Astinenza sessuale

Buonasera a tutti.
Esistono metodi psicologici per perseguire l''astinenza sessuale? Intendo qualcosa che blocchi sul nascere lo stimolo-desiderio sessuale senza reprimerlo. Una qualche tattica cognitiva o comportamentale di questo genere genere. O al limite qualcosa che, una volta nato il desiderio, mi dissuada dall''appagarlo.
Grazie e di nuovo buona sera.
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 220 110
gentile utente prima di cercare improbabili mezzi per reprimere il desiderio sessuale bisognerebbe capire il perchè di questa ricerca e se essa cela motivazioni moralistiche, religiose o patologiche. quindi sarebbe necessario analizzare innanzitutto la motivazione della richiesta poichè potrebbe essere poco funzionale.
saluti

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
No, non voglio reprimere, voglio sublimare, spostare la pulsione in altre direzioni.
Il motivo è la sperimentazione, vorrei verificare di persona se l'astinenza aumenta la concentrazione e la forza fisica.
Non mi è mai interessato granché il sesso, perciò liberarmene non mi preoccupa.
Forse ho sbagliato sezione, ero indeciso fra questa e quella delle informazioni.
[#3]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Ho notato che quando ho un'erezione e durante tutto il sesso il corpo e la mente sono super-carichi bioenergeticamente e quando ho un orgasmo provo molta soddisfazione. Poi o pensato "e se usassi la stessa bioenergia per fare altre cose quanta forza potrei metterci e quanta soddisfazione potrei provare?". Magari non cambia niente e va bene così, ma tentar non nuoce. Solo che non so come si fa.
[#4]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 220 110
gentile utente credo che lei abbia qualche convinzione poco fondata.
La sua richiesta non ha alcun fondamento.
saluti
[#5]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Quindi non avete suggerimenti? Ok, chiederò a qualche santone anche se preferivo un punto di vista scientifico. Grazie mille 🙏
[#6]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
« La pulsione sessuale mette a disposizione del lavoro culturale delle quantità di energia estremamente grandi; e ciò è dovuto alla peculiarità particolarmente accentuata in essa di poter spostare la sua meta senza ridurre sensibilmente la propria intensità. Questa capacità di scambiare la meta sessuale originaria con un'altra meta che non è più sessuale, ma è psichicamente imparentata con la prima, viene chiamata capacità di sublimazione. »

Avevo letto questa cosa di Freud e credevo che avesse qualche fondamento.
[#7]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 220 110
in effetti il concetto freudiano di sublimazione, per un non addetto ai lavori, potrebbe creare non pochi fraintendimenti. Nella visione freudiana la sublimazione è un processo di difesa inconscio che, spesso, scaturisce da una frustrazione grazie alla quale la pulsione sessuale non riesce a trovare il suo oggetto di sfogo.
Non si tratta di una scelta scientificamente ponderata per acquistare più energia in altri campi.
saluti
[#8]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 317 668
Gentile Utente,
Il piacere, così come il desiderio sessuale è sentinella di vita, reprimerlo o peggio ancora spostarlo o sublimarlo, porta non pochi danni alla psiche, alla coppia ed ovviamente al corpo

La sublimazione, come già detto dal collega è un meccanismo di difesa della psiche

Dovrebbe chiedersi perché desidera avere più energia altrove e perché dovrebbe toglierla alla sfera della sessualità

Se necessita di altri chiarimenti sulla sua psiche ed i meandri del suo funzionamento, dovrebbe rivolgersi ad un nostro Collega de visu, leggere qua e la porta soltanto confusione e false interpretazioni

Cordialmente.
Dr.ssa Valeria Randone,perfezionata in sessuologia clinica.
https://www.valeriarandone.it

[#9]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Fatemi capire, per voi quindi le produzioni culturali di tutta la storia sono state invenzioni di gente che non riusciva a rimorchiare e che per qualche strano motivo sentiva il bisogno di difendersi perché non riusciva a rimorchiare?
In altre parole io sono obbligato a fare sesso e se non lo faccio devo difendermi con qualcos'altro o comunque sono malato ?
Poi cosa vuol dire che l'astinenza provoca danni alla coppia? Quale coppia?
Scusate, ma tutto questo mi fa ridere. Perché mai sublimare il desiderio sessuale dovrebbe danneggiare la psiche? La castità fu praticata da tutti gli uomini più intelligenti della storia! E il corpo non lo danneggia, lo so per certo.
Strani tipi siete.

Dottoressa, dovrei chiedermi quello che mi dice lei, eh? Io fossi in me mi chiederei perché desidero cose sessuali, ma non me lo chiedo. Perché voi vediate il sesso come un dovere morale dell'individuo, invece, è una domanda interessante. Non dovreste valutare le cose in maniera non ideologica?
[#10]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Comunque: il brano di Freud è estrapolato dal contesto, quindi forse l'ho frainteso. Ma comunque uno che non riesce a fare sesso non ha nulla da cui difendersi: perché dovrebbe elaborare un meccanismo di difesa?
E perché io, che ho una vita sessuale soddisfacente ed una vita culturale soddisfacente ed una educazione extramorale e non-religiosa, vorrei sottrarre energia alla sfera sessuale per portarla in altri campi?
Se lo chieda lei, a questo punto, perché a quanto pare le sue convinzioni sono errate.
[#11]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Ho capito. Voialtri siete disturbati.
[#12]
dopo
Attivo dal 2015 al 2015
Ex utente
Per caso, parlarvi è inutile ?
No, perché mi sembrate matti: rispondete fischi per fiaschi e delineate prospettive immaginarie assurde.
L'unica cosa che vi ho richiesto non l'avete nemmeno presa in considerazione. L'avete scartata per principio!



[#13]
Comportamento non consentito, utente bannato.


Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio