La realzione finita male, ma ho problemi

Buonasera, oggi il mio ragazzo mi ha lasciata e dentro di me ho iniziato a fare strani pensieri.. cosi veri che mi hanno portata a prendere una lametta e a farmi dei taglietti sul polso.. non mi fraintenda, non lho fatto solo per la realzione finita male, ma ho problemi con la mia autostima (in passato ho avuto molti episodi di tradimento e uso a scopo sessuale) e inoltre ho un serio problema con l''ansia.. non sono una persona (ho solo 18 anni) che vive bene.. il problema vero è che dopo essermi tagliata mi sono sentita davvero troppo bene e ora vorrei rifarlo! ma non voglio entrare in questo circolo vizioso, quando lho fatto prima ero fuori di me.. la prego mi aiuti, sono giovane e non voglio rovinarmi
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 225 108
(...)il problema vero è che dopo essermi tagliata mi sono sentita davvero troppo bene e ora vorrei rifarlo! (..)
il rischio di ricadere al primo disagio è alto. Deve cominciare un percorso terapeutico se vuole davvero evitarlo e trovare strategie più funzionali per affrontare i problemi.

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Queste forme di autolesionismo meritano sempre una valutazione attenta, soprattutto quando il dolore fisico sostituisce quello affettivo, quest'ultimo molto più complesso da elaborare.





Dott. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta
Specialista in Psicoterapia Psicodinamica
www.psicologoaviterbo.it

[#3]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
"problema vero è che dopo essermi tagliata mi sono sentita davvero troppo bene e ora vorrei rifarlo"

Gentile Ragazza,
È proprio così!

Quando il dolore/disagio psichico è troppo elevato, insopportabile, incontenibile, spostare dalla psiche al corpo - con modalità disfunzionali, quindi autolesive - serve proprio a lenire l'ansia.

Un corpo ferito, graffiato, lesionato.....da accudire e medicare, le farà spostare il dolore da dentro a fuori.

Tagliarsi dà l’illusione di un cura transitoria, di un sollievo.

Talvolta genera quote di euforia, come se dai tagli emergessero le emozioni - spesso silenti e tenute sotto chiave, soprattutto quelle scomode per la psiche - che non si riescono a gestire.
Dolore..
Rabbia....
Lutto...
Mancanza d'amore...
Solitidine...
Scarsa autostima..
il sentirsi rifiutati.....



Un possibile percorso psicoterapico, così come suggerito dai Colleghi, l'aiuterà ad ascoltarsi, ad evitare di ripetere copioni relazionali disfunzionali ed a volersi bene...

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
ringrazio moltissimo per avermi dedicato le vostre attenzioni, cercherò di mettermi in cura perchè conosco molte persone che hanno faticato ad uscirne, e sono consapevole che ora come ora sono ancora in tempo ad uscire, vi ringrazio e vi auguro una buona giornata
[#5]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Sei molto giovane e questo è un elemento a tuo favore.

Coraggio e in bocca al lupo!






[#6]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Lieti di averla ascoltata, coraggio!!
[#7]
dopo
Utente
Utente
Volevo chiedere un'ultima cosa, come potrei dirli ai miei genitori? non voglio che mi giudicano o che la prendano troppo male
[#8]
Dr. Giuseppe Del Signore Psicologo, Psicoterapeuta 4,6k 51
Questo dipende dal rapporto che hai con i tuoi genitori.
Ad es. puoi far presente il tuo bisogno di una consulenza specialistica, ma non sei tenuta a dire tutto.

Temi di poter essere giudicata?
"Prendano male" in che senso?







[#9]
dopo
Utente
Utente
ho paura che non mi prendano sul serio.. che mi lascino sola ad affrontare il problema senza di loro

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa