Utente 153XXX
Gentili dottori,
mi chiedo se la radioterapia stereotassica possa essere una valida strada da intraprendere per mio papà che ha un carcinoma polmonare squamoso dx con mts ossee sparite alla pet dopo due cicli di chemio con cisplatino-gemcitabina. L'intervento mi è stato comunque sconsigliato, ma questa particolare radio, abbinata sempre alla chemio, potrebbe essere una strada da tentare? Capisco che è una terapia localizzata e avrebbe lo stesso ruolo dell'intervento, ma non sono tutte le radio così del resto? ho letto che questa è particolarmente potente....pensate che potremmo tentare?
Vi ringrazio per il prezioso sostegno che date a noi famiglie flagellate da queste gravi malattie.

[#1] dopo  
Prof. Filippo Alongi

Referente scientifico Referente Scientifico
40% attività
8% attualità
16% socialità
NEGRAR (VR)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
La radioterapia stereotassica è una tecnica di radioterapia che per essere eseguita necessita che la lesione abbia dimensioni contenute.
Pertanto è necessario fare una valutazione clinica prima di poter dire se la radioterapia è indicata e quale tipo di tecnica sia più adatta.
Prof. Filippo Alongi
Professore associato di Radioterapia
Direttore Radioterapia Oncologica, Ospedale S.Cuore Don Calabria di Negrar(Verona),