Manipolazione psicologica, lavaggio del cervello

Salve a tutti,
trovo questo forum molto utile, lo seguo sempre ma è la seconda volta che scrivo.

Ho 31 anni, vengo da una famiglia religiosa, con principi religiosi cristiani cattolici molto forti e negli anni sono cresciuto con la convinzione che questi fossero la strada giusta da seguire.
Nel tempo però ho maturato la convinzione che c'è qualcosa che non mi "torna" nei concetti, nelle dottrine che mi sono state in un certo senso imposte e così ho cominciato a scoprire anche altro, buddismo, ateismo, agnosticismo e così via per cercare di trovare la "verità" giusta per me, cosa che attualmente non ho portato a compimento, ovvero non ho trovato ancora nulla che riesca a farmi chiarezza, diciamo che potrei definirmi forse oggi agnostico.
Arrivo ora al motivo di questo consulto.
Nel fare ciò, nel cercare cioè altro oltre l'essere cattolici mi sento costantemente in colpa, e spesse volte "angosciato" perchè è come se stessi tradendo quei valori che l'essere cattolico mi ha tramesso.
Questo capita ovviamente anche quando svolgo attività che la Chiesa definisce poco "morali", ad esempio sesso col partner, visione di materiale porn*ografico, azioni magari poco "morali" in senso lato.
Mi sento ingabbiato perchè il Cattolicesimo mi ha spinto a pensare che se compio un'azione sbagliata, la pagherò senza alcun dubbio prima o poi e quindi a volte non compio determinate azioni perchè, ecco, probabilmente ho subito un lavaggio del cervello tale per cui oggi credo che ad una cattiva azione corrisponde una punizione divina e quindi sono costantemente in conflitto con me stesso.
Sono arrivato ad un punto tale da pensare che se mi comporto bene, nessuno mi punirà, nulla di male mi accadrà e che sarò felice ma poi ovviamente qualcosa di negativo nella mia vita succede sempre e quindi non so più a chi o cosa credere e quindi sono ancora più confuso.
Inizio così a pormi tante domande, che vanno ad aggiungersi alla precedenti, ad esempio perchè ci sono tanti bimbi che soffrono e muoiono per malattie più disparate, cosa hanno fatto di così tanto grave?
(tanto per ricollegarsi al concetto azione sbagliata-punizione) e dubbi simili e finisco con l'essere ancora più confuso di prima e cado in una sorta di forma catatonica-pensiorosa da cui non so uscirne.
Scusate per la lunghezza del messaggio.
Grazie mille del consulto.
Saluti.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,2k 442 103
Gentile utente,

due i versanti aperti dal testo del Suo consulto:

1. Religioso.
Ogni religione, come avrà visto approfondendo la questione, fornisce la propria risposta alle domande esistenziali della persona di ogni epoca e luogo geografico.
A chi rivolgersi per approfondire le "tante domande" che attualmente si pone riguardo alle risposte che dà la Sua religione? Al ministro di quel culto.


2. Psicologico.
Se gli interrogativi di cui ci parla rappresentano pensieri ingombranti che Lei non riesce a scacciare dalla Sua mente neppure volendolo fortemente,
allora si rivolga ad uno Psicologo che sia però anche Psicoterapeuta.

Non comprendo il titolo:
"Manipolazione psicologica, lavaggio del cervello".

Saluti cordiali.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa