x

x

Diffidenza patologica

Ho ricevuto varie diagnosi di disturbo narcisistico da degli psicoterapeuti, solo che online spesso mi hanno detto che potrei essere ciclotimica o borderline.
Premetto che ho fatto tante visite psichiatriche, e mai ho avuto delle diagnosi.
Mi hanno messo coartazione affettiva, tratti ansiosi, spettro autistico (diagnosi ricevuta in infanzia).
Ho un'emiparesi destra che praticamente non si vede, e ne ho risentito solo per una lieve disarticolia.
Ho un ottimo lavoro e varie lauree.
Il problema sono le relazioni.
Fino a età adulta non ho mai avuto amici, e solo negli ultimi anni sono riuscita ad accumularne vari.
Ora ho varie amicizie che durano da anni.
Nelle relazioni sentimentali ho ancora problemi: non riesco ad averne.
Ho individuato un mio modus operandi che non riesco a bloccare: sono io che distruggo le relazioni, bloccando e insultando; questo perché mi sento derisa, umiliata e non apprezzata/amata.
Il problema è che io voglio attenzioni e ammirazione in continuazione e dimostrazioni di amore, secondo i miei standard.
Mi si attiva qualcosa: paura, rabbia, e allora chiuso immediatamente i rapporti in maniera violenta.
Purtroppo ho cercato di fare una psicoterapia, ma lo stesso problema si presenta con i terapeuti perché non mi prestano le attenzioni che vorrei.
Credo che si sentano manipolati da me, perché cerco attenzioni.
Se capissi perché mi scatta tutto ciò, potrei forse fermare questo circolo vizioso, ma nessuno mi sa spiegare perché funzionò così.
Fortunatamente con il lavoro ho imparato a darmi una regolata a riguardo, o sarei ancora a cambiare occupazione ogni secondo per insoddisfazione perenne.
In passato ho sofferto anche di cleptomania, durata 4 anni, e poi passata.
Non so se si tratta anche in questo caso di comportamenti compulsivi.
[#1]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 2.8k 146
Gentile utente,
una diagnosi accurata si fa mediante un'attenta e lunga valutazione clinica, con o senza test.
Ancor più tempo e impegno richiede una cura, ma sembra che lei si sia sempre rifiutato/a di accedere ad una terapia secondo le modalità prescritte dallo specialista, anziché secondo i dettami suggeriti dalla sua malattia.
Guarda caso, là dove manifestare i suoi tratti disfunzionali le creerebbe troppi inconvenienti, lei li tiene a freno: "Fortunatamente con il lavoro ho imparato a darmi una regolata a riguardo, o sarei ancora a cambiare occupazione ogni secondo per insoddisfazione perenne".
Ma questa insoddisfazione perenne lei continua a procurarsela sul piano delle relazioni sentimentali, e forse anche delle relazioni tout-court: che vuol dire, infatti: "non ho mai avuto amici, e solo negli ultimi anni sono riuscita ad accumularne vari"? Quando mai gli amici si "accumulano" come oggetti da collezione?
Resta, assieme ai due che lei individua molto bene (desiderio malato di attenzioni e reazioni inconsulte quando le sembra che queste manchino) il problema della sua appartenenza di genere.
Lei sulla scheda si dichiara di genere maschile, ma poi parla di sé costantemente al femminile.
Almeno nel chiedere il presente consulto avrebbe dovuto chiarirci la sua posizione, per permetterci di aiutarla. Se fa così anche con i partner, può capire da solo/a che li lascia alquanto sconcertati.
Buone cose.

Prof.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Il sesso maschile è partito per sbaglio, non me ne sono accorta. Sono donna. Comunque sono bisessuale, ma onestamente mi vesto in modo molto femminile, e pure nei gusti e comportamenti lo sono. Spesso penso che avrei preferito nascere uomo, perché avrei avuto meno problemi. Stavo andando da una psicologa in un centro di salute mentale, ma mi ha detto che il disturbo narcisistico non è un disturbo grave e psichiatrico, perché molto diffuso. Le ho detto che sono sempre malinconica, e lei mi ha risposto che non è un problema se sono un po' depressa. Ovviamente per me non è così...ogni tanto con l'igiene lascio desiderare appunto per la depressione. In generale cerco di curarmi facendo vari sport tutti i giorni, e stando sempre a dieta; facendo trattamenti estetici, ma spesso sono disordinata, vestita bene, ma disordinata, e magari non mi cambio le mutande e i calzini, ma solo i vestiti, perché quelli si vedono, mentre l'intimo no. Ma appunto perché sono abbastanza depressa. Qualcuno mi ha detto che potrei avere una ciclotimia mista, perché comunque sono iperattiva perennemente e ho sempre manie di grandezza e molte energie e mi impegno in molte attività. La psicologa mi ha detto che i miei sbalzi d'umore dipendono dal ciclo, ma non ho capito su che criterio ha stabilito ciò. Certamente non mi ha tenuto informata su molte cose. Comunque nessuno mi vuole seguire perché vengo trovata manipolatoria, perché cerco di attirare attenzioni. E poi oralmente non mi viene da parlare di me, passo le sedute a sparlare degli amici ecc. Mi sono accorta che se da un lato cerco di impietosire per attirare l'attenzione, dall'altro riesco a descrivermi figa e perfetta, pur stando raccontando magari cose negative di me( e onestamente non so come riesco) Sono tutti automatismi. Speravo di trovare un terapeuta in grado di gestirmi( ok che voglio attirare attenzioni e che magari manipolo in quel senso, ma credo ci possa immaginare che significhi distruggere tutti i rapporti e rimanere isolati a causa di mancanza di gestione delle proprie emozioni. Il problema provo molta rabbia e paura, molta paura, e quindi non riesco a controllarmi quando agisco in modalità demolitiva in questi rapporti. Razionalmente so che faccio, m non riesco a fermarmi...non so perché la lavorativamente riesco, forse perché è un campo a cui tengo particolarmente: per me prestigio e carriera, ceto sociale, sono d'importanza fondamentale. La terapeuta mi ha detto che è meglio che io non faccia psicoterapia, e mi ha invitato ad arrangiarmi da sola, che tanto so già che comportamenti non in regola mi attanagliano. E appunto sulla depressione l'ha data come un problema irrisolvibile; invitandomi a continuare con lo sport e meditazione e erbe.
[#3]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 2.8k 146
Gentile utente,
per prima cosa la invito a correggere la sua scheda compilandola con attenzione.
Chiarisca anche quali sono le diverse lauree che ha conseguito.
Utilizzare nei confronti di disturbi come la depressione e la disregolazione emotiva "sport e meditazione e erbe" appare, se pure fosse possibile, certamente insufficiente.
Lei correttamente si è rivolta al settore psichiatrico, e sono certa che gli psichiatri di Medicitalia vorranno risponderle. Le suggerisco di precisare quali farmaci sta assumendo.
Coraggio, e faccia il possibile per lasciarsi curare. Vedrà che l'orizzonte apparirà più roseo.

Prof.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Non assumo farmaci, ma solo integratori. Ho già fatto visite psichiatriche, ma ho ricevuto solo diagnosi di coartazione affettiva, che in effetti rimandano alla diagnosi di spettro autistico ricevuta nell'infanzia. Poi però questa valutazione "coartazione affettiva" è stata contestata perché lavoro con il pubblico e sono allegra( sono allegra e depressa insieme). La psicologa insiste che dipende dal ciclo( questo non so in base a cosa) e all'ansia da prestazione ( questa c'è senz'altro). Però a me sembra di essere depressa perché ho molte difficoltà relazionali, ma perché sono troppo compiacente e molacciona. Cioè faccio fatica ad esprimermi quando sono contrariata, forse per questa coartazione affettiva. Poi succede che improvvisamente mi arrabbio e divento Hulk. Il fatto di non poter esprimere una rabbia distruttiva in certi ambiti, mi deprime ulteriormente. Ho un problema a gestire la rabbia. Mi è stato ipotizzato anche un ADHD, e insieme all'autismo, anche questo da alterazioni dell'umore e disregolazione emotiva. Il problema è che riesco a lavorare, e guadagno bene, e ho due lauree già in porto( non lo dico per privacy), ma non me lo sto inventando. Comunque con il fatto che non sono mai stata arrestata e denunciata e per gli altri aspetti che ho descritto: lauree e buon lavoro, e comunque degli amici, mai ho ricevuto diagnosi, nonostante i sintomi lamentati. Avrei un po' di diffidenza e paura a prendere medicine, non sapendo, e avendo certezza di una diagnosi, onestamente. Comunque la diagnosi di disturbo narcisistico è stata fatta in più strutture, ed è l'unica diagnosi formalizzata oltre allo spettro autistico( quest'ultimo non credo sia irrilevante)
[#5]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
In tutto questo racconto lei non specifica perchè attualmente non ha un trattamento farmacologico o se può chiarire una diagnosi più specifica rispetto a quanto ha già riferito sinora.

In assenza di una chiara diagnosi è ovvio che i trattamenti non siano espliciti ma anche da ciò che indica tecnicamente ci sarebbero dovute essere conseguentemente delle prescrizioni sui sintomi.



Dr. F. S. Ruggiero


http://www.francescoruggiero.it

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#6]
dopo
Utente
Utente
Non so nemmeno se sono depressa. La psicologa da cui andavo non gli ha dato molta importanza; anche sé alcune volte voleva mandarmi dallo psichiatria e mi faceva battute sul Depakin, ma lei non so quanto sia affidabile. Comunque riesco a lavorare e mi sono laureata, anche se ho avuto dei periodi bui in cui prendevo voti bassi, pur essendo per me facilissimo prendere tutti 30/28 pur studiando pochissimo, e questo secondo me dipendeva dalla depressione ( che non sapevo di avere). Pure con il lavoro ho avuto periodi neri in cui non trovavo lavoro e ho subito mobbing, o magari non volevo lavorare perché non mi sentivo apprezzata, ma ora sono 5 anni che ho un ottimo lavoro e non ho particolari difficoltà. I miei amici mi dicono che passo da essere spenta, ad essere gagliarda e stra divertente, ma sono commenti così, che fanno. Da bambina mi hanno prescritto il Serenase, perché dopo l'ischemia ho acquisito un po' di aggressività e paranoia, che ho tutt'ora, ma da quello che mi dissero è un problema neurologico dovuto all'emiparesi( che comunque, come ho detto, non si vede perché muovo perfettamente il braccio, che è rimasto moscio solo per alcuni anni da bambina) Riesco anche a fare molto sport importante più o meno tutti i giorni. Il problema è che ho scarsa igiene, anche se magari mi cambio i vestiti. Ora mi lavo tipo un giorno sì e no, dipende, altre volte più volte al giorno. Onestamente vedo molta difficoltà a inquadrarmi e l'unica cosa sempre confermata sono i tratti narcisistici. E io sono in terapia da sempre, da quando sono nata, appunto per i vari problemi in infanzia. Ho avuto pure 4 anni di cleptomania, mai diagnosticata, che un giorno è passata da sola. Rubavo tutti i giorni, in pratica, ma boh mi è passato improvvisamente, e la causa era sempre la depressione: mi sentivo più felice quando rubavo perché si attivava l'adrenalina ed era tipo una droga.
[#7]
Dr. Francesco Saverio Ruggiero Psichiatra, Psicoterapeuta 38.1k 913 63
Sembrerebbe vare più oscillazioni umorali che depressione ma queste andrebbero trattate in modo deciso e valutati anche gli aspetti neurologici che ritiene siano secondari alla questione pregressa.

E' utile un inquadramento più appropriato.

La psicologa ha tentato di inviarla dallo psichiatra ma stranamente poi non scaturiscono valutazioni approfondite della questione.

https://wa.me/3908251881139
https://www.instagram.com/psychiatrist72/

[#8]
dopo
Utente
Utente
E queste oscillazioni da cosa possono essere provocate? Come si trattano? Io prendo il biancospino e l'iperico e camomilla. Comunque, pur non soffrendo d'ansia, ho parecchi stati ansiosi dovuti ad ansia da prestazione, anche se gli esami li davo ecc. Non ho fobie e non soffro di attacchi di panico, e più che altro ho paura delle persone ( mi sento aggredita se non vengo apprezzata, e mi sembra di subire una violenza; questo perché ho subito molto bullismo, pesante). A me piace anche viaggiare, e sto sempre a zonzo in vari paesi. In effetti è strano che io sia così dinamica e intraprendente, e allo stesso tempo io abbia stati d'ansia continui. Lo stesso per l'umore: sono molto allegra e solare, ma sempre depressa. Online mi è stato detto che potrei essere ciclotimica con fasi miste, ma non so. Nella mia famiglia nessuno ha mai avuto disturbi dell'umore; anche se in molti hanno problemi di personalità, e di ADHD o di gestione delle emozioni. Pensavo da tempo di richiedere una visita neurologica, anche perché mi è rimasta una lieve atrofia muscolare al lato destro, che mi ha portato a vari problemi di postura( motivo per cui faccio sport tutti i giorni). Ho anche una lieve disarticolia, ma ho fatti logopedia per tanti anni. Un ECG potrebbe bastare per individuare eventuali anomalie dovuti a questa lesione di cui mi hanno parlato? O dovrei fare una RMN?