x

x

Vertigini mattutine e coliche addominali

Buongiorno, vi scrivo in quanto vorrei sapere un vostro parere sulla mia attuale situazione.
È da circa una settimana che la mattina, appena apro gli occhi, ho delle vertigini fortissime associate ad una sensazione di svenimento e ad un’improvvisa colica al basso ventre.
Queste coliche le ho da quando ero piu giovane, specialmente se sono ansiosa o se prendo freddo alla pancia.
Credo sia dovuto al colon irritato.
Sono andata al pronto soccorso la prima volta che mi è successo e, dopo ore di attesa, mi hanno visitata e dimessa con analisi tutti apposto, pressione normale (dopo essermi calmata) e diagnosi di attacco di panico e debolezza dovuto allo sforzo per l’andare in bagno.
Premetto che soffro di questi da 5 anni, dopo la morte improvvisa di mio padre, pero’non mi ha mai dato questa sensazione di svenimento appena sveglia.
Stanotte mi sono svegliata alle 3 di botto col cuore che mi usciva dal petto, sudando e sempre con vertigini, ho chiamato quindi l’ambulanza e mi hanno dimessa con 15 gocce di lexotan.
Sono tornata a casa e ho dormito un’oretta.
Appena sveglia ecco di nuovo i sintomi di ogni mattina...mi sentivo svenire.
Visto che mi stavo agitando e non volevo fare la fine di ogni mattina (attacco di panico e ansia che dura 5/6 ore) ho deciso di misurare la pressione.
Da seduta era 140/122 e da posizione eretta 136/90 (all’incirca) ovviamente ero molto agitata.
Vorrei chiedervi, questi miei sintomi possono essere legati a qualche patologia?
Che esami mi consigliate di fare?
Premetto che da domani inizierò a vedere una psicoterapeuta per curare il mio disturbo.

Ah, all’incirca due settimana fa, tramite RX, mi è stata diagnosticata un’infiammazione fortissima della cervicale...credo che questo mi porti un po di vertigini.

Detto questo, aspetto una vostra risposta.

Grazie mille in anticipo.
[#1]
Dr.ssa Paola Dordoni Psicologo, Psicoterapeuta 112 7
Gentile utente,

ho piacere di sapere che lei ha deciso di affidarsi ad un collega, questa è la scelta giusta, si affidi ad un professionista e valuti con lui/lei la situazione.
In generale, mi pare di capire che ci siano 2 situazioni parallele: 1) i risvegli notturni, 2) i dolori del mattino.
Sarebbe utile approfondire da quando si manifestano, e valutare se davvero sono legati ad un lutto importante. Inoltre, il colon può essere visto come "lo specchio" dello stress, quindi è utile anche considerare il suo stile di vita (privato e lavorativo) e le sue abitudini alimentari. Leggo, inoltre, una certa quota di preoccupazione rispetto al suo stato di salute.. questo è comprensibile, ma rischia di ampliare l'ansia e l'attenzione ai sintomi, esacerbando quindi il problema.
Si affidi quindi al collega e buon lavoro!

Cordialmente,
Dr.ssa Paola Dordoni

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio