Periodo di fragilità e innamoramento

Buongiorno,

vorrei gentilmente chiedere se, in un periodo di crisi, dovuto ad una relazione finita male e con strascichi dolorosi e allo stress pre-laurea (con tutto il corredo di intoppi burocratici per la tesi), ci si può innamorare di un compagno di facoltà, con cui c'è un'amicizia "superficiale" che si è rafforzata nelle ultime settimane. E' possibile che in un momento di vulnerabilità si sia portati a vedere in un semplice amico, che ti offre sostegno e sollecitudine, un qualcosa di più?
[#1]
Dr.ssa Laura Rinella Psicologo, Psicoterapeuta 6,3k 119 7
Gentile Utente,
la relazione terminata era con una ragazza?
In cosa consiste la crisi, quali strascichi dolorosi, da cosa è connotata la sua crisi precisamente?
Come stava in precedenza?

Senza sapere nulla di lei difficile rispondere alla sua domanda, potrebbe essere ad esempio data l'attuale fragilità che riferisce (non meglio definita) che i suoi bisogni la portino ad interpretare in una certa maniera i sentimenti per questo amico o/e che lei si ponga continuamente dubbi in merito conseguentemente al suo stato emotivo.
. Si tratta solo di ipotesi tra le tante possibili, anche fallibili da qui che non la conosciamo.

Ci vorrebbe dire di più?

Dr.ssa Laura Rinella
Psicologa Psicoterapeuta
www.psicologiabenessereonline.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Il quesito riguarda una ragazza, la cui crisi è dovuta al fatto che l'ex non accetta che sia finita e che continua con recriminazioni e rancori a distanza di circa 4 mesi. Quindi parlo di una ragazza che esce con un suo amico e che sta affrontando dei cambiamenti, la laurea imminente, l'incertezza su cosa fare in futuro, lo stato emotivo di vulnerabilità, ecc... Chiedo quindi se sia possibile, di fronte ad un amico che le sta vicino, innamorasi di questa persona, pur con tutta la difficoltà che può esserci a lasciarsi andare, o se si tratti piuttosto di una semplice attrazione fisica o simili.
[#3]
Dr.ssa Laura Rinella Psicologo, Psicoterapeuta 6,3k 119 7
In effetti il suo quesito è stato posto in forma impersonale e ha lasciato adito ad una interpretazione erronea.

Così come anche questo, chi sarebbe questo ragazzo, lei?
[#4]
dopo
Utente
Utente
In effetti, mi rendo conto di aver posto il tutto su un piano impersonale, forse perchè credevo si potesse darne un'interpretazione generale. Per rispondere alla sua domanda, sì, l'amico in questione sarei io.
Lei mi sembra confusa, per "lei" itendo la ragazza in questione e chiederlo direttamente a lei mi sembrerebbe poco conclusivo... Un paio di amici in comune pure non sanno esprimersi, anche se propendono per l'intepretazione che sia innamorata.
[#5]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Caro lettore,
quando si termina una relazione, si sente un po' il vuoto e il disorientamento... Anche quando si tratta di scelte consapevoli. Il quotidiano deve essere re-impostato, così come tutte le nostre abitudini.
Le motivazioni della ragazza possono essere diverse. Proviamo a non interpretare, piuttosto confrontiamoci direttamente e questo lo possiamo fare non solo esprimendole il nostro interesse direttamente, ma anche indirettamente, es. con semplici gesti.
Tutto sarà più semplice, se evitiamo di continuare a confonderci.

Ci rifletta e segua sempre il suo cuore....

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio