Dubbio, consiglio

Salve dottori. Dai miei precedenti consulti avrete notato la mia difficoltà a staccarmi dalla mia prima relazione.. be' in realtà, devo dire che sto molto meglio e non l'avrei mai pensato, il tempo mi ha proprio aiutato.
Vi scrivo perché mi sto ponendo delle domande a cui non riesco a trovare una risposta, forse non ne varrebbe nemmeno la pena trovarle eppure ci penso spesso.
Dopo esser venuto a conoscenza che il mio ex stava frequentando un altro ragazzo, ho avuto il mio crollo interiore, e lui ovviamente sembrava molto felice nei social etc.. la cosa mi faceva male, ma allo stesso tempo se ami qualcuno l'unica cosa che vuoi è vederlo felice.
E' da 3 giorni che pubblica alcune canzoni, alcune frasi, e addirittura canzoni che avevamo solo per "noi" sul suo profilo..l'unico profilo a cui io ho accesso (e lui lo sa bene).
Ho cercato di non farmi influenzare da queste sciocchezze difatti non ci facevo molto caso. Ma ieri sera ho visto che aveva pubblicato qualcosa di triste e piangeva, vedendo le sue lacrime mi sono preoccupato perché ho pensato a qualcosa di davvero grave o serio (so che in famiglia ha dei problemi e quindi..), allorché gli chiesi cosa fosse successo. Mi rispose che sta avendo un periodo davvero brutto e si sente uno schifo, per via di questa sua ultima frequentazione, e poi mi ha fatto dei complimenti cosi dal nulla, come per esempio: non ho mai incontrato qualcuno come te, che mi dimostri quanto ci tiene, spero troverai quello giusto e non uno come me. E cosi via...
Non capisco davvero, perché sta dicendo tutte queste cose? Perché adesso pubblica cose e guarda cosa faccio sui social? Io sono molto discreto su 'ste cose, non mi piace che la gente mi cerchi quando non sta bene e quando invece ti fa del male, non gliene frega proprio nulla di te..e mi sento in questo modo sinceramente, come se fossi quello che si sta abbassando e sta quasi perdendo dignità nel rispondergli e parlargli dopo tutto ciò che mi ha fatto. Che dovrei fare/dire?
Spero di essere stato chiaro, e forse avendo troppa poca esperienza in relazioni e situazioni di cuore, mi trovo in difficoltà a capire questo suo comportamento, vorrei chiedere aiuto a Voi, per una semplice opinione da punti di vista differenti, se possibile.
Grazie
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.8k 583 67
Gentile ragazzo,

ci chiede
"..Che dovrei fare/dire?.."
Ma come sa gli Psy non danno consigli.

Una riflessione:
E' stato lui a lasciare Lei,
è lui che scrive sui social,
MA
è Lei che si chiede "cosa fare/dire",
come del resto sta facendo da molti mesi su questa tematica.

Provi a ri-centrarsi su di sè e a chiedersi cosa vuole "veramente".
Se poi l'altro è nuovamente interressato a Lei
farà lo sforzo di essere un po' più diretto, no? I mezzi non mancano: SMS, mail, ecc.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/

[#2]
Utente
Utente
Gentile Dott.ssa Brunialti,
La ringrazio per la risposta.

Be' devo dire che sono molto concentrato su me stesso, al mattino lavoro e al pomeriggio ho iniziato a studiare per poter finire i miei studi, dedico molto tempo a mantenermi la mente impegnata per non pensare e rimurginare su cose del passato.. il tempo mi ha davvero aiutato.

Questa persona, pensavo di avere una conversazione occasionale ieri, e invece oggi mi ha comunque mandato il buongiorno e mi parla come se fosse un mio amico. Ma sa benissimo che io non ho e non accetterò mai un rapporto di amicizia tra di noi. Mi ha pure parlato di un'eventuale chiamata qualche pomeriggio per parlare del piu' e del meno.. non so davvero come comportarmi e continuo ancora a non capire cosa vuole, e se gli chiedessi mi direbbe: ma niente, è solo una conversazione. E' abbastanza orgoglioso e testardo.
[#3]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.8k 583 67
Si chiarisca con sè stesso su cosa desidera
rispetto a questa persona.
E agisca di conseguenza
con serenità e fermezza.

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti
[#4]
Utente
Utente
Gentile Dott.ssa Brunialti,

Scrivo un piccolo aggiornamento, avrei solo una domanda da porLe.
Questi giorni sto facendo chiarezza dentro me stesso, essendo una persona introspettiva il tutto diviene più semplice per me. Lui, dopo avermi scritto quel giorno, naturalmente è sparito. La mia reazione? Be', non è stata indifferente. Ieri per esempio ho sentito l'esigenza di piangere tanto, perché sentivo dolore. La mia domanda è: ma è possibile, che il suo "andare e tornare", seppur con dei messaggi contenenti degli elogi e complimenti, possa crearmi malessere tale da riportarmi indietro?
Mi spiego meglio, per 1 mese e mezzo, no contact totale e serenità al massimo...certo, lo pensavo ma pochi attimi ecco.. poi torna con quei messaggi e quelle frasi, ed è come se riaprisse la ferita. Mi chiedo, è possibile che accada ciò? Non riesco a capire se questo accade perché sono ancora innamorato di questa persona..
[#5]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.8k 583 67
Nella fase dell'elaborazione del lutto
ogni "incursione" dell'altro dentro il proprio spazio personale
crea uno squilibrio
- "..come se riaprisse la ferita.." -
che poi ha bisogno di tempo e di energie per essere riassorbito.

Le rammento che è dall'inizio di quest'anno che si tormenta al proposito
e che in aprile era nella stessa situazione:
18-04-2018 Ex che ritorna con una scusa e sparisce.

Ogni tormento ha bisogno di un distanziamento.

dott. Brunialti