Psichiatra, neurologo o psicologo?

Salve, ho un figlio di 19 anni con una grave D. S. A e con un duro trascorso, abbandonato dal padre alcolista quando aveva 7 anni, ha perso dopo un anno il nonno con cui aveva un rapporto meraviglioso e la nonna 3 anni fa' con un tragico incidente. Quando aveva 12 anni ho avuto un altro figlio, da una storia finita male dopo 2 anni circa di convivenza. Nonostante le tante difficoltà che ha dovuto affrontare, è cresciuto apparentemente sereno, ma con una bassissima autostima, secondo mio parere dovuta principalmente alle gravi difficoltà D. s. a e da un mio atteggiamento iperprotettivao. Nell adolescenza sono iniziati i primi segni di vero malessere con atteggiamenti depressivi, mancanza di stimoli, crisi di pianto, insicurezza, ansia. Tre anni fa', dopo la perdita di mia madre (lei era bipolare) a tutto questo sono subentrati attacchi d'ira incontrollata, dove si auto lesiona dando pugni e testate sui muri. Questi attacchi d'ira sono causati da tutto lo stress che accumula per trattenere la rabbia e la frustrazione, che non esprime per sensi di colpa verso le persone per cui li prova, è stato sempre molto empatico e pur di non creare sofferenza agli altri la crea a se stesso. Alle medie quando per la sua D. S. A ha iniziato ad essere canzonato, si è creato una corazza indossando la maschera del tipo forte e temuto, con le ragazze e gli adulti è stato sempre molto timido, le ragazze sono attratte dal suo atteggiamento misterioso e lo corteggiano, a lui basta un sorriso per innamorarsi, ma quando vede, ogni volta, in loro un comportamento "leggero e superficiale" perde la stima in loro e non riesce ad arrivare all' intimità, perché non ha interesse per l atto sessuale in se ma vorrebbe la storia d' Amore seria. questo lo fa cadere in forte disperazione, dove sente un vero e proprio dolore fisico al petto e ne seguono giornate di pianto rabbia e frustrazione. Prima dei suoi attacchi d'ira mi dice che vede passarsi davanti agli occhi tutte immagini violente, e immagini di momenti brutti della sua vita. Ha sempre evitato di difendersi da chi lo bullizzava per paura di non controllare la rabbia e lasciarlo di conseguenza a terra, così i pugni che fortunatamente non da alle persone, purtroppo però lì da ai muri.
Per tutti gli anni scolastici, come prassi per la sua D. S. A, è stato seguito da una psicologa e
l anno scorso l'ho portato da altre due psicologi, dove però non è più voluto andare perché non riesce a confidarsi.
Sta usando da circa 3 anni cannabis in maniera a volte esagerata, si è sbronzato 5 volte in tutto e ogni volta mi ha chiamato in suo soccorso piangendo.
Dorme poco e ha pochissimo appetito, tranne le poche volte che fuma erba e mangia.
Sono davvero molto preoccupata e mi rendo conto che il buon dialogo che reputo ci sia tra di noi non basta e abbia bisogno di un aiuto professionale, anche perché una madre spaventata non aiuta!
la mia domanda ora è: Più indicato Psicologo o Psichiatra?
Grazie mille
[#1]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41k 1k 63
Suo figlio deve essere valutato da uno specialista in psichiatria.


Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille per il suggerimento, anch'io credo sia più indicato.
Lui mi dice che ha paura a parlare di quello che nasconde dentro di sé e lo fa stare tanto male , non riesce a parlarne con nessuno ,neanche con i più cari amici e anche se ha accettato di andare da uno psichiatra mi dice che sicuramente non riuscirà a parlarne neanche con lui perché ha troppa paura delle conseguenze.
Io credo che ha paura di essere considerato pazzo e di dover come tale subire determinati trattamenti terapeutici.
Come posso rassicurarlo? Qualsiasi cosa avrà la necessità di confidare sarà tutelato dal segreto professionale?
Attraverso la descrizione che ho dato si può pensare a qualche aspetto di schizofrenia? Grazie
[#3]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 41k 1k 63
Non si può pensare a nulla lo psichiatra sarà in grado di valutare quanto necessario
Disturbo bipolare

Il disturbo bipolare è una patologia che si manifesta in più fasi: depressiva, maniacale o mista. Scopriamo i sintomi, la diagnosi e le possibili terapie.

Leggi tutto