Utente
Salve,
Sono una ragazza di 22 anni, prima dell'emergenza covid stavo bene apparte un po' di mal di pancia per l'ansia che a volte mi portava a correre per andare al bagno.
Non potevo lamentarmi.
Ma durante l'emergenza causa covid ho cominciato ad avere attacchi di panico o almeno è quello che penso.
Il primo è stato improvviso pensavo mi stesse venendo un ictus.
Mi sembrava di vivere un sogno, parlavo strano, non riuscivo a rispondere mi sentivo la lingua addormentata insieme alle gambe e al braccio sinistro, una sensazione terribile che mi è passata addormentandomi... Dopo qualche mese e finito il primo lock down non ho esitato a rivedere il mio fidanzato.
Il problema è che durante la giornata ho cominciato ad avere un sensazione di ansia perenne non so dovuto a cosa e dopo poco ho vomitato e mi è passato tutto una volta addormentata.
(La notte prima per l'emozione non ho dormito molto).
Mi è capitata diciamo la stessa cosa oggi.
Ero all'università e verso la fine della lezione ho provato la stessa sensazione di ansia perenne.
Finita lezione dovevo andare in centro con una amica a piedi, mentre facevo il tragitto università-centro mi sembrava di non esserci completamente come se non stessi realizzando al 100% la realtà (infatti ora quel tragitto fatto a piedi me lo ricordo come se fosse un sogno).
Siamo entrate in un negozio e non so se è stato in gran caldo che faceva dentro il negozio in confronto al freddo che faceva fuori, ma appena fatto qualche passo dentro il negozio sono dovuta uscire perchè avevo la sensazione di svenire, stavo incominciando a vedere bianco.
Una volta fuori mi stavo sentendo meglio (apparte l'ansia) ma mi stava venendo da vomitare.
Pensando ad un banale calo di zuccheri siamo andate in un bar e ho bevuto un succo di frutta... dopo manco 5 minuti l ho vomitato, subito dopo non ho esitato a tornare a casa.
Ho cominciato a sentirmi bene e sollevata una volta tornata finalmente a casa.
(La notte prima ho dormito poco... )
Ora io mi chiedo a questo punto:
-il mio è semplice malessere o sono davvero attacchi di ansia/panico?

-possibile che questi 2 ultimi episodi mi sono capitati perché ho dormito poco?
(Altre volte non mi succede)
-possibile che con il lock down e lezioni online io non sia più abituata alla vita di prima?
Ho bisogno di uno psicologo?

MA SOPRATTUTTO:
-cosa dovrei fare se mi ricapita una situazione del genere?
(io cerco di tranquillizzarmi ma è inutile)
Altra piccola domanda forse stupida:
-possibile che sia la pillola anticoncezionale che mi dai questi effetti?
(mi sembra strano perchè comunque la prendo da 3 anni)

Vi ringrazio in anticipo per la pazienza e per la risposta, ho bisogno di capire. Non voglio condizionare la mia vita per paura che mi accada di avere questi sintomi in pubblico.

[#1]  
Dr.ssa Alessia Bianco

20% attività
8% attualità
0% socialità
NICHELINO (TO)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2019
Buongiorno, dal suo racconto mi pare di capire che in generale Lei sia un soggetto ansioso. Rispettl alle sue domande: È possibile che l ansia, dopo un periodo di forte stress come il lockdown, possa mutare in sintomi anche fisici fino ad arrivare a attacchi di panico. Io consiglio in queste situazioni di malessere e di ansia in attesa di un nuovo attacco, un consulto psicologico in quanto è molto complicato gestire da soli la situazione, non si conoscono gli strumenti adatti. Infine ritengo che l assunzione della pillola non sia legata alla situazione,ma se puo aiutarla puo chiedere informazioni a riguardo a un ginecologo

Saluti
Dr.ssa Bianco Alessia, psicologa