Dubbi pillola

Buonasera Gentili dottori,ho scritto già questo quesito in un'altra domanda ma purtroppo non ho ricevuto risposta e mi trovo a chiedere nuovamente perché alla fine vengo sempre a cercare le risposte ai miei dubbi su questo sito.Volevo chiedervi,anzitutto:
1_Qual'è il modo corretto di assumere la pillola?
Ad esempio, io ho difficoltà a deglutirla e continuo a sentirla ferma in gola,nonostante beva litri d'acqua. Purtroppo il dubbio che si sia fermata in gola mi spinge spesso ad assumerne altre e so che non è un bene.
Di solito la inghiottisco a secco e poi bevo tanta acqua(solo perché in questo modo la sento scendere) ma mi è stato consigliato di metterla sulla lingua e poi bere.in questo modo è corretto o la pillola si scioglie prima che arrivi a destinazione?vorrei essere certa che funzioni e non voglio più assumerne in più perché si rischiano trombosi per quanto mi è stato detto.
2_eruttazioni,tosse catarrosa o solo catarro espulso dopo l'immediata assunzione della pillola puòfar fuoriuscire la stessa?
PPurtroppo mi fido solo di questo metodo anticoncezionale, sono i dubbi che mi creano problemi.
Grazie a chi vorrà rispondere.
[#1]
Dr.ssa Lucia Vecoli Ginecologo 834 32 123
Gent. Sig., la pillola va ingerita, come tutti i medicinali per os, mettendola in bocca e quindi ingerendo un sorso d'acqua e deglutendo subito dopo. Una volta deglutita, passa nella faringe, quindi nell'esofago, nello stomaco e nell'intestino, dove viene assorbita. Il regolare assorbimento della pillola è essenziale per il suo funzionamento e può essere compromesso da vomito o diarrea, fortunatamente non da disturbi delle vie respiratorie. In chi ha problemi ad assumere la pillola per bocca, è possibile ricorrere al cerotto o all'anello vaginale, che hanno lo stesso meccanismo d'azione della pillola e sono più semplici da utilizzare, soprattutto in chi ha problemi di deglutizione Ne parli col suo ginecologo, insieme troverete l'alternativa migliore per lei.Cordiali saluti, spero tanto di esserle stata utile,

Dr. Lucia Vecoli

[#2]
dopo
Utente
Utente
Quindi dottoressa,se la metto sulla lingua e bevo va bene?volevo evitare di deglutirla prima a secco visti i problemi.
Non posso utilizzare ne cerotto ne anello perché soffro di DOC e mi fido solo della pillola.con altri metodi avrei troppo dubbi
[#3]
dopo
Utente
Utente
Scusate posso chiedere una precisazione? Voglio davvero evitare di assumere una botta di ormoni ogni serie.se la metto sulla lingua e la deglutisco con il primo sorso d'acqua anziché inghiottirlo prima a secco sarebbe un errore o è un procedimento corretto?
[#4]
Dr.ssa Lucia Vecoli Ginecologo 834 32 123
Gent. Sig. Confermo quanto detto in precedenza. La sua ansia a questo punto e' degna di attenzione in ambito specialistico. Occorre il parere di uno psicoterapeuta. Cordiali saluti.
[#5]
dopo
Utente
Utente
Si,sono già in cura.volevo solo essere rassicurata sulla modalità di assunzione,per evitare di assumerne troppe
[#6]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Gentile signora,
mi sembra che il focus sia il suo pensiero persistente ed intrusivo, che non la rassicura.

Il fatto che continui a chiedere consulti on line,a cercare notizie ne è ulteriore prova.

Avendo già in corso una psicoterapia, sarebbe sempre opportuno confrontarsi con il suo terapeuta e provare a "definire" tutti questi suoi dubbi.

Si dia tempo e si affidi.


Un caro saluto
[#7]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Ragazza,
Spesso le problematiche funzionali, celano significati simbolici correlati all'utilizzo della pillola.

Che rapporto hai con la sua fisicità?
Con la sessualità ?
Quali paure, ansie, difficoltà?
Ha paura di una gravidanza indesiderata?
Ha ricevuto un'adeguata educazione emozionale e sessuale?
Ha un partner fisso, si fida di lui?

Emerge dal suo racconto, un'attenzione "importante", forse eccessiva, al suo corpo, alle sue funzioni spontanee- come deglutire - ed emerge una " necessità" di monitorare il tutto.

Come saggiamente suggerito dalla dottoressa Vecoli, può sempre cambiare metodo contraccettivo e transitare ad un'altra metodologia più consona alla sua storia di vita e sessuale.


Le suggerisco però di affrontare le cause dell'ansia e le motivazioni inconscie che la spingono a cercare rassicurazioni online.

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#8]
dopo
Utente
Utente
Come dicevo in precedenza sono in cura da tre anni per DOC da controllo,consapevole dei dubbi irrazionali che la mia mentre crea ma la difficoltà di risolverli mi porta,ovviamente sempre a chiedere rassicurazione, che nessun più di un medico può darmi.Non mi fido delle dicerie,chiedo sempre e solamente un parere medico ma i miei continui dubbi vengono forse spesso travisati.In terapia ancor non abbiano compreso per qualche motivo io abbia tutte queste paure,certo è che non voglio assolutamente figli.
[#9]
dopo
Utente
Utente
Ho un rapporto di grande confidenza con il mio corpo,il sesso mi piace e mi consola,non ho mai parlato in famiglia di sesso,quindi non ho ricevuto un educazione su questo piano.Al momento ho una frequentazione e proprio questo porta le mie paure a crescere.
[#10]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Le sue domande sono strettamente correlate al Doc per cui è in cura.
Prosegua con la terapia e discuta con chi ha il piacere di occuparsi di Lei, vedrà che risolverà anche la tematica del controllo e monitoraggio ossessivo
[#11]
dopo
Utente
Utente
Vi ringrazio ovviamente tutti per il vostro interessamento ma mi rendo anche conto che dopo 3 anni questo problema è diventato più grande di me.vorrei chiedervi un ultima cosa:io da tempi sto pensando ad un alternativa alla pillola,per liberarmi dello stress che la sua assunzione mi comporta.stavo pensando a jaydess,la consigliereste ad una persona come me?
[#12]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Gentile utente,

si confronti con il suo ginecologo e, insieme, deciderete il metodo contraccettivo più adatto. Lui conosce bene tutto il suo storico personale...

Per quanto riguarda i suoi pensieri intrusivi... un confronto con lo psicoterapeuta.


Di cuore

[#13]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Non credo che cambiando startegia terapeutica lei possa risolvere, sicuramente starà meglio, ma solo per un po'.

Ginecologo e psicologo sono i due referenti per la risoluzione delle sue difficoltà, con modalità definitive

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio