Marito nervoso

Salve,sono sposata da7anni e ho2figli.Ultimamente le cose con mio marito non vanno bene,soprattutto dopo la nascita del2figlio.
Un figlio ha5anni,arrivato dopo2aborti,la bimba ha1anno e mezzo,arrivata inaspettata anche se nei progetti.Mio marito è sportivo,segue diete ferree durante la settimana,pesa ogni alimento,cosa che non fa durante il weekend.Questa cosa è salutare ma diventa stressante perchè il cibo è quasi un'ossessione,controlla tutta la famiglia.A lui piace cucinare,è bravo,ma se x esempio decide che a pranzo cucina la pasta la sera bisogna mangiare diverso se no si arrabbia.Purtroppo questi atteggiamenti li ha x vari aspetti.Qualsiasi cosa faccio mi dice che mi devo svegliare,dar1mossa,poi gli rispondo dicendo che se invece di star sul divano mi aiutasse farei più in fretta.I bambini non li cambia,non ci gioca.Se devo farmi la doccia mi dice portateli in bagno.Se lui è solo e io a lavoro li lascia da sua madre perchè non è in grado di gestirli.Non ha rispetto quando dormono,se deve gridare lo fa lo stesso nonostante chiedo di abbassare i toni,guai se lui dorme e i bambini giocando lo disturbano.Spesso si addormenta la sera sul divano e dice che è stanco perchè lavora tutto il giorno e sminuisce me che lavoro part time (da soli6mesi in quanto lui mi ha suggerito di chiederlo dopo la nascita della seconda bimba).Ho lavorato x15anni a tempo pieno.
Anche quando qualcuno ci chiamano amici a cena evita se non cucina lui con1000scuse.Anche se siamo invitati a mangiare1pizza con i genitori degli amici dell'asilo trova sempre1modo x non andare,così facendo non fa altro che escludere il nostro piccolo dagli amici.Ultimamente a parte queste "aggressioni verbali" ho paura dei suoi atteggiamenti,forse x quello che si sente anche al tg dei vari femminicidi.Da poco ho imparato a rispondergli quando alza la voce e lo fa davanti ai bambini.Diventa violento e lancia giochi,ha pure rotto la scopa elettrica,sempre davanti ai bambini.Un'altra volta preso dalla rabbia x1litigata che non ricordo più nemmeno il motivo,mi ha lanciato una barretta di gelato prendendomi appena sopra l'occhio.Anche questo episodio davanti al primo figlio,3 anni fa circa.Ogni volta che faccio qualcosa inoltre mi chiede quanto ci metti?E io rispondo non ho il cronometro.E' assillante,domenica stavo togliendo le lenzuola e mi dice ma quanto ci metti,6sempre lenta e di scatto gliele ho buttate per terra e lui mi ha risposto che mi dava1spinta.Tutto questo sempre davanti ai bimbi.Ho detto di provarci che è la volta buona che lo denuncio e mi ha detto che prima o poi lo fa.Gli ho risposto di vergognarsi ma lui ha detto che mi devo vergognare io che lui mi serve e se avevo un'altro a quest'ora mi avrebbe già mandato a quel paese.Mi chiama circa12volte al giorno x stupidate.A volte prenderei e me ne andrei ma non ho il coraggio,soprattutto per i bambini,sono cresciuta con l'idea di una famiglia unita e non sopporto la parola divorzio.
Vi chiedo aiuto e vi ringrazio con tutto il cuore.
[#1]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 492 45
Gentile signora,

ben ritrovata!

Mi pare che ormai da tempo Lei e Suo marito abbiate dei problemi, almeno dal punto di vista comunicativo.
Perchè non coglie l'occasione, questa volta, per chiedere aiuto di persona ad uno psicologo psicoterapeuta?
Noi da qui possiamo senz'altro ascoltarla, fare ipotesi, suggerire dei contatti con professionisti di persona, ma non possiamo nè intercettare la causa di una tale crisi nella relazione, nè dare suggerimenti comportamentali.

Dal momento, poi, che sono coinvolti anche due bimbi piccoli, perchè non chiedere un aiuto specifico su cosa fare anche in loro presenza quando si manifestano queste problematiche?

Se Lei ritiene che la situazione sia così pesante e le sembra pericolosa, perchè non chiedere aiuto in un Centro Anti-violenza della Sua città?


Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

[#2]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, grazie per la Sua risposta e chiedo scusa per il mio ritardo.
Ritengo la situazione pesante soprattutto per i bambini che non ne hanno colpa, pericolosa non credo, cioè non penso proprio che mio marito arrivi a gesti estremi anche se ha questi scatti di ira.
Certo che parlare con qualcuno non mi farebbe male, proverò ad informarmi... Lei cosa ne pensa sul fatto dell'alimentazione?
La ringrazio nuovamente per la Sua attenzione.
Buon pomeriggio
[#3]
Dr.ssa Angela Pileci Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 19,6k 492 45
Gentile signora,

Da qui io non so dirLe se quello di Suo marito sia un problema patologico legato all'alimentazione oppure no. Infatti, da quello che scrive, potrebbe trattarsi anche di un uomo che ci tiene molto alla forma fisica e alla propria salute, semplicemente.
Ma solo con una valutazione diretta sarà possibile dire se si tratta di un aspetto patologico.

In ogni caso, Le suggerisco di sentire personalmente uno psicologo psicoterapeuta.

Se Le fa piacere, mi tenga aggiornata.

Cordiali saluti,

Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica

Sondaggio su informazioni sulla salute, servizi online e Medicitalia.it Partecipa