bisessualita

Salve gentili dottori, vi vorrei sottoppore in maniera succinti la mia storia, da oltre 8 anni ho una relazione sessuale con un ragazzo sposato con figli io purtroppo sono innamorato di lui, e ho fatto qualsiasi tipo di cosa per lui mi lega anche un forte sentimento, purtroppo da poco più di due mesi ha voluto troncare la storia dicendo che sono diventato troppo pressante nei suoi confronti, cosa al quanto strana da un giorno all altro , considerate che facevamo sesso almeno una volta a settimana, e molte volte anche a casa sua mentre la sua moglie dormiva, ho solo la convinzione che lui mi abbia solo usato anche perché l ho supportato anche economicamente sempre visto che non se la passava bene, adesso invece dalla mattina alla sera trova una scusa ( anche perché adesso lavora) e mi ha estromesso dalla sua vita, suppongo che abbia trovato un altra persona per sfogare le sue fantasie o forse sono stato bene finché utile, può una persona bisessuale come lui perché credo che lo sia se no tutto sto tempo non faceva roba insieme a me, negare a se stesso la sua sessualità o forse sono stato solo utile finché c era un tornaconto?
[#1]
Dr. Armando De Vincentiis Psicologo, Psicoterapeuta 7,2k 220 115
gentile utente, premettendo che non possiamo sapere cosa passa nella testa del suo partner ma una cosa è classica. Una persona sposata che intraprende una relazione extra che sia uomo o donna, è soggetta a ripensamenti sensi di colpa e rivalutazioni del suo stato che lo gettano inevitabilmente in peridi di crisi, purtroppo i cosiddetti "amanti" sono quelli che sotto l'aspetto emotivo se la passano peggio.
saluti

Dr. Armando De Vincentiis
Psicologo-Psicoterapeuta
www.psicoterapiataranto.it
https://www.facebook.com/groups/316311005059257/?ref=bookmarks

[#2]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,7k 459 103

Gentile utente,

i rapporti extraconiugali rivestono assai frequentemente queste caratteristiche.
Chi dei due è più innamorato/a auspica che l'altra persona sia più disponibile.

Ma ciò raramente accade.
E la persona viene percepita come pressante e dunque ingombrante quando non "pericolosa" .

Ancor più quando si tratta di un rapporto omosessuale, nel quale la scoperta della cosa porterebbe un ulteriore maggiore disagio rispetto al tradimento classico.

Quanto sopra, per permetterLe - forse - di entrare un po' più nelle possibili motivazioni di un abbandono.
Poi ogni situazione ha le sue proprie sfumature e connotazioni.

Quando avrà elaborato il dolore, un compagno di status "libero" non presenterà queste problematiche.

Sull'elaborazione, e di come mente cuore e cervello abbiano bisogno di un tempo di "reset", Le consiglio di leggere:
https://www.medicitalia.it/news/psicologia/5734-sei-innamorato-a-il-cervello-ti-si-illumina.html

Saluti cordiali.

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test