Vorrei un chiarimento sulla psicoterapia

Buongiorno Dottori, volevo chiedere una vostra opinione sulla cura che sto facendo e se possibile delle delucidazioni su alcuni aspetti che non mi sono del tutto chiari. Io sono in cura presso psichiatra e psicologa da maggio scorso per ansia generalizzata, ero ridotto ad uno stato in cui sembravo uno zombie fino a non molti mesi fa, non riuscivo più a concentrarmi, mi sembrava di dover svenire da un momento all'altro, perdita del tetto e molti altri sintomi legati all'ansia. Per alcuni mesi ho dovuto abbandonare gli studi universitari a causa di questa malattia. A maggio come dicevo mi sono rivolto agli specialisti, lo psichiatra ha instaurato una terapia farmacologica a base di ansiolitici e antidepressivi che piano piano mi hanno fatto rivedere la luce, con la psicologa invece abbiamo fatto un percorso volto a scoprire quale fosse la causa del mio male e dopo qualche mese l'abbiamo trovata, in pratica per tanti anni ho tenuto dentro tutta la rabbia che provavo fino ad implodere e tutt'ora non riesco a sfogarmi come dovrei, inoltre una serie di episodi poco piacevoli accaduti nel percorso di vita hanno peggiorato la situazione. Ora da circa 2-3 mesi ho ripreso la mia vita anche se non sono guarito totalmente ma sicuramente va meglio rispetto all'inizio, ogni tanto capita qualche giorno in cui i sintomi peggiorano ma resisto e poi passano. La mia psicologa mi ha comunicato che il nostro percorso insieme è terminato in quanto abbiamo trovato la causa come ci eravamo prefissati e mi ha consigliato di rivolgermi ad uno psicoterapeuta per prendere delle misure ed imparare a gestire la rabbia, lo stress, ecc... ora quello che vorrei chiedervi è questo: solitamente per avere dei risultati di questo tipo ci vuole molto tempo? E soprattutto volevo chiedere se la psicoterapia aiuta a controllare le manifestazioni dei sintomi come dicevo sopra quali senso di sbandamento, confusione, ecc... vi chiedo questo perchè sono molto tentato dal rivolgermi ad uno psicoterapeuta però una parte di me è molto scettica riguardo l'efficacia di tale terapia, ho passato talmente tanti brutti momenti per colpa della mia mente che mi sembra quasi impossibile che questi sintomi possano sparire semplicemente parlando. Cosa mi potete dire a riguardo?
In attesa di una vostra risposta vi porgo i più cordiali saluti
[#1]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
>>Cosa mi potete dire a riguardo?<<
in realtà la psicoterapia integrata con una cura psicofarmacologica è il trattamento in genere più efficace.

Come mai non si è rivolto prima ad uno psicoterapeuta?
La collega psicologa non è specializzata in psicoterapia?

>>mi ha consigliato di rivolgermi ad uno psicoterapeuta per prendere delle misure ed imparare a gestire la rabbia, lo stress, ecc...<<
questo può essere fatto anche da uno psicologo senza specializzazione in psicoterapia.



Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica
www.psicologoaviterbo.it

[#2]
Attivo dal 2014 al 2015
Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo
Gentile utente,

accolgo in pieno la riflessione del collega, anche perché lei manifesta (confermato dal suo racconto) un vissuto molto complesso, che andava individuato e chiarificato da un punto di vista psicoterapeutico.

Questo cambiamento, forse, la rende un po' perplesso... ma non demorda, perché solo con i farmaci non riuscirà ad elaborare vissuti ed emozioni come la rabbia.

Deve, necessariamente, associare una psicoterapia.
Non abbia timori del "tempo"... Occorrerà il tempo debito per lei!

La rabbia è un'emozione primaria fondamentale, che va ben incanalata... Altrimenti ci rende la vita difficile se non impossibile!


Siamo in ascolto.

Un caro saluto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test