Ansia post lockdown

Salve a tutti, vi scrivo subito dopo un mezzo attacco di panico.
Da dopo la fine della quarantena la mia ansia è peggiorata drasticamente, mi sento malissimo.
Tutto è iniziato verso la fine della quarantena quando ho visto la mia ragazza cercare un master universitario, l'ansia ha iniziato a salirmi senza fermarsi.
All'inizio si è concentrata su cose concrete come "ommioddio devo cercare anche io un master che mi salvi se non trovassi lavoro con la mia laurea" poi ha iniziato a degenerare sempre di più, ho pensato che forse non avrei mai trovato lavoro nel mio campo, che dovevo già prepararmi a fare un lavoro di riserva per pagarmi eventualmente un'altra università in una facoltà con più possibilità lavorative se non avessi trovato in questa e poi da lì è precipitato tutto.
Ho passato tre mesi con il terrore della depressione, nella mia mente un qualcosa che ti annulla qualsiasi possibilità di proseguire i tuoi progetti, poi con domande esistenziali e oggi mi sento proprio terrorizzata.
Terrorizzata dall'idea che sia troppo difficile costruirsi un futuro, che i miei sogni non si realizzino che niente vada per il verso giusto.
Mi sta venendo da piangere mentre lo scrivo.
È possibile che il lockdown abbia peggiorato così la mia ansia?
Sapevo di soffrire di ansia da tre anni e periodicamente sono andata dalla psicoterapeuta diciamo "al bisogno" ma ora sento di non avere un futuro e tutto questo mi spaventa tantissimo.
È come se potessi perdere tutte le cose che amo o se non potessi più realizzarle e sento l'ansia divorarmi dentro.

[#1]
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo Psicologo, Psicoterapeuta 2,4k 122
<<< È possibile che il lockdown abbia peggiorato così la mia ansia?>>>
SI. Il lockdown ha, in moltissimi casi, peggiorato sintomi già presenti. È successo a molte persone che vivono nella difficoltà di gestire emozioni dolorose come l’ansia e la tristezza costanti.

Andare da un terapeuta <<>> , non ha un effetto curativo. Infatti, come lei esperisce sulla sua pelle, non è servito.

La psicoterapia è un processo di consapevolezza e cambiamento della capacità di gestire emozioni che si struttura durante un percorso cadenzato e strutturato nel tempo.

Cordiali saluti

Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo. Psicoterapia cognitiva e cognitivo comportamentale.

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio davvero per la risposta, quindi mi dovrei decidere a proporre io alla mia psicoterapeuta un proseguimento del percorso per imparare a gestire il mio stato di ansia?
[#3]
Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo Psicologo, Psicoterapeuta 2,4k 122
Direi che è assolutamente una buona idea!

Dr. Francesco Emanuele Pizzoleo. Psicoterapia cognitiva e cognitivo comportamentale.

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio