Ansia e antidepressivi

Salve, sono una ragazza di 25 anni e da 5/6 mesi ho cominciato a soffrire di attacchi d'ansia, oltre che soffrire di emicrania già da anni. Il mio neurologo mi ha prescritto da un paio di mesi lamictal da 25mg e in più ho preso xanax da 50mg, ora lo prendo solo al bisogno da 25mg e ovviamente gli antidepressivi zaloft da 50mg una copressa la mattina dopo colazione. All' inizio i sintomi si sono accentuati, ma dopo due settimane mi sentivo già molto meglio, il mio umore era migliorato. Purtroppo è durato poco , le scrivo perchè continuo ad avere momenti di panico e di forte ansia,i battito accelerato e respiro affannato, non mi è successo niente per cui mi devo sentire cosi! Sono stata una settimana in vacanza proprio per rilassarmi e invece sono stata quasi tutti i giorni male, ho avuto mal di testa, ansia ,insonnia, momenti di nausea,agitazione e attacchi di panico. Sono preoccupata perchè neanche con gli antidepressivi sto riuscendo a liberarmene.Sto cercando di ripetere dentro di me che devo stare serena, che non ho alcun motivo per sentirmi così, ma nonostante ciò non riesco a rassicurarmi.Può essere che la dose è poca? dovrei andare da uno psicologo?che cosa devo fare? Sto La ringrazio in anticipo
[#1]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
Gentile Utente,

dalla descrizione che fa sembrerebbe che il dosaggio dello zoloft sia basso, infatti 50 mg sono la dose minima spesso, ma non sempre, efficace.
Nel Suo caso la possibilità che possa risentirne positivamente di un eventuale aumento della dose è concreta, pertanto ne parli con lo specialista che La sta seguendo per valutare come procedere.

Cordiali saluti

Dr. Antonio Ferraloro

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie, è stato gentilissimo, un'altra cosa che le vorrei chiedere è in media per quanto tempo bisogna prendere gli antidepressivi anche se immagino che sia una cosa soggettiva e mi chiedevo se dopo la sospensione mi ritrovo punto e da capo. Ho letto che i farmaci hanno la stessa efficacia di una psicoterapia e che analizzando il problema potrei riuscire a lavorare su me stessa, mentre gli antidepressivi ti aiutano solo quando li prendi. Lei cosa ne pensa a riguardo? secondo lei è giusto utilizzare solo dei farmaci?
[#3]
Dr. Antonio Ferraloro Neurologo 68,2k 2,1k 23
In questi casi la terapia farmacologica è senz'altro indicata e spesso risolve il problema. A volte però l'associazione della psicoterapia può risultare utile, deve essere lo specialista che La segue ad indicare come procedere.
Come Lei ha correttamente scritto, la durata della terapia deve essere individualizzata in base alla risposta del paziente, non esistono tempi predeterminati. In ogni caso questi sono lunghi, diversi mesi, a volte anche qualche anno.
Non è invece corretto affermare che gli antidepressivi aiutano solo durante il periodo di assunzione, spesso invece risolvono il problema, a volte è necessaria una terapia di mantenimento con dosaggi minimi.
Sono gli ansiolitici invece che hanno solo efficacia nel periodo dell'assunzione.

Cordialmente

Cos'è l'ansia? Tipologie dei disturbi d'ansia, sintomi fisici, cognitivi e comportamentali, prevenzione, diagnosi e cure possibili con psicoterapia o farmaci.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test