Fiducia nel rapporto

Buongiorno,
Io, 23 anni, e il mio fidanzato 27, stiamo insieme da quasi un anno, c vogliamo bene ma nn riusciamo a costruire un rapporto normale perche lui nn riesce a fidarsi d me... io tt quello che potevo fare l ho fatto, ho provato a dargli sicurezze, a parlargli ma a quanto pare i miei sforzi nn hanno dato buoni frutti....anche io commettero qualche errore, nessuno e perfetto, ma nn errori tali da fargli pensare che posso avere una vita parallela... io m sto trovando in una situazione in cui nn m riconosco evito d fare qualsiasi cosa x evitare che lui s arrabbi ma questo nn m sta facendo bene.. nn vogliamo che la storia finisca ler questo chiediamo il suo aiuto... e vero, io m arrabbio quando m fa domande x controllarmi, ma dopo 1 anno sarà pure normale, no?! E lui dice che il mio arrabbiarmi cosi nn fa altro che farlo pensare male.

[#1]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Cara ragazza,
Purtroppo sembra che abbiate entrambi strutturato un rapporto non proprio basato sulla fiducia reciproca.
Come sono i vostri rapporti con amici, familiari?
C'e stato fra voi qualche episodio di menzogna, manipolazione??
Dovreste andarvi a rivedere il passato per capire e riparare, se c'e' qualcosa da riparare...

Dott.a FRANCA ESPOSITO, Roma
Psicoterap dinamic Albo Lazio 15132

[#2]
Dr.ssa Laura Rinella Psicologo, Psicoterapeuta 6,3k 119 7
Gentile Ragazza,
la fiducia è un elemento fondamentale in una relazione di coppia che appunto non dovrebbe essere basata sul controllo dell'altro.

In linea generale non fidarsi dell'altro può celare insicurezze personali, scarsa stima di sé o altro ancora...

Le sue rassicurazioni e i suoi sforzi, il suo arrabbiarsi non stanno sortendo i risultati sperati infatti le dinamiche disfunzionali in atto tra voi continuano a ripetersi sostenendo e amplificando malessere personale e di coppia.

Date le difficoltà che state incontrando dalle quali pare non riusciate a uscirne da soli, la vostra volontà nel continuare il vostro rapporto , sarebbe opportuno sentire il parere diretto di un terapeuta di coppia che alla luce di ogni elemento utile vi possa accompagnare a comprendere ciò che sta accadendo tra voi e trovare soluzioni proprie, naturalmente se ne siete entrambi motivati.

Restiamo in ascolto

Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#3]
dopo
Utente
Utente
Gentile dottoressa,
Parlo ovviamente per il mio conto...con amici e familiari ho un rapporto sereno e mi confido cn loro.. per quanto riguarda me e lui, io nn gli ho mai mentito, nn ho mai voluto fargli del male e nn gli ho mai mancato di rispetto... m viene da pensare che lui sia rimasto scottato da qualche sua esperienza passata... lui e piu grande d me e ha vissuto in maniera sicuramente diversa rispetto a me, ma cio nn sognifica che debba fare di tutta l erba un fascio...magari hanno tradito la sua fiducia e adesso sn io a dovermela conquistare cosi difficilmente anche se nn ce ne e bisogno.. un' altra ipotesi potrebbe essere quella che lui accusa me di fare determinate cose perche lui e il primo a farle...anche perche, m puo spiegare come sia possibile che a me nn verrebbero mai in mente cose e meccanismi che lui pensa costantemente?!
Grazie
[#4]
Dr.ssa Franca Esposito Psicologo, Psicoterapeuta 7k 154
Potrebbero essere entrambe le ipotesi, o molte altre.
Non possiamo saperlo
Ma quello che sembra evidente e' la mancanza di fiducia e di compresione reciproche, senza le quali e' difficile qualsiasi rapporto, non solo sentimentale.
Parlatene con pacatezza, senza volere addossare la responsabilita' all'altro ma cercando punti di incontro.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test