x

x

Post sogno - ansia e tachicardia

Salve Dott. /ssa le scrivo per parlarle di una situazione che dura da 3 giorni. Io ho mia madre che da giovane soffre di depressione , e fin qui nulla di strano. La scorsa notte però ho fatto uno strano sogno : mia nonna mi raccontava che anche lei da piccola soffriva di stati d'ansia e depressione e che è dovuto ad un fattore genetico se mia madre oggi ha la depressione e che quindi anche io che sono la figlia sicuramente prima o poi ne soffrirò; al termine del sogno mi sono svegliata spaventata con tachicardia , ma poi ho ripreso sonno. La sera del giorno seguente ho ripensato a quel sogno e credo di aver avuto tipo un attacco di panico avevo paura ,tachicardia , mi mancava il respiro..questa cosa in questi giorni non si è ripetuta come attacco di panico , ma comunque capita che durante la giornata mi aumenta il battito del cuore senza alcun motivo e che mi sento ansiosa e agitata, poi mi passa. Voglio premettere che sono uno studentessa universitaria d'infermieristica e che sono in un università fuori casa , e quindi non vedo i miei da un bel pò ,e che quindi nell'ultimo mese e mezzo sono stato super caricata da tirocinio e studio per dare gli esami . Lei pensa sia dovuto allo stress? O il sogno che ho fatto mi ha fatto salire un ansia immotivata ?
La ringrazio in anticipo
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 15.9k 516 109
Gentile utente,
Il sogno non è premonitore; riflette le Sue paure: soprattutto quella che la depressione sia ereditaria. E su questo potrà confrontarsi su quanto ipotizzano le differenti scuole di pensiero.
Il problema ora è l'ansia, amplificata dal sogno ma presente nella Sua vita stressata di questo periodo.
Riesce a mantenere e rispettare un tempo minimo quotidiano di relax e di riposo, per "staccare la spina"? Altrimenti la psiche, sovraccarica, manda segnali di SOS...

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

[#2]
dopo
Utente
Utente
Innanzitutto la ringrazio per avermi risposto Dottoressa, si sicuramente tra qualche giorno riposerò avendo le vacanze estive del mese di agosto, sperando di essere più serena e di risolvere questo problema.
La ringrazio ancora, le auguro buon lavoro.
E' stata davvero gentile..
[#3]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19.7k 495 46
Gentile Utente,

anche a me sembra un problema d'ansia il Suo, perchè altrimenti sarebbe più semplice considerare il sogno per quello che è, cioè un sogno che può benissimo NON avere alcun significato.

Lei invece si lascia prendere dalla preoccupazione. Questa preoccupazione di Lei che possa in futuro sviluppare un disturbo psicopatologico è un fantasma che ha in mente?

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#4]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottoressa, anch'io credo sia un' ansia legata alla preouccupazione di poter avere un giorno la depressione , anche perchè è stata la prima cosa che ho pensato quando ho avuto quell'attacco di Panico. La mia domanda è un'altra come mai questi episodi di Ansia mi ricapitano nonostante sia passato tempo dal sogno? Forse inconsciamente è presente ,e non riesco più a controllarlo? Io non mi sento assolutamente depressa sono sempre stata una ragazza molto attiva e con tanta voglia di fare ... e ultimamente quello che mi sta succedendo mi fa preouccupare ,lei pensa che staccando la spina ,e tornando al mio paese questa situazione potrebbe risolversi facilmente ?
[#5]
dopo
Utente
Utente
Gentili Dottoresse, inoltre ho dimenticato di aggiungere un altro dettaglio : sempre in questi ultimi giorni, non ho stimolo di appetito, anzi al contrario, ho nausea e voltastomaco,anche se nonostante ciò mi sforzo e mangio comunque tutto, ma con tanta fatica.

In questi giorni sono stata anche da un dottore della zona dove studio e quando gli ho riferito i sintomi ha pensato che potrei avere l'ipertiroidismo ,infatti appena ritornerò a casa , andrò a farmi questo esame .
[#6]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 15.9k 516 109
Fare accertamenti medici quando consigliato, è sempre opportuno, se non altro per escludere. Se non troverà niente di strano nelle analisi, torni.
Ci faccia sapere.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Sicuramente, e grazie mille ancora di tutto.
[#8]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottori , eccomi di nuovo qui dopo qualche giorno sono arrivate le vacanze anche per me e sono tornata a Casa . Ho fatto le analisi degli ormoni tiroidei e sono risultati tutti nella norma. I primi giorni tornata a casa ho continuato a svegliarmi per i primi due giorni con tachicardia e tremori accompagnati da sensazioni di paura , e durante la giornata a volte mi sentivo ansiosa. Negli ultimi giorni invece la tachicardia non l'ho più avuta e neanche tremori ,però nonostante questo mi sveglio tutte le mattine molto triste ( senza una reale motivazione ) , poi all'improvviso mi passa ...insomma ho sbalzi d'umore veri e propri. Però nonostante i miei sbalzi d'umore , quando sono triste mi sfogo facendo altro :esco, vado al mare ,insomma cerco di fare le cose che ho sempre fatto per distrarmi e devo dire che i risultati sono positivi, nel senso che poi quando esco e faccio quello che faccio normalmente sono felice.
Sono stata dal mio medico di base , e gli ho raccontato tutto , secondo lui sono stata troppo stressata negli ultimi tempi e che questo stress mi sta portando a queste conseguenze (una sorta di esaurimento nervoso) .Io cerco di non pensarci e di andare avanti, anche se quando ho quei momenti di abbattimento è davvero difficile riprendersi. Una cosa che è sicuramente migliorata e che mentre prima avevo carenza d'appetito adesso invece mi è tornata la fame :). Detto ciò , voi cosa ne pensate ? E come dice il mio medico , solo questione di stress? Secondo voi è il caso di fare dei controlli anche per quanto riguarda gli estrogeni ? Vi ringrazio tanto .
[#9]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 15.9k 516 109
Ben ritornata,
Sono molto contenta che le analisi siano andate bene!
Crto, lo stress è probabilmente la causa di tuìtta la situazione.
Resta da considerare questo aspetto: era la situazione veramente stressante oppure il Suo modo di porsi?
Perchè questo problema potrà ripresentarsi alla ripresa scolastica...
[#10]
dopo
Utente
Utente
Salve Dott.,la situazione è stata indubbiamente stressante, e io forse ho dato anche troppo , Tra tirocinio in una comunità. Psichiatrica, tornavo a casa e studiavo tanto anche perché. erano tanti gli esami da fare ,e ovviamente tempo per me non ne avevo proprio ,però vivo col mio ragazzo in una casa (anche lui studente) , quindi la compagnia era ottima . Comunque al di la,di tutto questo dopo tutta questa situazione che mi è capitata :dal sogno , all'attacco di panico ecc..continuo a svegliarmi triste ,poi appena parlo con qualcuno e mi sfogo sto meglio, ma in realtà. la mia paura più. Grande e' di rimanere per sempre cosi , ho paura di diventare davvero depressa e di non uscirne più...e se solo ci penso mi sento male. Inoltre vorrei risolvere tutto questo in breve tempo visto che a settembre dovrò. Ritornare a scuola, e questo pensiero non fa altro che accelerare la mia ansia , come se avessi una data di scadenza alla quale devo tenere conto . Se dovessi osservare la mia situazione dall'esterno direi che mi sono fatta suggestionare dal sogno e di conseguenza ora mi sento cosi, dall'interno invece è. Un Po più complicato affrontare tutte le conseguenze che ne sono derivate.
[#11]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 15.9k 516 109
Beh, per il momento la priorità è da dare al riposo e relax, però relax significa anche vacanza dai pensieri bui: anche la mente ha bisogni di "tirare il fiato", per un periodo che decide Lei.
Però poi si faccia aiutare da un collega Psy, per evitare tutte le "profezie" negative che Lei prefigura. Può rivolgersi anche al consultorio della città nella quale studia, il servizio è gratuito.
[#12]
dopo
Utente
Utente
Salve Dottoressa , oggi pomeriggio ho chiamato una psicoterapeuta del mio paese e ho preso appuntamento per domani sera per avere un consulto. Volevo farle una domanda , oggi pomeriggio ho riflettuto su un aspetto fondamentale di tutta questa situazione e volevo confrontarmi con lei...diciamo che tutto questo malessere è partito da quel Sogno che ha fatto nascere in me una paura relativa alla possibilità di avere un disturbo depressivo...è possibile che io mi sia autosuggestionata e convinta cosi tanto di esserlo , al tal punto da provare sintomi corrispondenti al disturbo stesso ? La ringrazio , come sempre è gentilissima .
[#13]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 15.9k 516 109
Gentile utente,
sono proprio contenta che lei abbia deciso di confrontarsi con la Psicoterapeuta!
E dunque domani sera potrà porre a lei in persona questa domanda, che è pertinente e può avere più risposte!

Ci faccia sapere, se lo desidera.
[#14]
dopo
Utente
Utente
Salve dott. le riscrivo per aggiornarla sulla mia situazione. Dal confronto con la psicoterapeuta , le ho spiegato la mia situazione e lei mi ha detto che il sogno è lo specchio delle mie paure , e che la sera seguente al sogno quando davanti alla scena di quel film ho avuto come un flesh che mi ha ftt pensare me depressa e di conseguenza l'abbandono da parte del mio ragazzo , mi sono spaventata enormemente è li è iniziato il panico ( io da quel momento mi sono sentita diversa ) e da li poi sono partite tutti gli altri attacchi di panico , e mi sono sentita triste ma non semplice tristezza io ho provato la sensazione di essere depressa, poi gli alti sintomi erano paura eccessiva che qualcosa fosse cambiato , che io non fossi più me stessa, avevo paura di essere depressa o di essere diventata pazza. Sentivo dirmi dagli altri che mi ero autosuggestionata che non dovevo preouccuparmi che non avevo nulla, da li la mia ansia è aumentata ho pensato se gli altri mi dicono che sto bene allora vuol dire che è colpa mia che mi sto inventando tutto!, e da li ho iniziato ad avere paura di essere ipocondriaca o di essere una malata immaginaria ..! Sapevo benissimo che tutto questo non era possibile però il nome di queste patologie mi faceva tremare . Mi sono successe tante di quelle cose in questo mese che ho difficoltà anche a metterle in ordine : comunque in generale oltre la paura della pazzia , ho spesso confusione mentale , difficoltà a concentrarmi , paura di non essere più la stessa ( sento come se da quell'evento una parte di me se ne fosse andata ,oppure c'è ma non riesco a farla riemergere ) , mi guardo allo specchio e spesso non mi ritrovo e piango mi dispero in quel pianto come se volessi tirate fuori me quella che sono sempre stata ero felicissima , non mi mancava nulla . A fine mese sono anche andata a fare un viaggio di 7 gironi con bambini dell'usl della mia università come volontaria , avevo prenotato mesi fa non potevo non andare , anche se a dire il vero con quello che stavo passando non avevo voglia. Arrivata li mi sono sentita prima triste , poi ho avuto forti crisi di pianto al bagno quando mi specchiavo , e per la forte ansia ho avuto sintomi di depersonalizzazione , è stata una sensazione orribile : io sono stata li per 7 giorni e mi è sembrato di non esserci ero costantemente distaccata , impaurita , non mi ritrovavo avevo la sensazione di non esistere . Tornata dal viaggio ho parlato con la psicoterapeuta del usl e lei mi ha detto che io ho avuto un vero e proprio Trauma che mi sta causando tutti questi sintomi. Inoltre dimenticavo di dirle che ho continui flesh back della mia infanzia mi sono ricordata cose che mi ero totalmente dimenticata. Ho paura di non farcela , di non uscirne , ma so certo che questa paura non mi aiuterà a superare questo periodo ,ho pensieri intrusivi negativi sulla mia vita, di mie potenziali fallimenti , ho continui sensi di colpa. Ieri addirittura ho avuto pensieri negativi sulle due cose che per me sono importantissime : il pensiero negativo in me diceva e se fosse colpa dell'infermieristica , so che non è cosi ma questo pensiero mi tormentava, poi mi è passato; in seguito quello che mi ha fatto disperare è stato quello sul mio ragazzo : lui è la mia vita , è parte di me , è la cosa più bella che mi sia capitata al mondo , e all'improvviso ho avuto un pensiero negativo che incominciava ad assillare : "lo ami sempre vero? , lo ami come prima ? nulla è cambiato? io cercavo di scacciarlo cioè mi è venuto paura del pensiero e di conseguenza non ha fatto altro che aumentarmi, e sono scoppiata in lacrime , e sono andata totalmente nel delirio. La mia preouccupazione ora non è questa perchè io so di amarlo troppo, però sono arrivata al limite, cioè le ho fatte tutte : dubito di me stessa , della mia vita , paura del futuro , paura di non farcela e ieri addirittura dubitare sulle mie due passioni più grandi : infermieristica e il mio ragazzo ( che tra l'altro è anche la causa del mio primo attacco di panico , cioè la paura di essere abbandonata da lui) , non so che pensare la psicoterapeuta mi ha detto che in realtà non ho nulla , non sono malata , è solo una fase post traumatica e che mi farà fare psicoterapia a frosinone . Domani parto per andare a frosinone per il tirocinio , lascio immaginare il mio livello di ansia e paura quanto sia alto , forse è per questo che proprio ieri questi pensieri negativi mi assillavano? L'ansia e la fase post traumatica ti fa sentire cosi impotente e fragile ? La ringrazio come sempre .
[#15]
dopo
Utente
Utente
Gentili Dottori sono stata da una neuropsichiatra la quale raccontando l'accaduto, ha affermato che si potrebbe trattare di un disturbo post traumatico da stress, ma lei opta come diagnosi una lieve dissociazione , per la quale sto prendendo dei farmaci : prima le gocce da 1mg EN e ora mi ha aggiunto lo ziprexa da 2,5mg la sera x qualche giorno . con lei sto facendo anche delle sedute di psicoterapia nella prima mi ha fatto parlare della mia infanzia e del mio modo di rapportarmi agli altri x capire un po che tipo sono ,oggi alla seconda visita mi ha chiesto semplicemente come mi sono sentita che sintomi avevo e mi ha prescritto lo zyprexa . Mi chiedevo ma la psicoterapia consiste in questo:cioè io ti parlo dei miei sintomi e il dott, mi da farmaci ?? Premetto che tutto questo mio malessere è partito da un evento traumatico e che oltre la dissociazione lieve , io ho altri sintomi quali agitazione , difficoltà a dormire bene x tutta la notte , scoppi di collera , mi vedo diversa , mi sento impotente e ho difficoltà a vedere con ottimismo il mio futuro, facilmente irritabile , rabbia , mi sembra di stare in un film e di guardare dall'esterno tutto quello che mi accade , mi sento passiva sintomi di derealizzazione e depersonalizzazione , e ultimamente si è aggiunto un sintomo che mi fa stare davvero molto male , non riesco a provare amore , mi sento apatica . Volevo chiedervi il vostro parere , secondo voi e il caso che continui con questa cura e con queste visite con la neuropsichiatra ? o è il caso di rivolgermi ad una psicoterapeuta per intraprendere un percorso di psicoterapia cognitivo - comportare . Questi sono sintomi di una lieve dissociazione ? Vi ringrazio .

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto