Mi sento un fallito a 23 anni

Salve sono un ragazzo pigro stressato e ipocondriaco da 4 anni.. fino ad allora ero un ragazzo normale anche se con un passato piuttosto complicato (sono stato adottato a 9 anni e separato da due sorelle) cmq vivevo come chiunque altro ragazzo praticando sport andando a scuola vedendo gli amici ecc ecc..sseppur mi piaccia fare il duro sono molto insicuro (è quasi sempre così no?:-)) tutto è cominciato dopo la relazione piu lunga finora finita dopo un anno con un suo aborto e io che sono scappato per la vergogna..anche se lei ancora non lo sa. Da lì la mia vita è cambiata.. tenermi tutto dentro era diventato troppo grande per me e mi sono chiuso sempre fi piu... ho cominciato a fare uso di cannabinoidi e molto meno frequentemente di droghe chimiche... si.. sono caduto nel tranello. Tra sballi vari e dopo aver perso tutti i miei veri amici che una volta saputa questa cosa mi hanno allontanato (giustamente) sono volati tre anni e un anno fa non mi era rimasto niente.. grazie al mio orgoglio (ne ho troppo) raccolse le forze e chiesi a mio zio se potevo lavorare da lui..proprietario di una piccola azienda agricola.. mi presi un impegno e lavorai per sei mesi in famiglia.. come al solito mi stancai e preferii la via piu facile cioè smettere e chiudermi in casa...an da quando cominciai a lavorare smisi di fare uso di sostanze (me lo imposi e ce la feci.. devo dire che pensavo fosse piu difficile). Sta di fatto che mi trovai punto accapo. . E da lì cominciò il calvario che portò ancora avanti.. incontrai ina persona che mi offrì uno spinello.. fumammo e io mi confidai con lui.. saranno state le emozioni ..o la canna piuttosto forte dopo mesi che non fumavo.. che mi sentii male..formicolii alle braccia giuramento vista annebbiata battito accelerato e una sensazione strana nel petto..bhe. . Dalla paura non toccai piu niente e mai piu lo farò..non bevo neanche piu il caffè.... sta di fatto che per mesi ho avuto una serie di disturbi con la comparsa delle exstrasistoli e tutto quello che ne concerne...sono finito in pronto soccorso e mi hanno detto che secondo loro ho il cuore sano..allora ho iniziato a pensare che si trattasse d ansia.. il medico mo ha prescritto un ansiolitici leggero che non ho mai preso(ritorna in gioco l'orgoglio) non posso fare esami aprofonditi perché non ho soldi quindi ora sono: senza amici senza soldi e con la paura di fare sport e la pigrizia che mi impedisce di cercare...non dico trovare.. ma cercare un qualsiasi lavoro... non ho finito la scuola e Anche se volessi non potrei dimenticare il passato visto il nome che mi ritrovo:Celso. Sono in fallito di 23 anni che sta sempre a casa a carico dei suoi, che fuma, che beve e si piange addosso. Delle volte penso al suicidio ma non mi voglio arrendere. Se parlate con me e non mi conosceste non scommetereste un euro su quello che ho scritto.. io sorrido e scherzo sempre.. ma muoio dentro.non vi chiedo la soluzione ai miei problemi... ma di leggerli.. perché non vi vedo e nonmiveegogn.
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

per prima cosa bisogna precisare che l'uso di sostanze è correlato con l'insorgenza di disturbi d'ansia e di attacchi di panico.
E questo è un primo aspetto che emerge dalla Sua richiesta.

Il secondo è il fatto che mi pare evidente che Lei stia utilizzando strategie molto disfunzionali (es uso di droghe) quando si sente in difficoltà. Qui sarebbe meglio prendere contatti con uno psicologo, magari presso il Consultorio della Sua zona, per capire meglio e per risolvere il problema.

Non sarà certo scappando o fumando che risolverà le Sue ansie e problemi, non crede?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Certo sono d'accordo con lei.. ho magari i miei genitori adottivi avrebbero dovuto cagarmi un Po di piu (mi passi il termine) visto che loro hanno sempre pensato di risolvere il problema andando (loro) in centri specializzati per tossici e alcolizzati.. ancora oggi vanno ogni martedì a Udine in un centro per alcolisti e seppursapendo che io quel giorno vistoche non ci sono(rientrano a mezzanotte) ne apRsoffitto per bere loro invece di parlarmi credono che sia quello il modo giusto.. e non pensi che mi canoscondo. .visto che la mia camera è un tappeto di bottiglie vuote. Ho chiesto di andare con loro ma per qualche motivo non posso.. una volta ho trovato un quaderno dove ogni persona del gruppo scriveva le sue impressioni sulla vita degli altri (secondo quello che raccontavano) e la gente scriveva su di loro... poverini non vi meritate questo siete delle brave persone ecc.. ecc.. per due anni non mi hanno mai chiesto niente partivo alle sei del pomeriggio e rientravo alle otto di mattina in certi stati che potete immaginare andavo a letto e ricominciato... mai una parola da parte loro.. ora che sono crollato sembra che sono una persona irrecuperabile.. per mesi quando sbagliavo qualcosa o mi comportavo male mi davano del tossico e adesso si aspettano che io sia un bravo ragazzo e mi comporti bene con loro.. lo so che scappare e bere non è una soluzione. Lo so che uno psicologo mi potrebbe aiutare ma non penso di avere disturbi d ansia e attacchi di panico.. forse incosciamente. . Non ho un soldo in tascae quindi non mi posso certo permettere 50 $ a seduta o piu..è un circolo e io sono fottuto. Cordiali saluti.
[#3]
Dr.ssa Angela Sarracino Psicologo, Psicoterapeuta 174 5
Gentile ragazzo,
con una sintomatologia che va avanti da anni, credo che sia arrivato il momento di fare qualcosa per sè di più sano. Deve curarsi e imparare ad amarsi di più.

"senza amici senza soldi e con la paura di fare sport"
Per le relazioni sociali non servono troppi soldi. Esistono associazioni, circoli culturali, gruppi di giovani, nei quali può provare ad inserirsi per ricominciare a relazionarsi con il mondo esterno, elemento importantissimo per il suo benessere.
Per far questo però capisco che debba anche stare bene psicologicamente ed essere motivato ad uscire dalla sua solitudine e dal vortice buio in cui è caduto. E' fondamentale allora l'aiuto di uno psicologo; esistono centri di salute mentale e consultori presso le asl dove con pochissimi soldi o in modo gratuito si può accedere a delle cure psicologicamente. Perchè non si informa?
E' troppo giovane per darsi già per vinto. Si dia una possibilità per ritornare a stare bene.
In bocca al lupo

Dott.ssa Angela Sarracino
Psicologa - Psicoterapeuta - Sessuologa clinica
www.sipsec.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
Dottoressa Angela sarracino io amo lo sport e non ho paura di farlo per qualche motivo ignoto ma solo perché dopo quattro anni in cui non ho fatto niente e con la comparsa delle exstrasistoli (dovute all ansia o a qualcos'altro che evidentemente non conoscero mai) e leggendo tonnellate di materiale online (lo so che non è il massimo.Ma è gratis) mi sono imparanoiato e ho paura di avere problemi cardiaci. Di conseguenza evito qualsiasi attività fisica.cmq la ringrazio del consiglio mi informerò :-)
[#5]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 493 45
Gentile Utente,

comprendo il Suo punto di vista, ma ci sono le strutture pubbliche, all'interno delle quali può trovare certamente psicologi che potranno aiutarLa.

Cordiali saluti,

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio