Tendenze sessuali

Salve, è da anni che guardo e pratico sadomaso leggero e intendo pratiche feticiste e frustate , ma da un anno circa mi stimolo e arrivo al piacere solo o quasi con la stimolazione anale praticata da una donna su di me. E' normale questa evoluzione ?

C'è da tener conto che una normale masturbazione mi viene difficile a causa degli psicofarmaci che prendo da due anni dopo cmq le pratiche sadomaso che sono iniziate attorno al 2010..
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 226 108
che tipo di farmaci assume? per quale diagnosi?
tuttavia al di là di questo non esiste una evoluzione normale o patologica della propria sessualità se essa non rappresenta un impulso irrefrenabile da compromettere la propria quotidianità.
saluti

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]
dopo
Utente
Utente
Risperdal per psicosi e Efexor per l'umore-depressione. Infine degli ansiolitici perchè soffro di ansia acuta attualmente con anche attacchi di panico per i quali la mia psicoterapeuta non mi ha aiutato tanto, e anche i farmaci dello psichiatra hanno efficacia limitata per gli attacchi di panico. Sintomi sono : Brividi, sudorazione fredda, palpitazioni, spaesamento; mi vengono all'Università ma sopprattutto in centro città e centri commerciali dove ci sono luoghi aperti grandi e magari affollati. Anche mentro guido talvolta. Anche per quelli non so bene cosa fare e come comportarmi..
[#3]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
[#4]
dopo
Utente
Utente
Lette, comunque la mia situazione attuale non è quella della psicosi che risale a metà 2013 ma di disturbo di attacchi di panico o attacchi di ansia a secondo dell'intensità con cui mi si presentano.

La passione per certe pratiche parte da lontano forse prima del 2010 quindi non saprei se la psicosi e ansia si leghino a pratiche di tipo sadomaso feticiste o di sottomissione soft che poi non mi ha poi fatto nemmeno mai tanto coinvolgere veramente. Non so se ci siano legami fra le patologie e le tendenze sessuali, forse si come dice Lei, ma forse anche un po' casualmente. Perchè ad esempio da prima del 2010 e dal 2010 al 2013 inoltrato non soffrivo sicuramente di nessuna patologia psichiatrica. Oppure ancora detta così sembrerebbe che chi soffra di patologie psichiatriche abbia per forza perversioni sessuali e viceversa.
[#5]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
"Oppure ancora detta così sembrerebbe che chi soffra di patologie psichiatriche abbia per forza perversioni sessuali e viceversa"

Non ho detto questo.

Ho detto invece che ma sua sessualità va approfondita insieme alla sua psiche.
[#6]
dopo
Utente
Utente
D'accordo, comunque la mia psicoterapeuta ha detto che non ci vede nulla di strano dai miei racconti, il mio psichiatra invece non me lo domanda perchè sa che non voglio parlare con lui della mia sfera sessuale e va bene se ne parlo con la psicoterapeuta.

Una domanda , ma per rapporti del tipo stimolazione anale o feticismo sono considerati come ? Devianti ? Perchè allora si forse che dovrei parlarne anche con il mio psichiatra anche non mi trovo a mio agio con lui.
[#7]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Non esiste nulla di giusto o di sbagliato.

Il problema è un altro, cioè l'esclusività di queste pratiche per accedere al piacere.

Le inclinazioni feticistiche rappresentano una vera e propria "prigione ripetitiva" oltre la quale la dimensione del piacere è sconosciuta se non impossibile.....analizzare ed analizarsi, é l'unica strada verso l'interezza e la conoscenza del piacere.

Soprattutto per poter recuperare la dimensione relazionale del piacere e non solo solitaria.
[#8]
dopo
Utente
Utente
D'accordo,forse dovrei trovare la persona giusta prima. Avevo trovato una certa confidenza anche in tali pratiche con una donna brasiliana tanto che ci siamo baciati più volte anche con la lingua prima e dopo i rapporti citati. Adesso l'ho vista l'ultima volta a Febbraio e gli ho fatto un regalo anche, poi a Maggio è andata a Londra e torna a Gennaio. La aspetto.

Comunque tornando a prima , io parlo di tutto ciò con la mia psicoterapeuta ma non con lo psichiatra, dovrei farlo con entrambi secondo Lei ?
[#9]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Non è indispensabile, é la psicoterapeuta che dovrebbe occuparsi di questi ambiti.
[#10]
dopo
Utente
Utente
Va bene Grazie. Comunque tendo a sganciare dalla realtà questo tipo di rapporti come fossero delle parentesi limitate nella vita quotidiano per evadere appunto dalla norma e spingermi un oltre , un po' per riuscire a raggiungere l'orgasmo che normalmente adesso faccio fatica, ma prima lo raggiungevo in tutti e due i modi e i rapporti feticisti era solo più appaganti mentalmente e fisicamente con appunto una persona di fiducia, sempre quella, con cui appunto ho fatti regali e mi sono baciato anche più volte. Quindi forse troverà contraddizione nelle miei righe perchè parlo di sganciamento dalla realtà e quindi anche dalle relazioni seppure momentaneamente ma poi invece il contrario cioè che mi sono appassionato con quella persona coinvolgendomi in un bel rapporto anche se ci vediamo ogni 6 mesi perchè viaggia molto ed è brasiliana e torna a casa almeno metà anno ma ci saremo visti una decina di volte almeno.. e probabilmente , siccome è un mio punto di riferimento ci rivedremo ancora poi quello che viene e sarà vedremo..

Comunque tutto questo è stato affrontato con la mia psicoterapeuta , che non ci ha visto nulla di male anzi dice che il fatto di aver instaurato un rapporto complice e affettuoso a tratti è un buon segno. Il mio psichiatra ha solo intuito quando mi ha visto in psicosi che avevo una tendenza nei miei pensieri e turbe momentanee per rapporti particolari che ha definito strani e bizzarri, motivo per cui con lui non ho più approfondito l'argomento pensando che potesse interpretarlo male come sintomi di malattia e non come miei pulsioni che c'erano e sono rimaste seppur leggermente diverse ma rientrano da quanto ho letto nella stessa categoria di rapporti che alcuni definiscono come il mio Psichiatra e altri medici perversioni o parafilie, ma tanti altri le definiscono sessualità sempre ma vissuta diversamente senza però che definirla deviata.
[#11]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Prosegua a discutere e con chi ha il piacere di occuparsi di lei, online si confonde ulteriormente.
[#12]
dopo
Utente
Utente
Va bene , comunque anche Lei come la mia psicoterapeuta non ci vede nulla di male a pensieri feticistici o per esempio casi di sadomaso molto leggeri come il mero uso della frusta nel rapporto ?
[#13]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Legga le letture troverà il mio pensiero a riguardo.

Ogni storia di vita e sessuale è una storia a se, Non si può generalizzare
[#14]
dopo
Utente
Utente
é per quello che mi sono permesso di dilungarmi sul rapporto con la donna brasiliana, per farle capire meglio che posso provare o meno affetto e simpatia anche nei rapporti particolari o a pagamento.
[#15]
Dr.ssa Valeria Randone Psicologo, Sessuologo 17,4k 316 668
Gentile Utente,
Non si può parlare di salute e di benessere sessuale, senza la salute psico/fisica in generale.

https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/489584-attacchi-di-panico-e-ansia.html

Non è aprendo altro consulti che risolverà, ma fidandosi ed affidandosi a chi la sta seguendo, trattando "tutto" quello che la riguarda.
[#16]
dopo
Utente
Utente
Capisco, io tendo a distinguere la sfera sessuale da quella clinica, per lo più dipendente dagli psicofarmaci che prendo.
Comunque la ringrazio per il consiglio, ma forse è proprio perchè non mi sento abbastanza seguito o capito da chi mi sta seguendo e non ci sono i benefici di salute mentale e sessuale che mi aspettavo dopo due anni e dopo, si fidi, che ho fatto molti sforzi con i miei curanti per due anni . E' solo nell'ultimo mese che ho perso un po' di speranza e quindi mi sono rivolti anche ad altri.
[#17]
dopo
Utente
Utente
La psicoterapeuta mia è d'accordo con Lei nell unire il benessere psico fisico al benessere sessuale e anzi si spinge a dire che se sono stato male nel 2013 ( psicosi ) è anche perchè avevp paure e non vivevo bene la mia sfera sessuale e con tranquillità ( paura dell'Hiv , paura di aver preso malattie in seguito a rapporti non protetti con prostitute nel 2012)..

Non so sinceramente per la seconda ipotesi, ma per la prima sono d'accordo.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio