Mi sento sbagliato

Salve,

Vorrei raccontarle la mia storia.


Due anni fa ho conosciuto un ragazzo.

Io ai tempi stavo bene, sia psicologicamente che economicamente.

Dopo 1 mese dal inizio della relazione lui si è licenziato del lavoro, con la promessa che ne avrebbe cercato un altro, cosa mai seccessa.


Io ho cercato di sostenerlo economicamente, ma ad un certo punto i soldi sono finiti e mi sono ritrovato a fare 2 lavori per poter sopravvivere in 2.


Lui intanto mi chiedeva regali (telefoni, macchine fotografiche ecc ecc).


La situazione è degenerata quando io ormai esausto sono diventato passivo aggressivo e non gli davo le attenzioni che lui cercava, mentre lui andava in vacanza pagata dai suoi.


Ha sempre cercato di mettermi contro la mia famiglia perché, per esempio, mia madre si comprava cose per se al posto di dare i soldi a me per pagare le bollete.


Ora ci siamo lasciati da qualche mese, nei quali lui ha continuato a vivere sulle mie spalle.


Io ovviamente mi sono disperato quando lui mi ha lasciato e ho fatto molti sbagli, tipo cercarlo costantemente, chiedergli il motivo.


Ma la cosa che mi fa più male è il lavaggio del cervello che mi ha fatto.


Lui mi ha detto che non gli davo più attenzioni, che non mi curavo più, che non ero più forte come prima, che sono diventato una psicopatico.


So che è tutto causato da un periodo molto difficile ma è riuscito a farmi sentire sbagliato e non riesco a risollevarmi.
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 14,4k 448 103
Gentile utente,

Se non riesce a risollevarsi da solo chieda aiuto.
Lo Psicologo Psicoterapeuta è la figura professionale a cui rivolgersi nei casi di *dipendenza affettiva*.
Lo faccia al più presto, al fine di limitare i danni.

Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfezionata in Sessuologa clinica, Psicologa europea.
www.linkedin.com/in/brunialtisessuologaclinica/

Quali argomenti vorresti approfondire su Medicitalia? Partecipa al sondaggio