x

x

Mia figlia appena 18 anni ribelle

Buongiorno mia figlia ha da poco compiuto 18 anni e sembra che ora possa manifestare liberamente la ribellione contro di me.
C'è da dire che io ho un carattere forte e ho sempre fatto da padre e madre in quanto devo e ho dovuto colmare l'assenza del padre! Fino ad ora con molta difficoltà nascondeva la gelosia verso il mo compagno mentre ora è molto evidente.
ogni cosa è motivo di discussione e ha sempre da ridire su tutto! Mi ripete sempre che non vede l'ora di andarsene a studiare fuori e quando le faccio notare spesso con toni accesi il suo modo di fare mi dice che è così solo con me mentre fuori con gli altri e un altra persona! e quindi
può immaginare che dopo tanti sacrifici per me è molto frustrante questo suo comportamento.
sicuramente incide anche il fatto che non ha un ragazzo e quindi non ha distrazioni!! Si dedica allo studio!.
come posso comportarmi perché sta diventando una situazione insostenibile e in più per me molto importante frustrante perché sembra che tutto ciò che ho costruito tanti sacrifici sta andando in rovina
[#1]
Prof.ssa Anna Potenza Psicologo 2,6k 140
Gentile utente,
ho letto le sue email precedenti e capisco la sua sofferenza per la tensione che si è prodotta.
Le chiedo di chiarirci quale esito ha avuto la consulenza genitoriale che le era stata suggerita. Forse lo stesso psicologo a cui si è rivolta tre anni fa è ancora la persona più idonea per aiutarla a risolvere il problema.
Da qui possiamo dirle comunque che la maggiore età, se c'è anche una relativa indipendenza economica, può attenuare il conflitto, specie se al più presto sua figlia troverà una propria situazione abitativa autonoma da lei e dal suo compagno.
Sarebbe bene che lei stessa la incoraggiasse in questa direzione.
La ragazza ha terminato gli studi superiori?
Che età aveva quando il padre è venuto a mancare?
Auguri.

Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie mille si il consiglio della sua collega mi fu tanto di aiuto ie per questo mi sono permessa di chiedere ancora una volta il vostro aiuto! Devo dire che con molto impegno sia da parte mia che sua il trasferimento l ha accettato almeno sembra con il passare del tempo bene!,Ha fatto nuove amicizie si è inserita bene a scuola per fortuna!!!Lei vorrà andare a studiare fuori perché è l ultimo anno di liceo e io non ho mai ostacolato i suoi progetti..!! Quindi le do libertà assoluta di scegliere..!! Una cosa molto importante il padre non è venuto a mancare ma è vivo e vegeto!! Ma troppo impegnato per ricordare di avere una figlia .!!!!sono ormai 5 anni di più e non di meno che non lo vede e due che non lo sente!!! Preciso mai ostacolato da me perché non ho mai usato mia figlia per discutere con lui ...non ho bisogno di queste vili armi!!! La cosa che le manca molto è che non riesce a trovare un ragazzo e molte volte le dico che gli uomini non sono tutti uguali per fortuna...ma una ragazza che poi diciamo la verità una bambina non riesce a capire certi discorsi poi fatti dalla mamma hanno un peso sicuramente diverso!! E ovviamente mi portano a questo grande malessere
[#3]
Prof.ssa Anna Potenza Psicologo 2,6k 140
Gentile signora,
nella mia precedente le avevo chiesto dello psicologo (o psicologa) che vi era stato suggerito a suo tempo di consultare di persona.
Il fatto che la ragazza non veda il padre da anni certamente rende la sua situazione alquanto a rischio.
Ma sua figlia non cerca il padre? Non è mantenuta anche da lui?
Una consulenza psicologica DI PERSONA è stata nel passato ed è ancora oggi indispensabile. Lei sa che alle ASL e al Consultorio il lavoro dei professionisti è quasi gratuito per il paziente.
Cosa dice lo psicologo di questa situazione?
In che senso scrive "una ragazza che poi diciamo la verità una bambina"? Ci sono dei ritardi nella sfera emotiva?
Ancora auguri.

Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it

[#4]
dopo
Utente
Utente
No no per fortuna nessun ritardo psicologico intendevo che ancora non ha la maturità di un adulto ad affrontare le difficoltà che la vita ci presenta.A dir il vero non ho mai consultato personalmente uno psicologo ho cercato di fare tutto da sola! Il padre anche economicamente non è presente! O perlomeno quando ritiene opportuno senza impegni!! Nonostante ci siano degli obblighi scritti ma questo è un altro discorso che tengo ben fuori mia figlia da questi argomenti che secondo me non devono gravare su di lei,!cmq grazie volevo solo sapere se c erano da parte vostra dei consigli da potermi dare senza rivolgermi ad uno psicologo come poter gestire al meglio anche questa situazione proprio come mi è stato dato e tanto utile quando mi sono rivolta in precedenza a voi e la sua collega mi aiutò con pochi semplici consigli a superare quel brutto periodo
[#5]
Prof.ssa Anna Potenza Psicologo 2,6k 140
Gentile utente,
nella risposta del dicembre 2018 la mia collega dott.ssa Brunialti le indicò tutte le strade per accedere ad una consulenza psicologica.
In una situazione complessa e dolorosa come la sua, mi chiedo come può aver eluso quello che avrebbe aiutato sua figlia, al punto che oggi addirittura scrive: "A dir il vero non ho mai consultato personalmente uno psicologo ho cercato di fare tutto da sola!".
Non vedo allora come potremmo aiutarla.

Dr.ssa Anna Potenza (RM) anna.potenza@medicitalia.it

Sai proteggerti dal sole? Partecipa al nostro sondaggio