Utente
Caro/a Dottore/ssa, non so più che fare.Mesi fa per via del mio lavoro oltreoceano, con comunicazioni molto difficili, ho provato a chiedere al mio amore...un periodo...perchè lo vedevo troppo preso da me...senza mai pensare a se stesso, ad uscire, mi sentivo dannatamente in colpa, perché già il mio lavoro mi distruggeva...ma pensare che stesse distruggendo anche lui non lo accettavo.Solo che con i mesi, abbiamo continuato a sentirci (mai corna di mezzo)...negli ultimi tre mesi, siamo stati insieme e poi lui di nuovo ha avuto paura, poi è tornato e poi nuovo paura, due giorni fa è tornato...ma poi ieriha avuto come un crollo nervoso...dovuto ad uno stress causato da questi mesi, per i nostri problemi e problemi di salute di familiari stretti.Ora i suoi amici, mi chiedono di lasciarlo stare, che sta male, è sotto cura di antidepressivi.Io vorrei sapere, se possibile, cosa posso fare (considerando che siamo tanto distanti).L'altro giorno, prima del crollo, aveva programmato tante occasioni in cui vederci...e mi diceva le cose più belle del mondo.Cosa devo pensare ora?Mi eliminerà dalla sua vita?Posso aiutarlo?Devo sparire dalla sua esistenza?A che porta uno stato di stress del genere?A rinnegare il passato?Mi sento totalmente inutile.Ma lo amo e se sparire dalla sua vita, può fargli solo bene lo farò.Ma per favore datemi una parola di conforto, vi prego...

[#1]  
Attivo dal 2012 al 2016
Gentile Utente,

direi che se è lontana non potrà fare granché, se non essere di conforto quando vi parlerete.

Mentre lui certamente si curerà per il proprio esaurimento, a Lei suggerirei di non farsi prendere da paure immotivate, come: <<Cosa devo pensare ora?Mi eliminerà dalla sua vita?...>>, perché complicano inutilmente la situazione.

Consideri l'accaduto come un'occasione per mettere alla prova le Sue capacità di autocontrollo, che sono necessarie per affrontare gli imprevisti che la vita a volte ci impone.

[#2]  
Dr.ssa Carla Casini

20% attività
0% attualità
0% socialità
SESTO FIORENTINO (FI)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Gentile utente,

Concordo con il collega, da lontano non si può fare molto, se non cercare di essere comprensivi ed empatici nel momento in cui vi vedrete.
Il suo fidanzato mi sembra comunque soffrire molto di questa situazione, tuttavia dovrebbe essere lui eventualmente a prendere una decisione e non lei, se lei riesce a sostenere abbastanza tranquillamente la lontananza.

Cordiali Saluti,
Dr.ssa Carla Casini
Psicologa Psicoterapeuta Sesto Fiorentino Firenze

[#3] dopo  
Utente
Gentili Dottori,

grazie per le vostre risposte, perdonate il mio silenzio fino ad ora, ma sono stati
giorni davvero brutti...
Ora sto un pò meglio, cerco di farmi forza e a lui ho inviato non più
di un messaggio al giorno...per evitare di stargli addosso...
Mi sembra una situazione inverosimile e suppongo di dover immaginare
la mia vita, senza di lui.
Vorrei abbattere la distanza...è da più di un mese e mezzo che gli ho garantito
che andrò a vivere nella sua città...ma mi rendo conto ora...che solo lui
può capire...sentire cosa vuole essere, cosa vuole...
...io provo a rialzarmi...
...ma mi domando...la sua disperazione nello stare senza di me...il suo cercarmi e dirmi e
progettare cose fantastiche...erano dettati
dal suo stato o sono cose che realmente
prova...?
Non ho risposte, so che potrebbe tornare come non tornare mai più,
ho pianificato tutto per andare da lui, per vederlo...ma ho tanti dubbi...
...ho paura che si sentirebbe costretto a vedermi (coinciderebbe con il giorno del
nostro anniversario!)...
Inizio a credere che sarebbe meglio se mi cercasse lui...e mi fa paura l'idea che non lo farà...
Vorrei da voi...una semplice risposta.Il giorno che supererà questo disagio che ha ora...
...è possibile che saranno cambiati anche i suoi sentimenti?
Lo so che sembro presa da me...in realtà continuo a chiedere di lui ai suoi amici, nei messaggi che scrivo a lui,gli scrivo che ci sono, che lo aspetto e che lo amo...vorrei che qualcuno desse una parola di incoraggiamento a me...qualcuno che sa capire la situazione...dal punto di vista "medico".

Grazie di cuore

[#4]  
Dr.ssa Carla Casini

20% attività
0% attualità
0% socialità
SESTO FIORENTINO (FI)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Gentile utente,

Le relazioni amorose, poiché sono "una questione di sentimenti" non sono facilmente comprensibili ne' prevedibili, pertanto credo che nessuno di noi esperti possa prevedere con certezza quali saranno i sentimenti del suo fidanzato.
Tanto più che a distanza ed on line questo diventa ancora più difficile.
Quello che posso dirle e' di cercare di stare più tranquilla possibile e lasciare al suo fidanzato un tempo ragionevole per chiarire con certezza la sua posizione rispetto alla vostra storia e al tempo stesso cercare di capire meglio cosa vuole anche lei, dato che al momento sembra molto centrata su di lui.
Forse in questo momento sta vivendo troppo la sua vita in funzione del suo partner. Provi magari riflettere su questo punto.
Cordiali Saluti,

Dr.ssa Carla Casini
Psicologa Psicoterapeuta Sesto Fiorentino Firenze