Omosessualità o disturbo della personalità

Salve e grazie per aver messo a disposizione questo portale.Descrivo ora la situazione cercando di essere il più chiara possibile perchè mi sto rovinando la vita senza capirci nulla. Ho un'amica sposata con figli che di recente ha scoperto che il marito la tradiva e che lui non l'ama più, la situazione ancora si sta evolvendo ma intanto lei è rimasta ancora con lui (e secondo me viste le problematiche forse ci rimarrà per sempre). La conosco da 2 anni e tutto il secondo anno praticamente le sono stata vicina mentre scopriva la vera natura del marito, siamo diventate ancora più amiche. Abbiamo 12 anni di differenza. Io sono bisex ed ho una compagna da tempo e lei lo sa.In pratica lei mi cerca sempre, mi dice che mi vuole bene, ke sono al pari dei figli ma non che me ne vuole come ad un figlio e allo stesso tempo sono molto più di un'amica e non mi vuole bene come un'amica.Tempo fa le ho confessato di avere dei sentimenti per lei, ma lei mi manda continui segnali contrastanti, dice quasi arrabbiandosi di non essere lesbica ma mi vuole sempre vicina a se e con me cerca anke un contatto fisico, ci prendiamo per mano quando siamo sole e ci mandiamo sms molto dolci. Dice che non può fare a meno di me ed io ke la desidero non penso solo ad andarci a letto ma per prima cosa al suo bene, e cerco di esserci sempre.ma vorrei capire come stanno le cose: lei mi vuole o no?Oppure il suo è solo il desiderio di una persona sola di ricevere un po' di attenzioni e amore? Lei si rende conto e mi dice di vedere quanto aiuto ed affetto le do.E' una persona molto semplice ke è sempre vissuta in casa e solo per il marito e i figli skiacciata dalla prepotenza di lui e gli credeva finquando non gli ho aperto gli okki. Come posso capire e aiutarla a capire?Magari è bisex o magari l'attrazione che dice di provare nei miei confronti non l'ha mai provata e non sa come comportarsi, aiutatemi vi prego.Io ne sono innamorata e nonostante tutto mi reprimo per cercare di aiutarla come un'amica. Un'anno fa eravamo un po' brille e lei ha avvicinato il volto al mio e io di riflesso l'ho baciata, lei ha detto che è stato bellissimo ma che tra noi non poteva esserci nulla. Lo so è una gran confusione ma vi prego aiutatemi a capire pekè questa cosa mi sta uccidendo.
[#1]
Attivo dal 2013 al 2020
Psicologo
Gentile Utente,
da un singolo comportamento (in questo caso di ricerca della sua persona) non si può dedurre che la persona sia omosessuale o bisessuale.

Proprio perchè questa donna sta vivendo un momento di difficoltà anche a causa della sua situazione matrimoniale, può aver trovato in lei un "porto sicuro" dando dei segnali che possono far "pensare" ad una probabile omosessualità (ma è tutto da vedere)

Credo che forse sia proprio lei a dover fare chiarezza. Se nei confronti di questa donna prova più di un'amicizia, e considerando che al momento non ricambia come vorrebbe, come pensa di comportarsi?
[#2]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 220 111
Gentile utente, la caccia dei segnali significativi può essere frustrante sotto certi aspetti (per la continua attesa di riceverne conferme) e fuorviante (vista la possibilità di interpretare arbitrariamente segnali sulla base di una propria aspettativa o desiderio)
pur comprendendo la delicatteza di una argomento simile da trattare tra due amiche che si vogliono bene, l'unico modo per uscire da questo impasse è la comunicazione chiara di quel che si prova e di quel che si vorrebbe. Da qui la "crisi" (costruttiva)e la chiarificazione definitiva.
saluti

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#3]
dopo
Utente
Utente
Cercherò di approfondire alcune parti, la parte peggiore della crisi col marito è ormai passata da mesi, lei è già da tempo che si è resa indipendente da lui almeno psicologicamente e ci rimane perchè costretta nel senso che non ha nulla ne un lavoro ne un concreto aiuto esterno ma ha 5 figli che vuole crescere nel migliore dei modi, ha trovato il modo di sopravvivere li dentro. Per questo penso che il suo attaccamento quasi ossessivo con me non derivi da questo, inoltre quando era veramente a terra per quanto necessitasse di me il suo comportamento era diverso. Non è una donna che ricerca il contatto fisico con nessuno eppure quando siamo sole, specie in auto lei spesso mi tocca in un modo che non sempre sembra ingenuo le cosce e come dicevo ci teniamo per mano coccolandoci, le cose non sono mai andate oltre. Inoltre ieri mi ha ribadito per l'ennesima volta "io non sono lesbica" ma mi sembra che lo dica con un po' troppa enfasi eppoi tenta di dirmi a parole quanto mi vuole bene anche se poi non le trova e si limita a dirmi "ti voglio tanto bene" sembra voglia dire altro. Io penso che pur essendo ancora giovane lei è vissuta sempre in casa sotto quel despota del marito e prima è stata cresciuta in una casa molto dura e cattolica, non sarà bisessuale ma per me ciò che sente nei miei confronti non è un affetto che c'è tra amiche ne riconoscenza. Lei mi dice proprio che ha bisogno di me nella sua vita e che non sa perchè ne ha così tanto bisogno, dice che le manco e che si agita se per qualche giorno non ci vediamo, mi ha scritto anche una poesia che finisce dicendo "i miei pensieri sono pieni di te". Chiedetemi tutti i chiarimenti di cui avete bisogno ma non traete conclusioni affrettate, lo so ke è molto complicato ma cercate di aiutarmi.
[#4]
Dr.ssa Elisabetta Scolamacchia Psicologo, Psicoterapeuta 740 20 3
Gentile utente,
Mi rendo conto di quanto la situazione che sta vivendo sia complessa e confusa e come questa continua incertezza sia per lei molto pesante da gestire. Non ricorrerò a conclusioni affrettate, sia perché, come lei sa, non possiamo fare diagnosi su questo sito ma solo ipotesi, sia perché mancano diversi elementi. Forse la sua amica e' innamorata di lei, o forse ne ha bisogno affettivamente e psicologicamente ; l'unico modo per saperlo sarebbe avere una sua risposta chiara, cosa che finora non e' avvenuto. Nel frattempo, pero' , lei sta male . Pensa che se lei chiarisse alla sua amica i suoi sentimenti in modo inequivocabile si sentirebbe meglio piuttosto che rimanere in questa tormentosa incertezza? Cordiali saluti.
Dott.ssa Elisabetta Scolamacchia

Dr.ssa Elisabetta Scolamacchia
Psicologa. Psicoterapeuta. Analista Transazionale

[#5]
dopo
Utente
Utente
Perdonate la mia maleducazione, un sentito ringraziamento a tutti coloro che mi hanno risposto in particolare alla Dott. Scolamacchia alla quale mi rivolgo ora direttamente, lei ha detto ciò che io non trovavo le parole per dire: "e' innamorata di lei, o forse ne ha bisogno affettivamente e psicologicamente?".
Questo è quanto vorrei riuscire a capire.
Non le ho mai detto fino in fondo ciò che realmente provo per lei perchè non ci sono riuscita, aveva così tanto bisogno di qualcuno che ho sempre anteposto i suoi bisogni ai miei, non potevo dirle tutto e rischiare di rovinare la nostra pseudo amicizia, chi l'avrebbe aiutata poi? una volta una persona ha detto di me che sono altruista fino all'autolesionismo forse è vero.Ogni tanto è lei che tira fuori questo discorso non io e ogni volta si risolve con un nulla di fatto, ciò che mi tormenta è se fosse innamorata di me ma non avesse il coraggio di ammetterlo a se stessa, forse per questo si giustifica dicendo che non sa come collocarmi nella sua vita nè come chiamare ciò che prova per me, ieri ha anche aggiunto, dopo aver ribadito quasi incazzata di non essere lesbica, che a lei piacciono gli uomini ma non ci si trova con loro e l'ideale sarebbe un uomo ma con la testa di una donna, per me questo ha un significato, anche io la pensavo così prima di aver un'esperienza omosessuale.
Si io potrei trovare il coraggio di parlarle ma se poi la perdessi per sempre?questo si che mi ucciderebbe
[#6]
dopo
Utente
Utente
Un'altra precisazione, con lei mi sembra di avere una relazione, condividiamo tutto e facciamo tante cose insieme, anke le questioni di casa sua le decide con me e l'aiuto con i figli (che mi adorano)
ed abbiamo un'altissima intimità, come una coppia vera e propria tranne che per il lato sessuale.
Inoltre poco tempo fa senza spiegarmi oltre mi ha detto che ha parlato con una delle figlie più grandi e che le ha detto che lei (la figlia) non avrebbe mai accettato una relazione omosessuale della madre. Quando le ho chiesto spiegazioni non me ne ha date.
[#7]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
" Io sono bisex ed ho una compagna da tempo e lei lo sa..."

Gentile utente,

Lei dice di essere innamorata di questa Sua amica, ma come intende regolarsi con la Sua compagna?

Mi pare ci sia molta confusione in questa situazione: la Sua amica sta uscendo da una brutta storia e si sta riassettando per tenere insieme tutti i pezzi della propria vita.
Non è mai una buona cosa infilarsi in storie del genere, anche perchè è probabile che questa Sua amica, pur volendoLe molto bene, non abbia messo a posto ed elaborato completamente la rottura con il marito.

Poi c'è Lei, che va alla ricerca di indizi su possibili sentimenti da parte di questa Sua amica. Ma prima ha deciso che cosa vuole davvero?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#8]
Dr.ssa Elisabetta Scolamacchia Psicologo, Psicoterapeuta 740 20 3
Gentilissima,
La invito a valutare con attenzione, prima di esporsi. E' ovvio che debba proteggersi da un eventuale rifiuto, perché questo e', purtroppo, sempre possibile. Non vi sono garanzie nelle relazioni, amicali o sentimentali, con gli altri... sfortunatamente...ed e' questo che rende la vita di tutti così terribilmente complicata. La sua amica puo' avere resistenze che, ovviamente, vanno rispettate, tuttavia, siccome qui e' lei che pone il problema, e' di lei che io mi preoccupo. Lei dice di aver sempre anteposto i suoi bisogni a quelli degli altri al punto che l'hanno definito autolesionista. Ecco, io vorrei tanto che lei non si facesse del male ma tenesse in seria considerazione la sua auto protezione. Ora lei sa che gli psicologi raramente danno consigli, e mai direttamente via web, quindi la invito a mettersi in contatto con se stessa, insomma, di mettersi al primo posto. Ci faccia sapere ! Un cordiale saluto
Dott.ssa Elisabetta Scolamacchia
[#9]
dopo
Utente
Utente
E' molto complicato da spiegare la compagna che ho ora è stato il mio primo amore e probabilmente l'amore della mia vita non ho mai avuto occhi per nessunaltra/o, e ora c'è questa donna bellissima che mi ha stravolto, è una cosa che è cresciuta pian piano conoscendola e ke in parte offusca la mia attuale relazione, non so bene cosa voglio eppure se questa mia amica mi volesse non so se sarei capace di tirarmi indietro ed ecco perkè fino ad ora ho sempre cercato di mantenere la nostra "relazione" negli standard dell'amicizia, Ora cerco solo di capire è difficile e non so come fare anke a parlarle non so proprio come fare.
[#10]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 494 45
Secondo me vale prima la pena fare chiarezza dentro di Lei.
Il rischio è di rovinare una amicizia e anche di perdere l'amore della Sua vita.
E se si rendesse conto che si tratta di una semplice infatuazione? O di un momento di stallo nella Sua relazione d'amore?

Perchè non prova a parlarne con uno psicologo di persona per capire meglio?

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test