Impotenza psicogena

Premetto che ho avuto una storia di 8 anni con una ragazza con cui andava tutto a gonfie vele...poi finita questa storia ho attraversato un brutto periodo e la mia vita sessuale è tracollata... l’anno scorso mi sono rivolto ad un andrologo che mi ha prescritto il tadalafil... infatti da quando lo prendo riesco a fare del buon sesso.
Ma non sono ancora del tutto sereno vorrei poter fare a meno del farmaco... ma quando non sono sotto l’effetto trovo difficile anche la masturbazione... non so se è perché sono poco ispirato... da qualche tempo anche i video pornografici mi annoiano... è come se non provassi entusiasmo per nulla.
Con l’andrologo l’anno scorso avevo effettuato degli esami ormonali (tt nella norma).

C’è da considerare inoltre che mi vedo da due anni con una ragazza che per tutta una serie di questioni (il fatto che è sposata) ecc ecc... non posso farmi vedere in pubblico con lei, per cui quando ci si vede in macchina o comunque una situazione scomoda non sempre ce la praivasi e la tranquillità per poter permettermi di non usare il farmaco... con l’uso di tadalafil va tutto abbastanza bene.
Da giovane mi masturbavo un sacco avevo sempre erezioni durante il giorno ma adesso che ho 28 anni e da quando mi sono lasciato con quella mia prima storica ragazza nulla è più come prima... forse ho bisogno di tranquillità di una ragazza che posso vedere spesso per prendere sicurezza??
! !...
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.7k 576 66
Gentile utente,

uscendo da una storia pluriennale talvolta si pensa - sbagliando - che con la nuova ragazza si può riprendere sessualmente dal punto in cui si è lasciato con la precedente. E dunque si trascurano tutte quelle avvertenze alle quali all'inizio della vita sessuale di coppia si presta spontaneamente attenzione:
la persona,
il tipo di sentimento che l'un* e l'altr* provano,
la situazione di coppia (clandestina, ecc.),
la situazione concreta in cui si svolge la sessualità (automobile, letto, ..),
la gradualità dei gesti sessuali (si tende a partire dal rapporto sessuale, anziché considerarlo punto di arrivo),
una contraccezione sicura che non influisca sulla erezione come spesso avviene col profilattico; e men che meno il coito interrotto,
altro.
Nel Suo caso, per il pochissimo che noi sappiamo di Lei, buona parte dei fattori suddetti mostrano lacune e ciò ricade frequentemente sul funzionamento erettile.

A questa considerazione aggiungo che la prescrizione della .. pillola blu risulterebbe un tantino frettolosa, dal Suo racconto.
Preliminarmente sono state prescritte dall'andrologo ed effettuate le analisi del sangue (testosterone, ecc.)? con quale risultato?

In considerazione del fatto che ha davanti una intera vita sessualmente attiva ma .. solo con la pastiglia, ha mai pensato di chiedere una consulenza psico-sessuologica per approfondire il lato psicologico della Sua disfunzione?
E' significativo che Lei abbia postato il Suo consulto in area Andrologia e che lo specialista Andrologo lo abbia girato a noi riconoscendone la componente psicogena.
Glielo consiglio caldamente e a breve, per evitare che il problema cronicizzi.
Il/la professionista è l* Psicoterapeuta competente in sessuologia cinica, di cui potrà leggere qui: https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/9098-chi-e-e-cosa-fa-la-sessuologa-il-sessuologo.html .
Indicazioni su Specialist* di ogni area geografica li trova in FISSonline.it, sezione Albo.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Sì le confermo che da un professionista andrologo/urologo mi sono stati prescritti esami ormonali che hanno dato esito negativo cioè tutto nella norma.. al mattino mi sveglio spesso con erezioni ma durante la masturbazione sono spesso in preda a pensieri e probabilmente vittima del fenomeno spectatoring.. credo che al più presto prenderò contatto con un sessuologo anche se non so come o cosa potrebbe dirmi per migliorare le cose .. quindi lei conferma sbagliato l’uso di pillole ?? Quindi non le devo più prendere??
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.7k 576 66
Non "ritengo di per sè sbagliato l'uso di pillole", in specifico della classe di farmaci inibitore delle fosfodiesterasi-5 (PDE5); in molti casi possono risultare efficaci per problemi di erezione.

Solo che, prima di condizionare ad essi il proprio funzionamento sessuale, ritengo preferibile -soprattutto per una persona giovane come è Lei- esperire tutte le via. Tra esse la psicoterapia sessuale che, da mia esperienza di sessuologa clinica, ottiene ottimi risultati in molti casi.

Lei ha titolato il consulto "Impotenza psicogena", attribuendo con ciò la sua disfunzione erettile ad una causa psicologica.
Sembrerebbe però che non si sia mai curato di tale aspetto. Lo stesso scrivere a Medicitalia era indirizzato all'aera di Urologia, ma l'Urologo lo ha spostato in area Psicologia.

".. non so come o cosa [il sessuologo] potrebbe dirmi per migliorare le cose .."
Non si aspetti che sia il/la sessuolog* a "dirLe" qualcosa, ma Lei che dice qualcosa all* specialista.
Ma non mi addentro, dato che Le ho già fornito il linkato sull'argomento.
Raccomandiamo unicamente che sia un* Psicoterapeuta con specializzazione verificabile in sessuologia clinica.

Noi Le abbiamo fornito qui alcuni spunti di riflessione e la indicazione sul percorso verso cui orientarsi nel concreto, in presenza.
Ora sta a Lei decidere cosa farne.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/

Disfunzione erettile

La disfunzione erettile è la difficoltà a mantenere l'erezione. Definita anche impotenza, è dovuta a varie cause. Come fare la diagnosi? Quali sono le cure possibili?

Leggi tutto