Linfonodi mesenteriali in prossimità della giunzione ileo-cecale

buon giorno, in attesa della visita specialistica (fra 3 settimane) mi permetto di chiedere cortesemente a voi i risultati di una eco addominale (ho 71 anni, soffro di reflusso allo stomaco da circa 20 anni ed ho sempre sofferto di colon irritabile) : Presenza di alcuni linfonodi mesenteriali in prossimità della giunzione ileo-cecale (dimensioni max.
di 16x8mm.
); concomita un lieve ispessimento della parete dell'ultima ansa ileale.
ho una calprotectina borderline a 119 (valori borderline 51 - 120) e una leggera PCR a 8 (v.
n. < 5).
Vorre cortesemente, se possibile, una vostra valutazione.
grazie
[#1]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,6k 219
L' ipotesi più probabile è che vi sia una infiammazione della mucosa intestinale e che le linfoghiandole siano - come diciamo noi - di tipo reattivo.

Prof. alberto tittobello

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio gentile Professore per la sua cortese risposta. Solo una cosa : devo fare, secondo Lei, una colonscopia ( che feci già nel 2016 ed era normale) o solo curare ed eventualmente ripetere la calprotectina e la eco tra 2/3 mesi? Grazie
[#3]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,6k 219
Sì, metta in programma una colonscopia : l ' indicazione è data da quell ' ispessimento della parete dell ' ileo e dalla calprotectina al limite. La terapia sarà così più mirata.

Prof. alberto tittobello

[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio ancora per la sua gentile risposta.Un'ultima cosa: la colonscopia tradizionale ( assai fastidiosa) si può sostituire con una colonscopia virtuale ? La ringrazio ancora. Buon giorno.
[#5]
Prof. Alberto Tittobello Gastroenterologo 4,6k 219
Non nel suo caso, perché saranno utili i prelievi per l ' esame istologico.

Prof. alberto tittobello

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio