Mia madre mi proibisce un sacco di cose e mi tratta male

Chiedo un aiuto qui perchè io non so più dove mettere le mani. E' una situazione che mi sta uccidendo. Penso che prima dovrò risolvere questo problema con mia madre, e poi potrò pensare anche ai miei problemi di socializzazione.

Il problema è questo: ho 20 anni e mi limita in ogni cosa. Secondo la sua teoria la mia vita dovrebbe essere, anche in vacanza, almeno 6 ore di studio al giorno e la sera a letto presto. Si esce il sabato sera e non si torna a casa più tardi di mezzanotte. Il bello è che devo rimanere vncolata a questi orari perchè nonostante abbia la patente non mi da la sua macchina, e non vuole che le amiche mi diano passaggi ("Non voglio essere in debito con le persone" dice lei).

Non devo salire in macchina solo con dei ragazzi. Una sera è capitato che fossi insieme a 3 miei amici, mentre le amiche non c'erano. Ha urlato mezz'ora sul fatto che non dovevo andare in macchina con loro perchè "Dio solo sa cosa combini!"

Non mi vuole lasciare a casa da sola. Quando io vado all'università non so mai a che ora torno, se vengo a pranzo a casa o meno. Lei si lamenta costantemente di questo fatto dicendo "Io non posso mai andare da nessuna parte, devo sempre stare a fare i tuoi comodi" quando io so prepararmi tranquillamente il pranzo da sola. Ma no, quando glielo dico non ci sente e dice che non sono capace.

Non mi hanno mai lasciato una sera a dormire a casa da sola, mentre loro andavano nella casa in campagna. No, io anche se avevo già degli impegni dovevo disdirli e andare con loro pur di non rimanere qui da sola.

Non posso andare a casa del mio ragazzo (cosa che io faccio senza che lei lo sappia) perchè è terrorizzata dal sesso, non vuole che lo faccia, non vuole che se ne parli. Devo rimanere pura e casta fino al matrimonio e con sani principi ( e il fatto che a 20 anni sia io che il mio ragazzo si sia ancora vergini, forse vuol dire che un po' seri siamo). E' perennemente agitata quando esco con lui e dice "Per l'amor del cielo, stai attenta! Non fare sciocchezze!"
Le ho detto che glielo presento se è piu tranquilla, e nonostante si stia insieme da 9 mesi non lo vuole conoscere.

Non posso andare in vacanza con lui. Lui è partito ieri con gli amici e le amiche, per il mare e io sono rimasta qui a casa da sola. Mi sarebbe tanto piaciuto andare, sono delle bravissime persone! Mia madre quando ha scoperto che sarei andata volentieri anche io mi ha trattato peggio di una sciacquetta "Cosa ?? Saresti andata in vacanza con 9 persone? A fare casino? Poi con il tuo ragazzo? Ma che moda è questa! Si sa cosa succede durante le vacanze, ci si va apposta per fare certe cose! Non sei una ragazza seria ... che poi tanto vai là, conosci un altro e te li ripassi tutti! E poi cosa credi, che il tuo ragazzo ti resti fedele stando là?"

Ed è andata avanti dicendo altre cose poco carine. Mi ha dato della poco di buono solo perchè ho detto che mi sarebbe piaciuto andare in vacanza con lui.

Che ne pensate ? Scusate il post lungo!
[#1]
Dr.ssa Paola Scalco Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 4,1k 94 43
Gentile Ragazza,
secondo te per quale motivo tua mamma assume questo atteggiamento con te, trattandoti (secondo le tue descrizioni) come se fossi poco responsabile e poco autonoma?
Ci sono stati episodi particolari che l'hanno portata ad agire in questo modo?
Cosa fai per cercare di conquistare la sua fiducia?
Sei figlia unica?
Non hai fatto cenno a tuo papà: che ruolo ha nella vostra famiglia e nella tua educazione?
Che rapporto hai con lui?


Saluti.

Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
ASTI-3315246947-paola.scalco@gmail.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Si sono figlia unica.

Quando sono nata io non c'erano nonni a cui lasciarmi e lei ha dovuto mollare il lavoro, da quel momento è casalinga e mi ha sempre tenuto con lei.
Non capisco perchè mi tratti appunto come una poco responsabile, dato che sono una di quelle figlie che i genitori non si dovrebbero lamentare di avere.
Sono brava nello studio, ho amicizie (quelle poche che ho) tranquille, sono giudiziosa , non mi sono mai buttata da un ragazzo all'altro ma ho avuto il primo quest'anno, sarà successo due volte di tornare in ritardo la sera, non mi sono mai ubriacata, non fumo. Cerco sempre di non deluderli, di aiutare in casa quando posso ma trovo sempre lei che mi è ostile in ogni situazione.
Addirittura se cerco di aiutarla mi dice che la impiccio e basta. Se non la aiuto si lamenta.

Mio padre è presente si, ma esce la mattina e torna la sera. E quando è a casa sta nel suo studio fra computer e progetti da controllare ... è sempre preoccupato e impegnato, e i nostri dialoghi si limitano alla cena.

Io avrei bisogno dell'appoggio di mia madre: di qualcuno che mi consola se le mie amiche litigano, di qualcuno che mi da fiducia e mi lascia andare a trovare il mio ragazzo, di qualcuno che mi accompagni dalla ginecologa perchè non voglio fare le cose di nascosto.
Invece lei mi è sempre contro, nonostante provi a parlarle e farmi capire.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test