x

x

Cura per somatizzazioni ansiose

Buonasera, in passato ho scritto su questo sito per manifestare alcuni problemi che sono in miglioramento.
Tuttavia, a distanza di un anno, sono ancora affetto da ansia che mi provoca capogiri e fascicolazioni diffuse forse causate da somatizzazione.
Preciso che l'ansia non è costante e di conseguenza nemmeno i disturbi che può provocare e non sono depresso.
Sono andato da uno psichiatra/neurologo: esame obiettivo negativo; RM encefalo negativo; visita cardiologica ok; Holter 24H ok; ecografia addome ok; elettromiografia negativa; elettroliti ok.
Mi ha prescritto 10 gocce di Levobron prima dei pasti tre volte al giorno e Xanax da 0, 5 mg a Rilascio Prolungato prima di andare a letto.
Il tutto per 30 giorni e poi ritornare a visita.
Ho letto che il Levobron si assume per problemi gastrointestinali che io NON ho.
Io sono terrorizzato da eventuali effetti collaterali dei psicofarmaci e ho paura che possa diventarne dipendente.
In passato il mio medico (che non è psichiatra) mi aveva prescritto poche gocce di Entact una volta al giorno ma non ho avuto il coraggio di assumerlo.
Ho letto che lo Xanax agisce sugli effetti che l'ansia provoca mentre l'Escitalopram (Entact) agisce alla base del problema.
Potreste darmi un consiglio?
Con questa dose di Xanax rischio di andare in giro tutto intontito come uno zombie?
Ho paure di queste cure ma sono anche stanco di sopportare l'ansia e gli effetti che produce.
Grazie a chi potrà darmi un consiglio
[#1]
Dr. Matteo Pacini Psichiatra, Psicoterapeuta, Medico delle dipendenze 40.3k 930 271
"mi aveva prescritto poche gocce di Entact una volta al giorno ma non ho avuto il coraggio di assumerlo"

Quindi, riassumendo: non si sta curando. Non capisco cosa significa concretamente il riferire gli stessi sintomi che sta avendo da tempo quando poi la posizione finale è di rifiutare le cure. Anzi, direi che è proprio sintomatico: aniché procedere rimane fermo a ripetere i sintomi, a stupirsi che esistano, e per giunta anche a commentare i farmaci che non sono poi quelli della cura di base che le sarebbe stata data.

Dr.Matteo Pacini
http://www.psichiatriaedipendenze.it
Libri: https://www.amazon.it/s?k=matteo+pacini&__mk_it_IT=%C3%85M%C3%85%C5%BD%C3%95%C3%91&ref