x

x

Diagnosi psicosi paranoide

Noi abbiamo un problema con mia mamma che nel 2007 era stata ricoverata e gli era stato diagnosticato Psicosi Paranoide.
A ricominciato a non stare bene e non voleva farsi visitare, alla fine ha ceduto ed è andata dallo psichiatra che la seguiva in passato gli ha prescritto olanzapina 5mg.
Non so se prenderà la medicina, se insistiamo abbiamo l’effetto contrario perché si innervosisce e non le prende.
Ha dei momenti dal pianto, dispiacere passa ad essere agitata a dare la colpa su di noi per cose non reali.

Noi vorremo chiedere un consiglio su come comportarci quando ha delle crise e quando dice cose non vere, quando ha comportamenti anormali, quando le sembra tutto strano.

Noi come famigliari che atteggiamento dobbiamo avere?

Come possiamo aiutarla a stare bene?
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 39.8k 927 271
Forse non vi è allora chiaro il problema. Che atteggiamento avere con uno che ha la febbre per fargliela andar via ? ....
State ragionando su dei sintomi di una psicosi come se non fossero sintomi di una psicosi. Apposta l'avete portata con grande sforzo dal medico. Presumo anche che il medico abbia stabilito con voi una sorta di alleanza per cercare di curare la persona, visto che da sola, se è psicotica, non è consapevole.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref

[#2]
dopo
Utente
Utente
Lei non si rende conto de problema, per lei sta bene e siamo noi che complottiamo contro di lei. È un momento molto difficile e quando ha crisi non sappiamo come convincerla a prendere le medicine.