Relazione

Salve,
sono fidanzato da tre anni con una ragazza della mia età(26). Inizialmente ero innamorato di lei e non c'erano particolari problemi nel nostro rapporto. Purtroppo un anno fa è rimasta incinta ma io ho premuto perchè interrompesse la gravidanza e successivamente a questo episodio lei è cambiata. Ha iniziato a prendere degli antidepressivi, è diventata sempre più emotivamente instabile, gelosa, possessiva e insicura...nella vita quotidiana e nel sesso. Lei non ha dei veri amici, e vive in mia funzione, dedica le sue giornate solo a me e pretende che io sia di sua proprietà. è arrivata ad aggredire fisicamente e verbalmente una ragazza che credeva avesse interesse per me e con cui mi ha visto parlare. è paranoica, spesso passa sotto casa mia senza dirmi nulla solo per vedere se c'è la mia auto. In questo arco di tempo io mi sono innamorato di una ragazza fantastica che mi rende felice. Ormai vedo la mia fidanzata come una sorella, come una persona con dei grossi problemi che ha bisogno di aiuto. non la stimo, non la rispetto, non la amo. Ho provato ad allontanarla più volte ma lei ha iniziato a disperarsi, dicendo di non valere nulla, pregandomi di non lasciarla e minacciando di compiere dei gesti assurdi, o di soffrire tantissimo per colpa mia...Mi fa sentire in colpa per quello che è successo l'anno scorso, per come si è annullata per me, e io non riesco a dirle la verità. Non riesco a dirle che non la amo più, che la vorrei affianco solo come amica e che nella mia vita voglio un'altra donna. So che lei non mi lascerà mai. Io sono intoccabile. Posso tradirla, posso trattarla male ma lei è totalmente dipendente da me. Non so come comportarmi, mi rendo conto che così faccio stare male tre persone: me, lei, e la ragazza che amo. Sono divorato dai sensi di colpa e dalla paura di perdere quest'altra ragazza. Mi sento chiuso in una gabbia, vedo la luce del tunnel e ho una voglia disperata di uscire ma sono incatenato al suolo e non so come liberarmi. Grazie dell'attenzione.
[#1]
Dr. Daniela Benedetto Psicologo, Psicoterapeuta 187 4 12
Gentile ragazzo sembra che abbia trascinato questa storia a lungo.
Non so perchè abbia insistitito per l'aborto ma forse già un anno fa sapeva di non amare la sua ragazza. Vero è che la sua ragazza ha probabilmente acuito le problematiche di insicurezza successivamente alla decisione di abortire o meglio questa abbia rotto un equilibrio già poco stabile. Credo che abbiate entrambi il diretto di liberarvi da questa simbiosi e che lei possa spiegare alla sua ragazza che è arrivato il momento di parlare seriamente e che vuole affrontare il tutto con l'aiuto di una persona esperta che possa "sostenere" le risposte emotive di entrambi alle eventuali decisioni che prenderete.
Che ne pensa?

Dr.ssa Daniela Benedetto
Psicologa e Psicoterapeuta a Roma
tel. 3396306112 www.danielabenedetto.it
Visite on line ( durante la pandemia)

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio