Rapporto con mio marito dopo figlia

Buonasera, ho una bimba di 4 mesi e sto con mio marito (tra matrimonio e fidanzamento) da 13 anni siamo sempre sempre sempre andati d’accordo.
Abbiamo sempre fatto una vita meravigliosa fatta di viaggi, cene, amore, divertimento.

Litigate praticamente mai ora con l’arrivo della bimba io sono sempre nervosa e non gli sorrido più non so come fare mi viene spesso da piangere e litighiamo sempre.

Sto molto male per questo perché lo amo da matti...a volte, e mi sento in colpa per questo, vorrei tornare indietro nel tempo a quando stavamo così bene non so come fare non mi sento una brava moglie.
Vorrei solo essere serena e sorridente.

Lui dice che sono esagerata con le preoccupazioni verso mia figlia, ma sono rimasta traumatizzata da due aborti spontanei e quindi sono sempre preoccupata.
Consigli?

Mi sento in colpa sia verso di lui che verso mia figlia perché non ho pazienza.
Ho 34 anni.
Grazie
[#1]
Dr. Carla Maria Brunialti Psicologo, Psicoterapeuta, Sessuologo 17.5k 571 66
Gentile utente,

Le chiedo di voler leggere questo articolo, che parla proprio del "Rapporto con mio marito dopo figlia", per citare il suo titolo:
https://www.medicitalia.it/blog/psicologia/3332-mamma-e-amante.html .

Fatto questo, aggiunga qualche altro dato alla Sua domanda.

A presto.
Dott. Brunialti

Dr. Carla Maria BRUNIALTI
Psicoterapeuta, Sessuologa clinica, Psicologa europea.
https://www.centrobrunialtipsy.it/

[#2]
Dr.ssa Francesca Colomo Psicologo 18 3
Gentile signora, immagino la difficoltà nel sentirsi poco adeguata nel nuovo ruolo di compagna ora che è arrivata la vostra bambina. Ritrovare l'equilibrio non è sempre semplice, ritengo che nell'articolo suggerito dalla collega trovi importanti spunti di riflessione in merito.
Se pur doloroso, sento importante soffermarmi sul suo sentirsi traumatizzata in seguito all'interruzione spontanea di due gravidanze che le causerebbero, comprensibilmente, dei vissuti di preoccupazione nella cura della piccola. Gestire delle perdite è complicato, è necessario elaborare il lutto, si cerca ogni giorno di "mettere insieme i pezzi" e piano piano di riprendere in mano la propria vita. Alcune mamme spesso vengono aiutate da altre mamme che hanno vissuto esperienze simili, alcune soprattutto nelle perdite dei primi due trimestri (che sono lutti perinatali come gli altri) vengono spesso "bonariamente" invitate a voltare pagina. Lei ha avuto modo di occuparsi di questo delicato passaggio nel suo percorso di vita?
Qualora avesse piacere di fornirci ulteriori informazioni, sarò lieta di proporle suggerimenti maggiormente in linea con i suoi bisogni.
Un saluto

Dr.ssa Francesca Colomo