Utente 194XXX
Buongiorno, scrivo qui per avere un parere se possibile professionale. Ho conosciuto un ragazzo su una chat online, poi ci siamo scambiati numero e social network ecc.. Ho iniziato ad uscirci, mi piaceva da morire. Avevamo varie conoscenze comuni per caso, quindi mi sono sentita tranquilla, premetto che non sono avvezza all’uso dei social, ma ho voluto provare. È durata poco, meno di un mese, una roba che sembrava uscita da un film super romantico. Iniziò a raccontare alle mie amiche di questa nuova conoscenza, in così poco tempo la mia vita sembrava cambiata. Romanticismo alle stelle, frasi palesi sul futuro, gesti dolcissimi, si prospettava in me la possibilità di avere avuto una gran bella fortuna. Finché un giorno mi dice che si è tolto dalla app online dove mi aveva conosciuto per me, perché era concentrato su noi. In realtà aveva bloccato solo me, perché una amica lo vede in chat (avevo mandato foto alle mie amiche, del resto queste app le hanno tutti), lui le mette anche il match ed inizia a scriverle, chiedendole il contatto. Lei me lo riferisce, poi dirà a lui (dopo qualche giorno, quando tra noi era già finita, che non gli avrebbe dato il numero poiché era amica di una ragazza che frequentava fino a poco prima). A me crolla il mondo addosso, non è possibile. Provo a parlare velatamente con lui, dicendogli soltanto che nn so se posso davvero fidarmi. Non risponde e sparisce. Dopo 4 giorni ricompare accusando me di essere sparita, gli dico che me avremmo potuto parlare, ma che non c’era molto di cui parlare perché capiva da solo. Mi accusa di aver indagato su di lui. Mi scrive un altro mezzo messaggio glissando sulla cosa, dopodiché il giorno dopo mi cancella dai social network e cancella il mio numero. Mai più sentito. È passato poco e a me sembra di impazzire, non solo perché credo che sia stato tutto finto dall’inizio (oppure no?) ma anche per il trattamento finale. Io provo a dirti due cose, e tu accusi me di aver indagato e mi cancelli dai social? Non so, datemi il vostro parere.

[#1]  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile signora,

La invito a festeggiare e a stappare lo champagne per l'epilogo di questa orribile storia! Grazie al cielo è durata poco tempo, ma questa persona ha l'evidente abitudine di abbordare diverse donne contemporaneamente che, dal suo punto di vista, sono solo oggetti e non persone che -come Lei- hanno dei sentimenti e che devono essere rispettate.

Mi rendo conto che Lei purtroppo sta soffrendo perchè Le piaceva questa persona, ma provi a pensare se la storia fosse andata avanti per parecchio tempo e Lei sarebbe stata ancora più coinvolta?

E' ovvio che quell'uomo ha accusato Lei: vuole uscirne "pulito" a tutti i costi ed evidentemente non ha un briciolo di senso di colpa per come prende in giro un sacco di donne on line.

Però delle truffe amorose on line se ne parla tanto, quindi direi di fare molta attenzione a personaggi che si palesano attraverso le chat e che immediatamente sono innamoratissimi, in quanto difficilmente può nascere qualcosa di buono.

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2] dopo  
Utente 194XXX

Io capisco le sue parole dottoressa, ed ha ragione, lucidamente é tutto corretto.
Parliamo di due persone di quasi 40 anni, avevo omesso questo particolare. Ma come fa a pensare di uscirne pulito? Ha una minima consapevolezza di quello che è successo, del suo comportamento? Cosa pensa di me, davvero pensa che io abbia indagato e quindi mi merito questo trattamento? Se la risposta è che nn se ne rende conto, devo pensare allora che è una mente malata? Vorrei sperare che un briciolo di consapevolezza ci sia. Anche perché le nostre amicizie comuni lo considerano una persona normalissima.
Grazie ancora a chi mi risponderà!

[#3]  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile signora,

non si tratta di inconsapevolezza come quando ad esempio dico qualcosa di indelicato (ma sempre in modo garbato) e ferisco inconsapevolmente una persona, magari perchè non conosco alcune circostanze o non ci penso abbastanza.

Mi riferisco a persone che utilizzano la rete per adescare delle donne che, forse, sono particolarmente fragili e sensibili, bisognose di amore e di attenzioni, spesso con una bassa autostima. Queste persone sanno perfettamente ciò che fanno e sanno bene a chi rivolgersi.

Il fatto che Lei stia credendo a ciò che quell'uomo dice di Lei (cioè che ha fatto indagini) dimostra che Lei è molto fragile e senza difese. Ma se anche avesse indagato che problema ci sarebbe? E' lui che non è stato onesto con Lei, ma che L'ha solo usata. Se fosse stato sincero e trasparente, non ci sarebbero stati problemi di alcun tipo.

Invece, da ciò che scrive, sembra sia Lei la colpevole. Si sente colpevole per come sono andate le cose? Riconosce la pochezza del comportamento di quest'uomo?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#4] dopo  
Utente 194XXX

Che peccato, davvero. Io ho indagato perché l’ha trovato una mia amica online (può capitare con queste chat), dopodiché si, mi sono fatta riferire tutto perché non potevo crederci. Sono tanti anni che non ho una storia, non un approccio, non una nuova conoscenza, nulla di nulla.. dunque aver conosciuto un ragazzo apparentemente normale mi sembrava un qualcosa di fortunato , peraltro come le accennavo le nostre conoscenze comuni lo stimano molto. Mi spiace quello che pensa ora di me, mi spiace che sia finito qualcosa che aveva stravolto in positivo le mie giornate, mi spiace essere stata di fatto
sfortunata. Anche se avessi indagato, come dice lei, una persona normale chiederebbe scusa (o forse non farebbe proprio nulla che porti ad indagare..).
Ora ho solo tanta frustrazione e vorrei non mi fosse mai capitato, ero già giù per la perenne solitudine (parlo di anni ed anni), ora mi sento anche peggio.
Grazie.

[#5] dopo  
Utente 194XXX

Comunque è vero, mi sento proprio così, come se alla fine di tutto sia stata io la pazza che ha indagato. Anche se avevo ragione di farlo e di chiudere, questo è passato ai suoi occhi. Ho chiuso io, ma a sua volta ha poi chiuso lui, rigirando la frittata. Insomma, non so come riprendermi dal magone, dai pensieri che ho, dalla sofferenza, da un qualcosa che a livello logico riconosco, ma emotivamente no..

[#6]  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

intanto non deve mica giustificarsi, ma credo -anche dal Suo modo di porsi- che il problema sia quello della bassa autostima. Le capita anche in altri contesti o in precedenti storie di essersi sentita così?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#7] dopo  
Utente 194XXX

Il problema è che io non ho mai storie. In tutte le semi-storie che ho avuto, mai ufficiali, ad un certo punto chiunque ho avuto ha cercato e trovato altro, nessuno si è mai innamorato di me. Ho 38 anni. In questa storia, per la prima volta, ho visto cosa significasse una corrispondenza, ovvero: io ti piaccio, tu mi piaci. Nelle altre, c’era sempre questo: tu non mi piaci davvero, vediamoci per un po’ ma appena trovo una che mi piace di più ti mollo. Così per tutte le storie. Per la prima volta mi sono sentita di pensare con lui: è questo ciò che desidero! E poi non c’è stato nemmeno sesso quando eran possibile perché mi diceva che non voleva bruciare le tappe per evitare di correre, col rischio che non andasse tra noi. Quindi non mi sembrava vero, come non mi sembra ancora vero quello che è successo, il suo cercare altre donne mentre diceva a me che ero l’unica, il suo non aver parlato della cosa, ma chiuso. Si capisce meglio forse? Io comunque non me ne faccio una ragione, la mia vita sembrava veramente cambiata ed a volte mi chiedo: cosa sarebbe accaduto se io non avessi scoperto che cercava altre online?

[#8]  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile Utente,

la situazione è chiarissima sin dall'inizio, ma proprio per la bassezza di quell'uomo che cerca in rete donne da prendere in giro, Le ho detto che deve ritenersi fortunata per come sono andate le cose.

Poi, la cosa che più la fa soffrire non è tanto la storia e quell'uomo specifico, ma il Suo passato, il non essersi sentita prima cercata e desiderata.

Questo è qualcosa che soltanto Lei può modificare, però, intanto perchè la Sua autostima, valore e bellezza NON dipendono da quanto gli altri La cerchino, ma dal valore che Lei stessa ha, indipendentemente dagli uomini che Le corrono dietro.

Solo quando Lei riuscirà a modificare questo aspetto di sè e inizierà a vedersi in modo diverso, allora anche gli altri La vedranno in un altro modo. Se Lei non si piace e non si apprezza, lo comunica tacitamente anche agli altri.

Inoltre, il mondo è pieno di uomini imbecilli come quello in cui purtroppo è incappata Lei; deve imparare a riconoscerli subito e a tenersi alla larga.

Quindi, per fortuna che questo tristissimo teatrino è durato poco. Ma, ripeto, sia grata perchè è finita.

Se da sola non riesca a vedere tutto ciò, a cambiare si faccia aiutare da uno psicologo di persona.

Le Sue amiche che cosa Le dicono?
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#9] dopo  
Utente 194XXX

Vado già da una psicologa, la
quale è ora ferma per motivi di salute da un mesetto. Gliel’ho raccontato, l’ha identificato come narcisista per via del love bombing e di ciò che sarebbe venuto dopo, a suo parere. Mi dice che lui ha mentito sin dal primo istante, che tutte quelle frasi, video, gesti ecc.. erano cose che ha già fatto duemila volte. Che ora è offeso, perché lui mi ha dato tutto quell’amore ed io l’ho rifiutato, come ho potuto..

Le amiche ci capiscono poco, ho amiche un po’ stupide onestamente, che in questo caso forse avrebbero continuato a scrivergli e/o ad insultarlo. Amici maschi invece mi dicono che è il classico che fa la vittima, ad arte. Che anche non portarmi a letto è stato fatto ad arte per farmi innamorare sempre più. Ovviamente tutti mi dicono di lasciar stare, emotivamente, solo uno mi è venuto a dire che avrei potuto aspettare, continuare, e vedere un po’ perche era presto per pretendere che mollasse la ricerca di altre donne. Ci ho anche pensato, e questo pensiero un po’ ce l’ho. Ma se lui avesse diciamo volato basso, io lo avrei pure accettato, come del resto ho già fatto in passato.. ma lui volava altissimo, mi voleva vedere tutti i giorni, parole come se ci fossimo fidanzati per sempre da lì a pochissimo. Questo è stato, unito al fatto che a me piaceva tanto e che mi emozionavo nel vederlo..

Le sue parole dottoressa sono molto
chiare, io capisco tutto, ma sono io dentro che non lo accetto, è così raro che qualcuno che mi piace così tanto mi corrisponda che mi sentivo di toccare il cielo con un dito..

[#10]  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
"è così raro che qualcuno che mi piace così tanto mi corrisponda che mi sentivo di toccare il cielo con un dito.."

Gentile Utente,

questo è il vero problema, ma -ripeto- sta a Lei scegliere quale direzione dare alla Sua vita.

Non perda tempo con persone del genere; un campanello d'allarme è la sofferenza che prova e, inoltre, essere trasparenti e chiedere trasparenza ed onestà è la base di una relazione sana. Altrochè indagini!

Cordiali saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica