenza del mio passato con entact) mi ha prescritto la sertralina. Non mi ha avvertito che le prime settimane avrei avvertito un peggioramento dei sintomi o di questi effetti collaterali.

Quindi se volessi provare a prendere un oki ad esempio potrei farlo? (Non avendo problemi di coagulazione)

Grazie

[#3]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
I fans hanno interazione con gli ssri come indicato in scheda tecnica, quindi deve rapportarsi al suo medico di famiglia per poter avere una indicazione per il trattamento del mal di testa.



Dr. F. S. Ruggiero

http://www.francescoruggiero.it
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#4]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
Ho capito la storia, però non vedo sinceramente un motivo in questa storia per il cambiamento di molecola. Non rispondeva più ad una dose piccola, in fase di ricaduta, e quindi non si usa la dose normale ma si cambia molecola ?
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#5] dopo  
Utente
Non saprei, mi sono semplicemente affidata alla dottoressa, non avendo conoscenze in merito. Forse si parlava di assuefazione alla medicina precedente, possibile?

[#6]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
No, che assuefazione era...? Non rispondeva ad una dose ridotta
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"

[#7] dopo  
Utente
Buonasera,
Riprendo la mia precedente domanda perché ormai sono 10gg che il mal di testa non passa e non riesco a calmarlo nemmeno con tachipirina 1000. Volevo sapere quando va considerato preoccupante il mal di testa, cioè quando potrebbe indicare patologie gravi e se il fatto che non passa con la tachipirina sia un segnale negativo.
Grazie mille,
Saluti

[#8]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Va distinto se dipende dal farmaco o da altre cause e vanno prese delle decisioni in merito.


Il suo medico di famiglia la deve indirizzare oppure deve parlare con il prescrittore del farmaco per riportare tale condizione.
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#9] dopo  
Utente
Grazie della risposta.
Il mal di testa è cominciato in concomitanza con l’aumento della dose da 50 a 75mg; la psichiatra mi ha detto che è possibile che sia un effetto del farmaco e che bisogna aspettare 10-15 giorni per dare il tempo al corpo di abituarsi. A me andrebbe anche bene, ma non riesco a trovare un modo per farmelo passare (a volte passa con la tachipirina, a volte con il tavor e altre volte, come oggi, con nessuno dei due). Chiaramente la mia ansia mi porta a pensare al peggio (tumore, aneurisma, ictus ecc)

[#10]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
[#11] dopo  
Utente
Salve,
Ho comunicato alla mia psichiatra del problema del mal di testa e mi ha detto di tornare al dosaggio precedente (50mg), non capisco però questo accanimento con la Sertralina visto che è la seconda volta che dobbiamo riabbassare il dosaggio a causa degli effetti collaterali. Lei mi ha detto (ho anche letto altre domande qui) che la dose terapeutica sarebbe 100-200mg, ma se non riesco ad arrivare a quella dose, che senso ha rimanere ad un dosaggio di 50mg? Se gli effetti collaterali superano i benefici non sarebbe meglio cambiare farmaco?
Volevo anche chiedere se la dose definita terapeutica è calcolata in base alla persona, cioè come accade per altri medicinali, per i bambini ad esempio si usa un dosaggio minore.. lo chiedo perché forse il fatto che non riesco ad aumentare potrebbe essere dovuto al mio peso ancora troppo basso? (Scusate se è una domanda stupida ma non sono esperta in materia)

[#12]  
Dr. Francesco Saverio Ruggiero

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
AVELLINO (AV)
ISCHIA (NA)
TARANTO (TA)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2003
Ha comunicato nel senso che non è stata visitata ed ha fatto una variazione telefonica?
https://www.instagram.com/psychiatrist72/
https://wa.me/3908251881139
https://swite.com/psychiatrist72

[#13] dopo  
Utente
Esatto, tramite whatsapp..

[#14]  
Dr. Matteo Pacini

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VIGEVANO (PV)
MILANO (MI)
BRESCIA (BS)
ROMA (RM)
PISA (PI)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2006
"se la dose definita terapeutica è calcolata in base alla persona, cioè come accade per altri medicinali"

Come non accade per la maggior parte dei medicinali, il contrario. E' calcolata sulla base degli studi, la dose efficace.
Ci sarebbero sottocategorie genetiche, ma non si usa far prima un test per saperlo, per praticità. SI può anche dosare il farmaco nel sangue, per conoscerne i livelli.
Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Visite e Consulti Skype : "Studio Psichiatrico Pacini"