Mia madre non mi accetta

Buonasera, ho un grandissimo problema con mia madre.
Inizio con il dire che lei ha sempre sofferto di esaurimento nervoso, io mi sono "scoperta sessualmente" (sono lesbica) una decina di anni fa.
Non ho subito fatto coming out con la mia famiglia, per paura di come avrebbero accettato la cosa.
Penso di averlo fatto un 6/7 anni fa con con mia sorella e mio padre ma non con mia madre.
Ho sempre pensato che dirglielo quando avrei veramente trovato la persona giusta, e così è stato.
Lo scorso ottobre gliene parlo, terrorizzata al massimo, non sapendo come la prendesse.
Mi ha fatto tutto un bel discorso "sei mia figlia, ti conosco, sei una brava ragazza, l'importante è che sei serena e stai bene"... ma pochi giorni dopo il caos, non mi accetta, non accetta questo "tipo di persone", anzi, dice che le fanno addirittura schifo.
Passano un pò di mesi, io mi trasferisco a casa della mia ragazza e sembra passato tutto, mia madre sembra tranquilla quando un mese fa ripiomba nel caos.
adesso non vuole avere più rapporti con me, non mi parla e non vuole vedermi.
Abbiamo sempre avuto un bellissimo rapporto, ma da un anno a questa parte sembra essersi lacerato del tutto.
[#1]
Dr.ssa Anna Potenza Psicologo 4k 190
Gentile utente,
si ha l'impressione, leggendola, che lei non dica le cose come stanno o che non le valuti nel modo idoneo.
Termina il suo scritto dicendo di sua madre: "Abbiamo sempre avuto un bellissimo rapporto", ma poche righe sopra aveva affermato: "lei ha sempre sofferto di esaurimento nervoso".
Quale diagnosi è stata fatta? Questa sindrome viene opportunamente curata?
Di seguito dice che ha fatto coming out con sua sorella e suo padre, ma con sua madre no.
E ancora: "Lo scorso ottobre gliene parlo, terrorizzata al massimo, non sapendo come la prendesse".
Sua madre reagisce in maniera scoordinata: prima approva e sembra accettare una situazione per la verità un po' anomala (non ci si scopre omosessuali oltre i vent'anni, per fare coming out oltre i trenta), ma pochi giorni dopo dà in escandescenze.
Di seguito "sembra passato tutto, mia madre sembra tranquilla quando un mese fa ripiomba nel caos".
Tutto questo non sembra una lacerazione del rapporto tra lei e sua madre, quanto una malattia di sua madre che forse clpisce gli altri membri della famiglia come bersagli indiretti.
Cosa dicono il medico di famiglia e lo psichiatra di quello che lei chiama "esaurimento nervoso"?
Vorrei invitarla a considerare l'opportunità di occuparsi seriamente di questa malattia.
Auguri.

Prof.ssa Anna Potenza (RM) gairos1971@gmail.com